Il cattoprogressisimo è vivo e lotta con loro

napolitanoPCIdi MARIO DI MAIO – Nel primo dopoguerra il Paese era in miseria, ma dotato di idee chiare e di ideali conseguenti. In particolare i fascisti, i democristiani e i comunisti si combattevano senza rischi di compromessi e di inquinamenti delle rispettive politiche. C ‘era una destra, un centro e una sinistra. Sull’area di centro composta da liberali repubblicani e socialdemocratici, prevaleva la DC che governava il Paese con l’appoggio del Vaticano. Questo assetto per circa 20 anni ha “tenuto”, permettendo la realizzazione del “miracolo economico”. Dopo di che il sistema si è rotto per la comparsa del primario centrosinistra, inaugurato da Moro per volere dei cattoprogressisti, e con lo scopo dichiarato di “isolare il partito comunista”.

E i cattoprogressisti lo hanno isolato così bene da fondersi e confondersi con esso a discapito degli ideali cristiani. In realtà si è passati dall ‘isolamento del partito comunista all’isolamento della dottrina cattolica. E piovono leggi e progetti di legge sull’omosessualità, l’eutanasia, la fecondazione eterologa assistita ecc.ecc. Ovviamente le gerarchie ecclesiastiche protestano, ma è dai tempi dell ‘infelice Ostpolitick e della successiva sciagurata teologia della liberazione che trovano maggiori ostacoli contro il materialismo ateo.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Ric says:

    È morta la polis ;
    al suo posto truppe indifferenziate di monatti , ma non a livello fisiologico come lo erano i lazzaroni con la brillantina . …..
    Pernicioso endemico degrado sfuggito di mano persino ai volonterosi sudisti immigrati ma con principi e voglia di fare cose sane .
    Certo la trasversalitá di levantinismo che per filologico assioma osmotico col retrivo della sub crudeltá e superstiziosa incapacità a recidere il cordone ombelicale dalle pratiche orgiastico-cannibalesche da primate monade ci sta tutto.
    ( è il precipitato di quint’essenza del delitto d’onore , dell’icaprettamento , delle stragi “di famiglia” con dissoluzione in acido , piuttosto che colati in piloni a scomparsa , mozzatori di teste o di clitoridi , arcaica potenza d’agnello sacrificale , primitivi simbolismi , moderne arretratezze come l’immaginario definito Islam et affini .).
    Codesto combinato disposto di visione al “futuro” , fa giá assaporare ai ” modernaiolizzati“ ( sine ormoni evoluti e virili) , generazioni “virtual” -orecchino , un anticipo sul destino prossimo venturo, crudeltà bastarde e predatrici , armi in pugno e fiction di modelli in voga nei media infingardi.
    Così le fredde ma laiche civiltá del nord Europa in un dispersivo rincorrere equilibri , con modelli di riferimento da ethos line , trasducono il loro umanesimo sociale con genetica deprivata dalle necessaria operazione qualifica che impone la nervatura strutturale alle costruzioni compiute .
    Niente disciplina , niente gavetta , niente doveri .
    Atteggiamento , preparazione , empatia , servizio , etica , motivazione , convinzione , rispetto , pietá , conoscenza , amore .
    NIENTE !!!!
    Risultante sia che ciò che era avviato al meglio mostra il fianco per snaturata debolezza ed indebolendo si deteriora .
    La risultante nell’analisi perfetta dell’articolo è rilevare il trionfo del disvalore nel pensiero e nel sentire , una sorta di mistolfa un tempo bollata giustamente come vacua , insulsa , fasulla , falsi problemi ad libitum .
    Per molti versi l’equivoco impera nella schizofrenica sua rappresentazione , facendo sentire gli educatori inadeguati , i genitori antiquati , le qualità merce anacronistica :
    il senso della parola data e del rispetto individuale della vita , i valori intangibili che certificano e giustificano un percorso umano virtuoso , divengono geneticamente modificati come avviene per il cibo , l’ecosistema , travolti dagli sbandieratori del PENSIERO DEBOLE :
    la società è divenuta impossibile , ed il paradosso per un futuro privo di ammalati mentali arriva , guardacaso neanche a farlo apposta , (notizia per i radical scic rotti in c. , parassiti di sistema , assistiti ed istituzionalizzati , ) da coloro che definivano con disprezzo CONSERVATORI ;
    in sintesi se rimane uno spiraglio di speranza lo vedo nella vituperata “vecchia” Mitteleuropa , nei Ratzinger di Ratisbona (Benedetto d’afflato teologico) , da quella cultura carpatico-danubiana che salda l’orgoglio ferito ( dagli ismi del ‘900 ) dei Romanov / SanpietroPutin al ceppo operoso e Rinascimentale della bottega e dello studio..
    In sistesi dopo l’aberrazione ed il degrado , come si direbbe c’è una forte necessità di vento di “ INDIPENDESTRA“ che porti in dote la certificazione storica che la vera guerra alla nobiltà dell’uomo e alla sua esistenza , da un secolo avviene a causa di quelle razze degenerate con bandiere del cattoprogressismo scrivente storia , per ataviche avidità , col sangue dei giusti .

Leave a Comment