I giudici: illegale cancellare legge Fornero ammazza pensioni. Esodati, restate alla fame

di ROBERTO BERNARDELLIfornero6

Se c’è una cosa che è infame, quella è negare il diritto alla pensione a chi ha lavorato una vita. E persino cancellare questo diritto obbligando di fatto i lavoratori ad andare in pensione spingendoli nel limbo degli esodati senza soldi, senza copertura.

E se c’è una cosa giusta, fatta da Salvini, quella era proprio, va riconosciuto, l’iniziativa di referendum per abrogare la legge Fornero. Ma la casta protegge la casta e quindi è accaduto che la  Corte Costituzionale, nella Camera di Consiglio di martedì mattina 20 gennaio, abbia dichiarato inammissibile la richiesta di referendum sulla cancellazione della legge ammazza pensioni.

Questa è l’Italia. “Questa Italia mi fa schifo”. Reagisce Matteo Salvini. Eh certo, ma allora perché la Lega è diventato partito nazionalista, perché vestire questo tricolore che produce solo disgrazie, ingiustizie, condanne a morte del sistema sociale specialmente del Nord? Il governo Monti, non lo dimentichiamo, fu quello chiamato da Napolitano, voluto pure da Berlusconi, per far fuori proprio la tua Lega, caro Matteo. Veleggiava al 12-13 per cento quanto arrivò il professore grigio con la Fornero. Che ne è stato del lavoro economico previdenziale del vostro parlamentare saggio chiamato ad affiancare nelle riforme lo stesso Napolitano?

Si fa presto a dire che l’Italia fa schifo, ma la coerenza vuole che si vada fino in fondo. Altrimenti sono solo azioni di propaganda elettorale, di marketing politico. Se invece avessimo sentito da Salvini anche la parola…. previdenza regionale, beh, avremmo creduto di più nella bontà di un progetto. Così non è.

Presidente Indipendenza Lombarda

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

11 Comments

  1. ENRICO says:

    Basta con l’Italia fuori dall’Euro, vogliamo il Veneto fuori dall’Italia!

  2. Alex says:

    Va bene criticare la Lega di errori ne ha fatti molti ma i fatti sono quelli che contano !!! Cosa stanno facendo gli altri ‘indipendentisti’ oltre che a parlare, parlare, parlare … ???

    • Stefania says:

      La mancanza di un leader che sappia tenere insieme il fronte indipendentista è evidente. E’ la differenza che passa tra una minoranza consapevole e una minoranza che non diventa classe dirigente indipendentista.

      • Dan says:

        Ma un leader da solo non può fare miracoli. Serve comunque la gente con le palle, tali che se il leader dice “domani tutti a roma con i coltelli” domani tutti vanno a roma con i coltelli e non con le carrozzine ed i fischietti. Domani non c’è “devo pisciare il cane”, “devo andare a trovare la nonna”, “ho il raffreddore” o “c’è la partita”. Invece qui non si aspetta un leader ma un super uomo dotato di poteri magici che arrivi e faccia tutto per la gioia dei codardi

        • luigi bandiera says:


          il LEADER e’ la LEVA;
          il POPOLO E’ L’APPOGGIO;
          C’e’ il leader ma manca il POPOLO. SE C’E’ IL POPOLO MANCA IL LEADER.
          .
          Come si potra’ mai sollevare il MONDO..?? (LA NOSTRA PATRIA INDIPENDENTE..??)
          .
          ESSERE O NON ESSERE, POPOLO. SOVRANO POI…
          .
          QUESTO E’ IL PROBLEMA..!
          .
          LORO LO SANNO E CERCANO E FANNO DI TUTTO PER FARE TALIBANI..!
          .
          TALIBANI=COLLABORAZIONISTI..!
          .
          UN TEMPO ERANO FUCILATI O PEGGIO SUL POSTO.
          OGGI, SONO EROI E TANTISSIMO PATRIOTI..!
          .
          POVERI NOI…

          • Dan says:

            Ma alla fine è veramente necessario un leader ?
            Quando il popolo è oppresso oltremodo ha ancora bisogno di uno che accenda la scintilla ? Siamo da tempo ben oltre i limiti dell’autocombustione eppure per qualche strana ragione si continua a non esplodere. Dev’essere colpa del materiale…

            • luigi bandiera says:

              Per esplodere ci vuole la giusta miscela.
              Infatti, la miscela e’ fatta in modo tale che NON ESPLODI..!
              Ecco perche’ quel cosiddetto popolo italiano NON ESPLODE: l’hanno pensata bella (la miscela) quelli la’, per non fare nomi e cognomi.
              E gliela raccontano che qua abbiamo le carte piu’ belle del mondo; che siamo nel paese du sole; che siamo nel bel paese; che abbiamo una storia (falsa e tendenziosa) e una cultura che tutti ci invidiano (le mafie); che gli italiani sono sempre primi, in cosche varie; che abbiamo scienziati, anzi, siamo stracolmi (ma scappano all’estero); che ora siamo alla terza repubblica, invece siamo sempre alla solita muina che nessuno comprende perche’ si parlano in politichese… e avanti che la processione si ammassa..!
              CON QUESTA MISCELA NON FAI E NON FARAI MAI NULLA, SOLO TANTA CONFUSIONE la vera REGINA D’ITALIA..!!
              Auguri

  3. luigi bandiera says:

    Ovviamente CE LO MERITIAMO..!!!!

