Il delirio di Monti: non si candida ma impone la sua agenda

di FABRIZIO DAL COL
Mario Monti ovvero l’uomo che non deve chiedere mai. Parla dell’Italia come di un paese che si è riconquistato la credibilità internazionale grazie solo al suo governo, ben sapendo però che nessuno al mondo copierebbe mai il modello italiano e quindi, per logica deduzione, non si riesce a capire di quale credibilità parli, anche se appare evidente che l’unica credibilità possibile sia riferita a quella dei mercati finanziari. Con le dichiarazioni di ieri, il premier ha reso finalmente evidente ciò che invece  in tanti avevano già capito, ovvero ha confermato il suo passo indietro affermando che non si candida. Ma con chi avrebbe dovuto candidarsi se non, com’è ovvio, con coloro che avrebbero credibilmente sostenuto la sua agenda? E, arrivati a questo punto, chi sceglierà di far sua l’agenda  Monti senza se e senza ma? Il Pdl, che lo ritiene responsabile dello sfascio ? oppure il Pd, che invece lo vedrebbe  bene solo nel ruolo di ministro e magari all’economia?

Non accadrà niente di tutto questo, Monti aspetterà il dopo elezioni quando, in assenza di una maggioranza al Senato, potrà giocare la sua partita e rendersi così disponibile a ricoprire il ruolo di premier di un governo di unità nazionale. Monti ha depistato fin dall’inizio le sue vere intenzioni, in quanto ha sempre saputo che con chiunque si sarebbe candidato non avrebbe poi  potuto vincere, ragion per cui, dal punto di vista politico, ha sempre preferito tenere invece  il profilo basso per meglio  attuare la strategia a lui più congeniale dell’”Io sono io e dopo di me c’è solo il diluvio”.

Sembra una fuga in avanti,  la decisione presa  dal premier uscente, per costringere le forze politiche a subire “le sue condizioni” e così facendo, consapevole altresì di aver spinto il Paese verso una direzione che solo lui ritiene di poter percorrere, alza la posta per garantirsi il mandato politico ritenuto necessario  dai mercati finanziari e dall’Europa, senza però nessun ticket  e per i prossimi cinque anni. E per fortuna che è un tecnico, chissà cosa ci si saremmo dovuti aspettare se invece fosse stato un politico.  E visto che la strada  Monti l’ha  già tracciata, le forze politiche, a nostra insaputa, col fine di garantirsi i 5 anni di presenza in Parlamento,  potrebbero anche aver già deciso di accettare le sue condizioni che da un lato si renderebbero necessarie per spegnere i riflettori sulle loro malefatte e dall’altro conseguirebbero la certezza di relegare gli elettori al semplice ruolo di “comparsa”.

In sostanza, da qualunque parte la si voglia guardare, Monti vuole da un lato la garanzia certa  di poter proseguire per altri 5 anni il suo incarico e per farlo, ha deciso di sfilarsi dalla competizione elettorale per non correre così  il rischio di non essere eletto e dall’altro lasciare che le forze politiche rimangano  in balia del fatto e che chiunque vinca  non avrà poi una maggioranza,  per conseguire poi  quell’incarico a premier di un governo di unità nazionale.  Questa soluzione, se si avverasse, non potrà però essere considerata una novità – visto che proprio su questo giornale avevo già avuto più volte scritto  dell’ipotesi del governo di unità nazionale – ma metterà invece  in evidenza l’esatto contrario di un paese che crede di aver conseguito quella credibilità internazionale di cui oggi si fa vanto.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

21 Comments

  1. gino says:

    Monti,sei al tramonto,sei un tramonti:vecchio,spocchioso,pusillanime,padreteno,fallito,folle in libertà,incantatore di menzogne.

  2. Silvano says:

    Che canaglia questo monti,
    mi sembra come la publicità:

    Ti piace vincere facileee????

    Ha il piede in tre scarpe:

    1 Se vince di molto bersani fa un passo indietro e fa il senatore a vita (culo al coperto grazie napolitano!)
    oppure il presidente della repubblica

    2 se nessuno avrà la maggioranza per governare scenderà in campo da professorone e ci delapiderà di nuovo per 5 anni; dovremo andare noi in Africa come extracomunitari.

    3 se vince il berlusca, monti con fini e casini appoggerà bersani, faranno un inciucio alla faccia del voto e con l’appoggio di re giorgio; dovremo andare in Africa lo stesso.
    Spero almeno che a Lampedusa ci conservino i barconi.

    Ti piace vincere facileeee?????.

