I Giovani Padani a Maroni: fare il referendum per la Lombardia indipendente

di GIANMARCO LUCCHI

Il Movimento Giovani Padani, ha chiesto a Roberto Maroni segretario della Lega e governatore della Lombardia, di celebrare un referendum ”per l’indipendenza della Lombardia”. E’ quanto e’ emerso dalla prima sessione del congresso giovanile del Carroccio, che sara’ concluso proprio da Maroni fra poco. ”Una linea di lotta” ha sintetizzato Eugenio Zoffili, coordinatore uscente dei giovani padani in Lombardia, affiancato dal successore Simone Parigi e dal nuovo coordinatore federale Matteo Mognaschi. Con loro il segretario lombardo della Lega, Matteo Salvini, spiega poi che l’intenzione del movimento e’ quello di promuovere “il 29esimo stato d’Europa. Tutto quello che puo’ allontanare la Lombardia da Roma va bene. La Lombardia sola -conclude Salvini- sraebbe il quarto potere economico in Europa”.

Ci sono due bandiere dell’Unione Europea modificate con l’inserimento di una svastica e di una falce e martello, sul tavolo dei relatori al congresso del Movimento dei Giovani Padani al Teatro Nuovo di Milano. Per i giovani della Lega Nord, come e’ stato spiegato, quei simboli stanno a significare che l’antagonista politico piu’ che Roma ormai e’ l’Europa. ”Il nuovo regime da abbattere e’ Bruxelles”, ha detto il vice segretario del carroccio Matteo Salvini in una conferenza stampa in cui ha presentato i nuovi coordinatori federale e lombardo dei Giovani Padani. Le idee del congresso milanese, ha spiegato Salvini, ”offrono a Roberto Maroni una energia positiva: nessuna divisione e nessun litigio, come e’ accaduto fra qualcuno degli adulti, ma tanta voglia di spaccare il mondo”. Di fronte alle sede delle istituzione Ue, hanno quindi annunciato i giovani del Carroccio, saranno organizzate manifestazioni di protesta contro quella che definiscono ”l’Europa dei banchiere de dei finanzieri”.

“I nuovi maiali sono a Bruxelles”. Dal palco del Teatro Nuovo di Milano Matteo Salvini, segretario lombardo della Lega e vice di Roberto Maroni scuote la platea indicando quelli che sono ‘gli obiettivi da colpire’. “In mille -afferma Salvini- hanno fatto l’Italia, in mille questa porcheria possono distruggerla. Oggi, piu’ che Roma ladrona, parlerei di Roma cialtrona. A Roma ci sono quattro peracottai. Oggi il pericolo vero non e’ al Sud ma e’ in giacca e cravatta, lavora in banca e talvolta si ritrova con altri cinquanta in qualche localita’ per decidere chi campa e chi muore”.

Basta liti interne. Salvini invita i giovani a non entrare nelle ‘beghe di partito’ e conclude il suo intervento urlando: “Viva la Lega, viva Umberto Bossi, viva Roberto Maroni”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

13 Comments

  1. mario brescia says:

    spiegate a quei personaggi di cercarsi un lavoro e di studiare per laurearsi perché è finito il tempo che il partito serve per vivere e magnare. e poi spiegategli che quel referendum non ha un cazzo di valore, ammesso che lo vincano, cosa del tutto impossibile

  2. cincinnato says:

    Lo dico con cognizionr di causa provenendo da quell’ambiente e avendone ricoperto per anni anche cariche interne in vista (non remunerate, sia beninteso)
    La lega nord oggi e’ un re mida al contrario. Quello che tocca viene svilito e perde valore.
    Meglio si sciolga e liberi le poche energie positive rimaste

  3. braveheart says:

    MGP…..ovvero i leccaculi della Casta Leghista……nullafacente….

  4. Edoardo says:

    MGP: utili quanto una borsa frigo al Polo Nord.

  5. lucafly says:

    Domani i giornali avranno L’ennesima barzelletta del Bobo Parassita da pubblicare.

  6. Roberto says:

    lasciate prima che sia il Veneto a diventare indipendente…ormai tutto ciò che è proposto dalla Lega agli occhi dell’opinione pubblica non è una cosa seria…meglio lasciar prima fare a quelli di Indipendenza Veneta…

    • Ernesto Furioso says:

      Ben detto Roberto,ormai la lega si è autosputtanata.
      Il Veneto farà da apripista.

    • mirella bagnasco says:

      Proprio così. Mettendosi ancora di mezzo, la Lega farà naufragare di nuovo qualunque progetto indipendentista. Facendolo precipitare nel ridicolo.
      Che la facciano finita di prendere in giro le popolazioni padano-alpine. E’ ora di chiudere bottega. La vita è altrove.

    • erik says:

      Quoto. Basta Lega!! siete ridicoli, lasciate i progetti seri ad altri, più preparati e motivati!

  7. Dan says:

    MGP ovvero quelli svegli

  8. Miki says:

    I giovani Padani cerchino di recuperare una loro dignità e autonomia di pensiero,invece di fare gli zerbini di Bobolo e del nuovo corso 0.2%

  9. Unione Cisalpina says:

    azzooo ke paura ! … 😀

    • Giovanni says:

      Non so se facciano paura, ma so che non ne fa assolutamente alla unione sovietica europea e a roma l’unione cisalpina!

Leave a Comment