I Giovani della Süd-Tiroler Freiheit: Scavalcare l’Italia. L’Austria ha fatto decisamente meglio

riceviamo e pubblichiamo dal Gruppo Giovanile della “Süd-Tiroler Freiheit

La crisi del Coronavirus ha dimostrato più che chiaramente, e lo fa ancora, che il Sudtirolo non ha futuro con l’Italia. Il Gruppo Giovanile della “Süd-Tiroler Freiheit” inizia quindi la campagna “Superare i Confini – Scavalcare l’Italia!”. Si vorrebbe esortare la popolazione a pensare.
La crisi del Virus ha dimostrato ancora una volta quanto il Sudtro sia succube della Roma centralizzata e quanto valga davvero la nostra autonomia in tempi di crisi. Il caos romano, gli innumerevoli e poco chiari decreti del Primo Ministro, la continua mancanza di chiarezza sulla ripresa della scuola in autunno, tutto ciò ha chiaramente grave riflesso nella Provincia Autonoma e presenta alla popolazione sfide importanti.
Il debito pubblico italiano aumenterà drasticamente a seguito della crisi. Probabilmente al Sudtirolo verrà chiesto di pagare ancora di più in futuro, il che si rifletterà nella economia territoriale e quindi sullo sviluppo economico della Provincia.
Avere a che fare col “Coronavirus” è stata un’occasione per chiarire quale differenza possa fare la cittadinanza. Mentre regole chiare, un piano strutturato e una piccola restrizione alla libertà di movimento hanno modellato la vita di tutti i giorni a nord del Brennero, a sud del Brennero è successo l’opposto: regole poco chiare, nessun piano d’azione strutturato e forti restrizioni alla libertà di movimento. Inoltre, un alto livello di burocrazia. L’Austria ha fatto decisamente meglio!

Questa differenza risulterà evidente anche nello sviluppo economico delle due parti del Tirolo nei prossimi mesi e anni. Poiché il debito pubblico austriaco è molto più basso, il paese ha molte più opportunità di aiutare le famiglie e le aziende a uscire dalla crisi rispetto all’Italia. Neanche l’eccessiva burocrazia italiana sarà di aiuto.
Il Sudtirolo deve agire in proprio. Questo ha senso per molti nella Provincia al momento. La legge statale recentemente approvata per allentare anticipatamente le misure centrali è stato il primo passo in questo percorso indipendente. Ora dobbiamo continuare su questa strada. Più il Sudtirolo può distanziarsi dall’Italia centralizzata, meglio è per il nostro futuro.
È tempo di mettere in discussione i confini e superare l’Italia! Per un futuro in cui il nostro Paese possa rifiorire!

 

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

  1. Sono d’accordo !!
    E’ ora che l’europa, questa europa, cambi e diventi veramente non gli stati uniti d’Europa, ma le Regioni unite d’Europa con un governo federale centrale, pittosto ridotto, ma con regioni che si amministrano da sole concedendo al centro poco, veramente poco, diciamo al massimo un 10% delle tasse prodotte.
    Ma soprattutto che le regioni possano essere libere da pastoie burocratiche impossibili ed incredibili.
    WSM

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Su 800mila attività, il 18 maggio riaprono in 196mila. E le altre?

Articolo successivo

Il Nord c'è sempre. Anche senza la Lega