    Ci sarà prima o poi qualcuno che, non so come, ribalti questa situazione!!!!!!

  3. Albert Nextein says:

    Per addormentarmi, talora, la notte mi metto in cuffia radio maria.
    Intendo mettere in bagno una foto di monti per riuscire ad andar di corpo meglio.
    Magari ridendo.

  4. Dan says:

    ASTENSIONE DI MASSA = DELEGITTIMAZIONE DELL’INTERO SISTEMA

    Asteniamoci di massa dal voto e facciamo sì che tutti i partiti ed i dittatori delle banche vengano delegittimati ed esautorati dal governare.

    Questo è il primo passo: un messaggio forte ma pacifico e se sarà necessario (purtroppo lo sarà) si passerà alle maniere forti

    • Albert Nextein says:

      Sono alquanto tentato dall’astensione di massa.
      Oppure dall’annullamento della scheda con improperi,timbri , sputi o altro.
      Non è male che se ne parli tra noi per individuare la scelta più razionale e più temuta dal potere.

      • Dan says:

        Lascia perdere l’annullamento della scheda: a loro non importa quel pezzo di cartone ma la tua firma sull’elenco delle presenze.
        Loro hanno bisogno di quel numero per poter dire che una massa maggioritaria di ovini ha partecipato al gioco invece devono ritrovarsi le aule vuote, restare tutto il giorno senza che un cane si prenda la briga di andare a mettere la propria X.
        La cosa migliore sarebbe che la gente si radunasse fuori e si confrontasse in modo da acquisire la necessaria consapevolezza dell’avvenuta astensione così da vanificare eventuali firme false e notizie distorte ai tg (gli stessi che portano sempre al 50,1% la preferenza minima del leader di turno come se non esistesse niente al di sotto o direttamente i numeri negativi)

  5. luigi bandiera says:

    Bravo MARI_ e MONTI…!!!
    Anch’io governerei secondo i miei piani (piu’ o meno alti) e le mie VOGLIE piu’ o meno di POTERE..!
    Per esempio, per salvare l’italia vorrei essere per prima KAZZATA o rapina o koxa, SENATORE A VITA… Eh, KE KAX..!
    Kon tutti i magnoni esistenti, uno piu’ eo uno meno… ke kax comporta..??
    Lacrime e sangue no di certo..!

    L’e’ che magari, i PEONES segnati col pennello da imbiankino (piu’ KINO che IMBIAN) sulla fronte, gli kredono… sti tririnkoglioniti al kubo sia dal noto imperatore napolion IV e sia dai media ke militano sotto il monokolore rosso (tramonto, si spera).
    Sono gli unici ke pagano e da sekoli, li’ a kreder loro… ma sulla parola, la grazia o di una certa attenzione. Invano, dato ke stanno da sempre sulle parole o BAROLE (da barolo), dei MANTENUTI PER KURARCI (il portafoglio) MEGLIO..!!! Kampa kavallo… del west.

    Notare certi fatti: il Messia visse e quindi predico’, circa 33 anni. (Si, dalla nascita).

    Fu tutto un predimkare il suo, INUTILMENTE, visto l’andazzo..!

    Kax, sti kax di KOMUNISTI e affini (kattokomunisti), sono da sekoli ke predikano, alla Menenio maniera.
    Anke Silvio, altro Menenio del terzo millennio, da cirka vent’anni.

    E’ antipatiko, ma e’ presente da circa 20 anni per l’appunto.

    Ebbene, i PEONES, sempre piu’ fatti ignoranti e non italiani per cui sovrani, come ochette appena nate, seguono ste OMBRE KOMUNISTE. QUELLE DI LUNGHISSIMO KORSO. Gia’, THE SHADOWs..!! Non quelli super degli USA, di APACHE…

    Perfino la CARTA KOSTITUZIONALE E’ KOMUNISTA E, perfino gli studiosi super tririnkoglioniti, perche’ allorati, non se ne sono mai accorti che la musika, tririnkoglionitrice, e’ STONATA: perche’ SUONA, tra le righe dello “spartito”, l’ìnno KOMUNISTA: la BANDIERA (io non c’entro) ROSSA..!

    Oggi, kax, hanno optato per l’inno MAMELUCKOLO, una kagggttt pazzeska direbbe il Tontolo o meglio, il Fantozzi piu’ sveglio ke mai.

    Ma la dose BROMURATRICE ADOPERATA DAI TALIBANI L’E’ FORTISSIMA KAX…

    Hanno fior fiori di prof FORNERI (gia’, quelli del pane quotidiano)… Di SKIZZINOSI, tanto ke si tappano le orecchie per non sentire i TUOI LAMENTI che sono solo una richiesta di GIUSTIZIA e di PANE QUOTIDIANO, appunto..!!!!!!!!!!!!

