Il Bundestag stringe sui migranti: stop ricongiungimenti, più difficile l’asilo

Bundestagdi ROBERTO BERNARDELLI – Vallo tu a spiegare ad Alfano o a Renzi che abbiamo un’emergenza irrisolta e che mentre la politica dei distrattori ci porta ad essere attenti su altre nobili questioni, altri paesi come la Germania fanno ciò che devono, ovvero restringere il campo dell’accoglienza e della solidarietà a prescindere. Ieri infatti la tanto contestata Merkel ha fatto ciò che chiedono i suoi cittadini. Il Bundestag ha approvato a larga maggioranza le norme sull’inasprimento del diritto d’asilo varate dal governo a novembre.

Il provvedimento è passato  con larghissima maggioranza. Voti favorevoli 429, contrari 147, 4 astensioni. Il testo passa ora al Bundestrat, la Camera delle regioni, per l’approvazione definitiva.
La nuova normativa prevede, fatto questo per nulla trascurabile, una pausa di due anni ai ricongiungimenti familiari per profughi che non hanno diritto d’asilo ma non possono essere rimpatriati per rischio di torture o morte, la creazione di 5 centri per migranti con scarse possibilità di ottenere asilo, misure per velocizzazione procedure di asilo e rimpatri, contributo obbligatorio di 10 euro mensili per i richiedenti asilo ammessi a corsi di lingua tedesca.

Capito Alfano, ministro che blocca le leggi contronatura?

*Presidente Indipendenza Lombarda

Print Friendly

Recent Posts

Leave a Comment