    Abbiamo tenuto la testa bassa dal tempo dei giochi “olimpici” tra Austria e Francia e qualche altro… poi l’italia ha fatto il raccattapalle… e siamo qua a disquisire se si puo’ mettere le iks o no. Ahaaa… se tornasse lui, el napoleon de merrddd…
    Avremmo un bel plebiscito gia’ col risultato pronto prima di andare a votare..!
    Sono le disgrazie che cadono a fagiolo a chi e’ vita natural durante con la TESTA BASSA..!!
    Ma quello che stupisce e’ che 60milioni di teste, basse ovviamente, sono convinte di vivere in una democrazia e cioe’ che sono loro a decidere per il loro DESTINO..!!
    E’ trgicomica questa situazione ormai talmente PALESE che dovrebbe far uscire i morti dalle loro tombe tanto e’ grave la situazione.
    Perche’ i morti..?
    Ce n’e’ per tutti: quelli, i morti, commemorati inutilmente spesso, sono andati al fronte perche’ credevano che una volta finito i o il conflitto ci sarebbe stato un mondo migliore.
    Pareva fosse cosi’ quando le vacche erano piuttosto grasse e si viveva sperando e sognando il traguardo. Appena, pero’, arrivarono le vacche magre ecco finita l’euforia generale e il volemose ben sotto il trikolor..!
    Come quando si si dice che l’abito fa il monaco. Infatti da sempre l’abito fa il monaco.
    Solo dopo si scoprira’ che con quel abito sotto c’era un manigoldo..!
    Ma subito la prima impressione dice che quel manigoldo e’ il monaco..!
    Purtroppo vale anche per lo stato itagliano: veste un bel abito per essere visto come quel manigoldo un monaco. NEI FATTI, pero’, dimostra che non e’ esattamente un monaco ma un gran farabutto perche’ manigoldo appunto..!
    Cosi’ si puo’ ben dire: essere o non essere in democrazia con questo finto MONACO..?
    Ripeto: possiamo fare di tutto anche manifestare che sara’ INUTILE. Ad Kulo Nostrum dice non serve a nulla, potete manifestare, fare i credini e duddo guando che noi facciamo quello che dobbiamo fare. Grazie e buon giorno..!
    STIAMO SOCCOMBENDO, come quei poveretti in mano dei briganti col coltello in mano pronti a fare il DEGUELLO. Siamo lì in ginocchio e con la testa bassa con indosso una tunica trikolore: di noi fanno proprio quel che vogliono..!

    Salam

  4. loris54 says:

    taliani maledetti !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  5. Dan says:

    “Se c’è una cosa che è infame, quella è negare il diritto alla pensione a chi ha lavorato una vita.”

    E perchè dovrebbe essere infame rubare qualcosa a qualcuno ? Se si può fare (ovvero se si possono riscrivere le leggi in tal senso e soprattutto se i destinatati di tale iattura lo lasciano fare) allora è bene farlo.
    In un paese normale, abitato da gente normale e non da ovini, tempo 24 ore dal famoso piagnisteo (ma per cosa poi ? per non essere riusciti a rubare ancora di più ?) e doveva scoppiare la fine del mondo.
    Cosa è scoppiato ? Niente, allora è bene così.
    Fare il referendum ? Andare col cappello in mano a chiedere ? Si doveva andare lì ed imporre: o si rimettono le vecchie regole o succedono per certo tante brutte cose.
    Ma stiamo parlando della lega, del partito ideale per un paese di pecore ben felici di essere puntualmente condotte al macello

  6. Previdenza regionale , tanto cara a Rosi Mauro segretario generale SIN.PA ( sindacato Padano ) e nel programma politico di SGC.
    La lega di oggi non conosce niente di lavoro e pensioni,sapete perché c’era una sola persona che se ne era sempre occupata fino al 2012 e questa persona era Rosi Mauro.
    Che voglio ricordare : accusata ingiustamente per lotte di potere intestino,ed oggi riabilitata totalmente dai Giudici
    La lega come da sempre diciamo fa solo propaganda senza sostanza ( da sempre ) orgSGC

Leave a Comment