Il 74% degli americani contrario a vietare l’acquisto di armi

di REDAZIONE

Il 74% degli americani (cifra record) e’ assolutamente contrario a vietare l’acquisto di armi o il girare armati. Solo una minoranza, il 24, sosterrebbe un divieto totale. Questo nonostante la serie di episodi che ha insanguinato l’America quest’anno, ultimi i 20 bambini e i 6 adulti uccisi da un folle armato fino ai denti il 14 dicembre in una scuola elementare in Connecticut. E’ quanto emerge dell’ultimo sondaggio Gallup che evidenzia una continua crescita nel corso degli anni di quanti si oppongono all’abolizione dell’anacronistico II emendamento della Costituzione. Nel 1959 contro il divieto a girare armati si era espresso il 36% mentre a favore era il 60%. Tranne una breve inversione di tendenza tra il 1980 e il 1981, i contrari sono sempre cresciuti fino a toccare quest’anno il 74%.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

8 Comments

  1. al says:

    Il 74% degli americani sono persone che detengono e maneggiano armi più o meno responsabilmente. Saranno magari un po’ fanatici ma c’è una bella differenza tra esaltarsi col fucile e svegliarsi una mattina per andare a sterminare una scolaresca.

    Chi non ha mai fatto cazzate non tollera di essere castigato perchè i deficenti Peace&Love temono che un giorno possa sclerare e sparargli. Paghi chi ha sbagliato, non gli altri. E vale per le armi, per la guida, per le droghe leggere. Questa mania di considerare tutti minorenni da tutelare va sradicata sol sangue se necessario.

  2. Paolo Lamperti says:

    Non ho mai detenuto armi, perchè finora mai costretto ma sono da sempre convinto che chi le detiene, a parte i criminali, deve avere un motivo valido.
    Anacronismo non c’entra nulla, oggi più che mai i cittadini americani vogliono tutelarsi dall’impero schiavista che li vuole addomesticare definitivamente ed è un impulso naturale, quindi c’è sincronia.
    Per ciò che riguarda le assurde stragi, queste non sono così assurde perchè sono immancabilmente AUTOATTENTATI pianificati con l’aiuto della cricca PSICHIATRICA dai delatori del popolo americano e l’incremento dei pro-armi è un sintomo inequivocabile dell’incomunicabilità con le loro ormai chiaramente dispotiche istituzioni e ciò vale anche per altri paesi.
    Tutti i “robots” che hanno compiuto atti inconsulti della serie Connecticut sono stati trattati con varie combinazioni di psicofarmaci.
    Poichè persone non trattate non divengono mai così stupide.

  3. Giambrando says:

    Sono negli States in questi giorni e proprio ieri sono stato invitato ad un poligono di tiro da un conoscente. Voleva farmi provare una carabina che ha appena acquistato. Inevitabilmente i discorsi son finiti sulle restriioni chieste a gran voce dai democratici. Ebbene secondo l`amicoamericano, quello delle armi e` l`ultimo baluardo allo strapotere del governo. Come si puo` controllare una popolazione dove circolano circa 280 milioni pezzi tra pistole e fucili? Cosi` si ragiona in the Land of the braves. Ma non diversamente nella europeissima Svizzera, dove chi decide di svolvere il servizio militare si porta a casa il fucile mitragliatore. La patria si comincia a difendere da casa propria. Qui in Italia invece il monopolio delle armi sembra si voglia attribuire a soggetti non distanti tra loro: le associazioni mafiose e lo stato. Eh…la culla del diritto, no?

    • Unione Cisalpina says:

      sono ank’io favorevole all’inviolabile diritto all’autodifesa e tutela della propria inkolumità di ogni singolo cittadino ke kuesto stato italiano degradato e degenere konkute e vieta indekorosamente …

      sì alla detenzione libera di armi d’autodifesa accessibili a kualsiasi cittadino, salvo i poki rekuisiti rikiesti kome kuello d’essere maggiorenne e non pregiudikato… senza alkun obbligo di denuncia a nessuna forza di polizia del regime …

      • Unione Cisalpina says:

        oggi invece i pregiudikati girano armati indisturbati ed il cittadino indifeso è in loro balìa

        forze di polizzzia, karabbbineri e maggggistratura (nonkè la stessa legislatura civile e penale) non tutelano il cittadino kosciente ed onesto … disarmato di fronte alle prepotenze di tutti loro…

        • Unione Cisalpina says:

          è inkredibile kuello ke succede

          siamo oltraggiati da delinkuenti ed assassini ke entrano sin dentro le nostre kase a violentarci impunemente…

          se ci difendiamo le forze di poiizzzia e karabbbineri ci denunciano ed arrestano …

          ed i magggistrati ci kondannano pure !

          ke bella società italiana “di merda duosikuliana” ke viviamo e subiamo !

  4. Antonio Turci says:

    Si tratta di rispondere all’amletico dubbio: meglio essere facili prede dei delinquenti o essere in grado di difendersi mediante la libera detenzione delle armi sia pure allorquando queste possano essere disponibili a degli squilibrati mentali? Rispondo che la sicurezza in Italia, come la gran parte dei servizi statali, non funziona e se aspettiamo di essere difesi dallo Stato le vittime innocenti saranno sempre maggiori nel primo che nel secondo caso.

  5. Andrea ginetti says:

    Anacronistica sarà la vostra costituzione scritta da comunisti e preti

Leave a Comment