I soldi dei terremotati vanno ai Comuni spreconi del Sud

di REDAZIONE

“50 milioni per le spese correnti delle regioni in rosso. 300 euro a cranio per i comuni prossimi al dissesto di bilancio come Napoli, che si accaparra 300 milioni sui quasi 600 totali messi a disposizione. 20 milioni per Reggio Calabria, dove, a causa dello scioglimento per infiltrazioni mafiose di alcuni enti, sussisterebbero ‘squilibri strutturali di bilancio in grado di provocare il dissesto finanziario’. Euro zero per i terremotati di Emilia, Veneto e Lombardia”.

E’ dati alla mano che Massimo Bitonci, capogruppo della Lega Nord in Commissione Bilancio alla Camera, contesta il consueto “assalto alla diligenza” compiuto da alcuni parlamentari del sud, con la compiacenza dei professori: “Quella che si chiama Legge di stabilità, rischia di creare instabilità sociale. Alle porte di un Natale che, secondo Confcommercio, sarà caro per 7 famiglie su 10, con le tredicesime che saranno impegnate per pagare la patrimoniale sulla prima casa, cioè l’Imu. Con la disoccupazione in aumento anche nel 2013, il Governo decide di ridicolizzare ancora i cittadini del nord, che lavorano e pagano le tasse: i terremotati non vedranno un solo euro di rimborsi”.

“Spero ci ripensino, c’è tempo fino a martedì prossimo – conclude Bitonci – Non vorrei che il nord, mansueto e solidale, cambiasse atteggiamento all’ennesimo schiaffo subito da Roma”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

11 Comments

  1. Roberto Porcù says:

    Eccheccazzo ! Per quattro soldi che vanno al sud !
    Dovreste esserci già tutti abituati, a Roma, a Catania, a Palermo, a Napoli, … io non ne tengo nemmeno più conto.
    La Lega fa la melina, protesta ed abbozza.
    L’Italia è questa, prendere o lasciare.
    Ed è per questo che tutti coloro che possono la lasciano.
    Lasciano ai sempre meno che restano il piacere di pagare le tasse che al prof. Monti fanno tanto bisogno.

  2. ingenuo39 says:

    “50 milioni per le spese correnti delle regioni in rosso? Cosa è stata a fare la lega in parlamento fino a questo momento? Credo che il suo compito fosse quello di avvisare il proprio elettorato di quello che succedeva e succede nel palazzo del potere. Se questo non lo ha fatto finora è segno che non ha avuto interesse o non ha voluto farlo per interessi personali e pertanto non sono piu credibili i suoi parlamentari.

  3. Culitto Salvatore says:

    [ Euro zero per i terremotati di Emilia, Veneto e Lombardia]

    se in tali zone si costruisse a norma di legge, con strutture antisismiche i danni sarebbero minori e le cifre necessarie inferiori, veneto e lombardia non hanno praticamente normative antisismiche perchè tali aree sono semplicemente zone non a rischio…vabbè sto a commentare su qualcosa detta da un leghista che fa di nome bitonci…buonanotte

    • Salvatoer, costruire a norma di legge in quelle zone fino ad una decina d’anni fa voleva dire *ESATTAMENTE* costruire cosa *POCO* resistenti ai sismi: la legge prende per buoni gli studi sismologici che fino a pochi anni fa (5-10) consideravano la zona assai poco sismica. Quindi la legge *non* chiedeva una notevole sismo-resistenza. E la maggioranza delle case e dei capannoni venuti giù avevano più di una decina d’anni…

  4. alberto says:

    e sempre con sta storia Bitonci, hai rotto… fai sul serio e spingi Zaia a fare quel benedetto referendum che così sti problemi ce li leviamo una volta per tutte.

    • Culitto Salvatore says:

      eh no, prima i finanziamenti e i fondi statali ed europei, poi il referendum

      • alain says:

        eh no, prima il referendum,i soldi potete tenerveli voi,tanto ve li mangerete entro poco tempo.A noi basta la libertà e il potere di decidere a casa nostra.In fondo non chiediamo tanto..che ognuno si arrangi con il suo territorio e se lo gestisca.Ma forse cosi per molti finirebbe la pacchia.

  5. Unione Cisalpina says:

    … Non vorrei che il nord, mansueto e solidale, cambiasse atteggiamento all’ennesimo schiaffo subito da Roma”…
    detto da un leghista mi fa ridere …

Leave a Comment