    E questi, detti proff, vorrebbero salvarci..??
    Salviamoci da loro…!!!

    Infatti, questi non ci salvano ne il KORPO E NE L’ANIMA..!!

    A chi affidare il nostrum futurum..??? (forse sbaglio)
    Ai MAFIOSI..??
    Agli invasori..?
    Alle toghe rossonere..?
    Ai Kamerati, nel senso di kamera senato e deputati..?
    Ai PEONES..?? (a noi medesimi)
    Agli EVASORI..??
    A chi spara al ladro ke skappa dopo aver tentato o rubato in kasa sua..??

    Solito dilemma:
    ESSERE O NON ESSERE.
    Gia’: SOVRANI..!

    Il resto e’ sikuramente retorika ma:
    O TENTATA TRUFFA.
    O TENTATA RAPINA..!!!!!!!!!!

    BASTA FARCI TRUFFARE E O RAPINARE..!!!!!!!!

    E, ocio: la RAPINA VIEN SIA DA DESTRA, SIA DA SINISTRA e SIA DAL CENTRO..!!
    IN OMNI DIREZIONE CI ASSALTANO..!!!!!!!!!

    ARMIAMOCI sia delle IKSE (X) e sia delle BERRETTE… alkuni si sono armati di BASCHI. Pero’ stanno soccombendo..!

    Kax, io non vedro’ la mia PATRIA LIBERA..!! KE SFIGA RAGAZZI..!

    Daii…!!!!!!!!!!!

  6. Paul says:

    per chi non lo sapesse l’Agenda Monti si trova già in vendita nelle edicole e nelle cartolerie, è una normale agenda che riporta prestampate tutte le scadenze dei pagamenti del prossimo anno con evidenziate in rosso le nuove tasse previste se Monti sarà di nuovo premier

  7. Walter says:

    Chi contesta Monti cosa propone? Il “Trota”?

  8. Rodolfo Piva says:

    Quando uno è viscido, codardo e pusillanime non può che regolarsi come il sig. Monti avendo trovato un alto numero di suoi compari nel parlamento italione

  9. Giancarlo says:

    Buongiorno , se ti dicessi che faccio il pittore ritrattista e che quest’anno grazie ai deliri di monti , napolitano , casini , fini , bersani e company ho venduto un (1) solo quadro avresti qualche idea da suggerirmi al fine di sopravvivere ??? GRAZIE anticipatamente !

  10. pippo gigi says:

    Io penso che non si debba perdere tempo dietro ai deliri di questo vecchietto antidemocratico, saccente, presuntuoso, incapace e bugiardo.
    L’unico commento alle sue esternazioni deve essere solo uno “ma vafff***” qualsiasi parola in più è di troppo e servirebbe a dare troppa importanza a chi proprio non la merita.

  11. Un alpino genuino says:

    Non riesco proprio a comprendere questo professore. Anche un asino sarebbe stato capace di “far quadrare” i conti dello stato approppiandosi di quota di immobili con una patrimoniale come l’ IMU. Il prof. pero’ non ha tagliato le spese anzi con il suo governo ha fatto spese da nababbo: 10 mil.di di eu per aerei caccia, 2 mil di tav mi-treviglio, 2,5 mil.di circa tra napoli e sicilia, ecc. ecc.; oera ci viene pure a contare che l’ immu, evoluzione dell’ isi (imposta straordinaria immobili) poi ici, che ora tra lo 0,5 e l’ 1,5 del valore catstale del bene immobile (casa,cascina,capannone industriele e artigianale) va mantenuta ; cioe’ unimposta straordinaria che è una rapina legalizzata fatta a tutti anche a chi non ha i soldi per mangiare ma ha una casa per ripararsi, deve essere la normalita’ per mantenere pippatoti di polverine, mangia ostriche e champagne, fottitori di tutti i tipi, dazioni milionarie a manager incapaci, grandi opere da farsi da imprese di amici degli amici. Ma professore se ne vada in pensione che Lei è un volgare ladro di case. Lei vorrebbe approppriarsi degli immobili strumentali della gente e delle case per continuare le ruberie e gli applatri truccati come la tav che costa volte quanto dovrebbe costare perche lunatico e soci vogluiono continuare la loro viita da califfi, vada a casa sua a San Maurizio e respiri l’ aria sana e non ne combini altre di rapine alle persone .

Leave a Comment