Il centrodestra che ha in testa il Cav non esiste più. Qualcuno glielo spieghi

elezionidi Cassandra – Non ho mai nutrito simpatie spettacolari per i centristi, ma una cosa  politica sensata è stata affermata ieri dopo le consultazioni da Beatrice Lorenzin. Che ha affermato una mezza verità: ma quale centrodestra? Non esiste più. E ha ragione, anche se per metà. Paradossalmente, e dico una cosa eretica per i lettori del nostro quotidiano, per rompere i giochi, io  proporrei a Mattarella un governo dove a pesare non fosse la Lega, ma  tutto il centrodestra più i renziani. Sarebbe il solo modo per lasciar fuori Cinque Stelle e il vecchio Pd. Perché? Perché, con buona pace dei vertici di Forza Italia, la Meloni e soci, questo centrodestra non ha i numeri.

Poi si può discutere del fatto che si tratti di fantapolitica, e vi dò ragione, perché con questa Lega non si va da nessuna parte. Lo spiega bene l’ex ministro della Salute.  “L’idea portata avanti da Forza Italia di fare un governo di centrodestra liberale e pro Europa insieme alla Lega, si scontra con l’evidenza che quest’ultima ha nel baricentro del suo programma l’uscita dell’euro e che, come punto filosofico, attinge dalle democrazie illiberali stile Orban e Putin. La Lega ci porta fuori dall’asse Atlantico in un’area di influenza russa. Nulla ha in comune con il liberalismo, lo spirito liberale e con la rivoluzione liberale. E il fatto che ci siano delle alleanze regionali diverse da quelle nazionali, la dice lunga: la Lega ha fatto un’Opa sull’elettorato forzista e sul suo ceto politico in tutte le Regioni e nello stesso tempo nel governo nazionale ha schifato in ogni modo Berlusconi. La vecchia coalizione di centrodestra non esiste piu'”.

L’ha uccisa Salvini quando, vincendo in coalizione con FI e FdI, ha voluto a tutti i costi una coppia di fatto. Non si poteva fare diversamente? Ma sì che si poteva. Si tornava a votare. Allora!

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. giancarlo RODEGHER says:

    Sono d’accordo con Cassandra… il centro destra non esiste più. Berlusconi ha fatto il suo tempo ed ora non ha ancora capito che F.I. finirà tra qualche anno ad una percentuale vicino al 3%.
    D’altronde ha votato assieme al M5S la nuova commissaria europea…tedesca…..e quindi cosa pensa di ottenere stando lui in Europa è poco chiaro quando in Italia non conta più una mazza e non rappresenta più quasi nessuno ?!
    Certo che l’U.E. ci costa molto in termini di miliardi a fondo perduto e vorrebbe tenerci al guinzaglio e sino a poco tempo fa ci è riuscita facendoci precipitare nella recessione.
    La NATO ci ha piazzato oltre 90 testate nucleari tra AVIANO e GHEDI e quindi rappresenta non soltanto un costo inutile di miliardi, ma un vero e proprio pericolo nucleare che abbiamo dentro casa. In caso di crisi internazionali serie siamo gli obbiettivi primari da distruggere……..
    Dell’O.N.U. non parlo che è meglio ma anche qui sborsiamo al club più dispendioso del mondo diversi milioni di euro di cui non si vedono mai i risultati conseguiti. Avete mai sentito parlare di bilancio economico dell’O.N.U. ? Avete mai sentito parlare di quali risultati ottiene sui vari fronti caldi nel mondo ?
    Dunque perché dobbiamo stare ingabbiati quando da liberi potremmo sicuramente agire più incisivamente se mettessimo una buona volta sul tappeto della politica italiana una politica estera seria e determinata!?
    Abbiamo visto tutti i fallimenti del PD e di F.I. e c’è ancora qualcuno che li vota?!
    Forse chi non li ha visti questi fallimenti è solamente disonesto intellettualmente o in mala fede o peggio perché da costoro ha tratto qualche beneficio inconfessabile come un posto da senatore o deputato, o forse qualche spintarella economica, o forse qualche promessa piuttosto allettante .
    Quindi dal loro punto di vista è giusto perseverare sulla strada dei fallimenti.
    E’ veramente stressante e dispendioso dover continuare a demonizzare tante cose ma è inevitabile per chi non vuole desistere nel criticare aspramente quanto accade in questo Paese che hanno reso stressato, anarchico, qualunquista e soprattutto invidioso dei successi altrui.
    Sono sempre più convinto che tutto sta andando a rotoli e sotto gli occhi di tutti ed è per questo che ancora una volta bisogna dare agli italiani la responsabilità di cosa fare e dove andare e speriamo che dai una volta e dai un’altra azzecchi la quadra risolutrice.
    WSM

Leave a Comment