I consulenti del lavoro: caos norme su adempimenti e versamenti tributari in tutta Italia

La richiesta del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro per far fronte alle esigenze di famiglie, professionisti, lavoratori e aziende dell’intero Paese
Manca una norma di raccordo che estenda a tutti i cittadini, i professionisti, le imprese e gli enti residenti o aventi sede legale o operativa sul territorio nazionale la sospensione degli adempimenti e dei versamenti tributari, di quelli derivanti da cartelle di pagamento e avvisi di addebito presso gli agenti della riscossione, delle rate da rottamazione ter e saldo e stralcio. Ma anche degli adempimenti e versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria, dell’iscrizione annuale alla CCIAA e delle relative sanzioni.

A precisarlo il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, ricordando che il decreto legge del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 24 febbraio scorso, a cui ha fatto seguito il comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate del 26 febbraio 2020, ha disposto la sospensione degli adempimenti e dei versamenti tributari in scadenza tra il 21 febbraio e il 31 marzo 2020 ma solo nei comuni della Lombardia e del Veneto colpiti dall’emergenza epidemiologica Covid-19. Si tratta, in particolare, dei Comuni di Codogno, Castiglione d’Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano, in Provincia di Lodi, e del comune di Vo’ Euganeo, in Provincia di Padova.

Con il Dpcm dell’8 marzo, poi, la zona rossa è stata ampliata all’intera Regione Lombardia e alle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia. Per poi essere ulteriormente estesa a tutto il territorio nazionale con il successivo Dpcm del 9 marzo 2020. Da qui la necessità – precisa il Consiglio Nazionale dell’Ordine – di adottare provvedimenti che vadano incontro alle esigenze di tutte le famiglie, i professionisti, i lavoratori e i datori di lavoro italiani.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Un antivirale efficace nei danni collaterali al coronavirus

Articolo successivo

La proposta. Maturità ai tempi dell'epidemia? Facciamo come nel 1943