The Hobbit, in Nuova Zelanda scoppia la mania per il film di Jackson

di REDAZIONE

E’ febbre da Terra di Mezzo in Nuova Zelanda, con l’avvicinarsi della premiere mondiale il 28 novembre nella capitale Wellington di “The Hobbit”, primo dei tre film diretti da Peter Jackson e prequel alla trilogia del Signore degli Anelli, diventata negli scorsi anni un cult in tutto il mondo.

Negli avvisi di sicurezza ai passeggeri, sui voli della Air New Zealand, alle hostess si sostituiscono ora Bilbo Baggins e i suoi compagni, insieme con elfi, maghi e altri personaggi, compreso il ripugnante Gollum. Nel video di 4 minuti (disponibile su youtube.com/airnewzealand) in cui compare lo stesso Jackson, a cui cade di mano un anello e rischia di perderlo.

Intanto nell’aeroporto della capitale è stata inaugurata una scultura alta 12 metri di Gollum che cerca di acchiappare pesci, mentre in cima al palazzo delle poste centrali, per promuovere l’emissione di una speciale serie filatelica sono state erette grandi sagome illuminate di Bilbo e dei suoi 13 compagni nani, che illuminate di notte si stagliano sull’orizzonte. Nella ventosa Wellington, le sagome di legno, disegnate dalla Weta Workshop, che ha curato gli effetti speciali del film, sono ancorate a contrappesi per un totale di 56 tonnellate di calcestruzzo, per resistere a venti fino a 140 km/ora.

Il primo dei tre film della nuova trilogia uscirà nelle sale del mondo il 13 dicembre. “Bilbo the Hobbit” fu pubblicato nel 1937 dallo scrittore britannico J. R. Tolkien, prima di sviluppare le fantastiche avventure della Terra di Mezzo nella trilogia del Signore degli Anelli, pubblicata a partire dal 1954.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment