Il Corriere del Ticino denuncia: a Mendrisio colloqui di lavoro a pagamento

casa svizzeraNuovo caso di sfruttamento del precariato nel Mendrisiotto. In un momento economicamente difficile, dove pur di trovare un lavoro molti disoccupati sono disposti ad accettare impieghi poco retribuiti e accollarsi lunghe trasferte tra il proprio domicilio e il luogo di lavoro, un’altra azienda ha deciso di approfittare dell’instabilità finanziaria altrui per guadagnare soldi. La società in questione ha sede a Chiasso e opera nel settore delle costruzioni e del commercio di materiali. La ditta offre però anche un servizio di intermediazione e propone di trovare occupazione nei suoi settori di competenza a chi si rivolge ai suoi uffici o risponde a veri e propri annunci di lavoro. Dei compiti che rispecchiano peraltro i servizi dell’azienda elencati sul Registro di commercio. Ciò che non è documentato è però che per collocare un lavoratore l’azienda chieda una contropartita finanziaria.

La pratica è quella già denunciata in passato (vedi CdT del 22 novembre 2013). A lanciare nuovamente un grido di allarme è il segretariato distrettuale dell’Organizzazione cristiano sociale ticinese (OCST), che in questi giorni è stato contattato da lavoratori vittime di questo sistema, insospettiti dalla pratica.

(corrieredelticino.ch)

Print Friendly

Recent Posts

Leave a Comment