Ho tifato Italia e il merito è tutto di Cesare Prandelli

di TONTOLO

So che mi inseguiranno gli strali di tutti gli indipendentisti duri e puri che ritengono come la loro posizione politica contro l’Italia debba passare anche attraverso l’espressione calcistica, e dunque se proprio sono appassionati di calcio, devono forzatamente tifare contro la Nazionale italiana per naturale traslazione. Ebbene, io che non sono uno sfegatato del pallone, essendo cresciuto, sportivamente parlando tra pallacanestro e ciclismo (per la cronaca sono stato un gimondiano di ferro e i miei più fieri avversari erano i mottiani), ieri sera ho gioito per la vittoria dell’Italia pallonara. Non ho simpatia particolare per gli “eroi” superpagati e spesso viziati della pedata nostrana (a parte forse per Balotelli, in quanto politically scorret), e di alcuni di loro ho collegato il nome a una faccia solo in occasione di questi Europei, ma invece mi piace assai il loro allenatore, il bresciano Cesare Prandelli. Mi sembra una persona con la dignità di chi ha sofferto parecchio, misurata, tranquilla, ma determinata e convinta del fatto suo. E poi, scusate, mi pare abbia dato un fior di carattere a questo gruppo probabilmente non eccelso e anche un gioco piacevole. Questo mi basta per dire che la nazionale di cesare Prandelli mi piace. E detta anche tutta, l’arroganza dei crucchi mi è sempre stata un po’ sulle balle, senza tirare in ballo la Merkel e le sue posizioni.

Quindi indosso l’armatura (per difendermi dagli strali di amici e nemici) e mi accingo a tifare Prandelli anche contro la mia amata Spagna, espressione del Paese che più amo e che più ho frequentato in vita mia! (Sia chiaro, per chi non l’ha capito, in questo caso lo “scemo del villaggio” sono io e solo io…).

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

26 Comments

  1. luigi bandiera says:

    E adesso ke l’afrikano ha fatto vincere l’itaglia… avanti kon l’invasione..!!!!!!!!!!

  2. sciadurel says:

    gianluca epic fail

  3. Unione Cisalpina says:

    la skuadra italiana kiamatela la “STATALE” anzikè “NAZIONALE” e le kose si kiariskono…
    dopo di kè potete tifare pure x kuesta skuadra in kui ci vede koinvolti…

    vediamo
    il tricolore tanto odiato dai leghisti klerikali è in realtà il bianko e rosso dei lumbard a kui è stato aggiunto il verde di Padania… manka logikamente il blu dei mari di Venezia e Genova … ma mi pare ke, possa rappresentare bene lo Stato e Nazioni Cisalpine…

    il trikolore era la bandiera nazionale della Repubblika Cispadana prima e Cisalpina poi ke x i leghisti ha avuto solo il difetto di perorare la kausa ed ideali rivoluzionari francesi ke, anti religiosi, kombattevano roma, il papismo e suo levantino noakismo preteso kattoliko (universale) …

    detto kuesto sono d’akkordo ke x Padania ci si debba ingegnare a forgiare un altro vessillo ed anke altro simbolo di kuello proposto dalla famigerata lega razzista bossiana, ke non mi soddisfa nè ci rappresenta affatto…

    kuesta STATALE italiana ha, sekondo me, 4 valori vincenti

    1°) – Prandelli… Brsciano
    2°) – Balottelli … Bresciano allevato e kresciuto dall’affetto ed amore dei sui genitori adottivi Lombardi…
    3°) – Buffòn … Carrarese, Ligure_lunigiano ma imparentato kon friulani
    4°) – Pirlo… Bresciano …

    e sono il veri artefici di kuesta STATALE VINCENTE …

    non siatene delusi… potete essere orgogliosi… vergognarsi di kosa e dispiacersi xkè !?

  4. Diego says:

    Non ho simpatia per gli azzurri italioti, però stavolta, al di là del risultato, hanno dato ai tedeschi una lezione di calcio che non dimenticheranno. Incredibile, per anni hanno fatto i cialtroni e adesso saltano fuori i professori, professori veri.

  5. Paul Spreefisher says:

    A Gianluca
    Caduto sulla buccia di banana (della nota Rep. )
    R.i.p.

  6. lory says:

    Tontolo tifoso dell’Italia! qui è meglio che cambi quotidiano.

  7. berg says:

    Il vero problema è che quando si tratta della nazionale di calcio il dato tecnico-calcistico passa sempre in secondo piano, anzi le prestazioni dei calciatori vengono trasfigurate e presentate come “espressione della virtù dell’intero popolo ita(g)liano” (sic), esattamente come nel ventennio fascista, e se questa non è propaganda politica ditemi voi cos’è.
    Da almeno 20 anni tifo contro l’ita(g)lia calcistica per motivi politici, e già inorridisco ad immaginare a cosa succederà dopo la probabilissima vittoria della finale.
    I politici itaglici non aspettano altro che questo, così nel clima carnevalesco che seguirà potranno inchiappettarci tutti quanti, ma in pochi ce ne accorgeremo, visto che la quasi totalità del popolo itagliota (alias italo-idiota) avrà altro a cui pensare: “l’ita(g)lia ha vinto, siamo i campioni d’europa, i migliori del mondo…chissenefrega di tutto il resto”.
    Amen 🙁

    • Luca says:

      Esatto. E poi vuoi mettere il nervoso nel vedere tricolori ovunque in caso di vittoria in finale? Qualcuno può suggerirmi una dimensione parallela in cui rifugiarmi fino a quando non finiscono questi maledetti europei utilizzati come propaganda fascista dagli stati alla canna del gas?

  8. Francesco W says:

    Non c’è l’ho fatta a tifare Italia. Tutto il tempo però mi sono mangiato le mani: l’anima di quella nazionale (Prandelli, Balotelli e Pirlo) è più serenissimo che mai, che nazionale avremmo se fossimo indipendenti!

    • Francesco W says:

      Ps: Ho sperato che l’Italia andasse male agli Europei (ogni entusiasmo italiota è negativo per le sorti delle nostre terre), ma ora sono davvero in dubbio sul cosa fare domenica. Oltretutto, a differenza di Tontolo, non ho alcuna simpatia per la Spagna, che mi sta sulle scatole quasi più dell’Italia…

  9. luigi bandiera says:

    Adesso si ti vedo TONTOLO, kax. Anzi. Tanto TONTO..!!

    Tu, tonto o SCEMO DEL VILLAGGIO, mi vorresti far digerire che adesso che ha vinto l’itaglia la mia pensione fara’ un salto in alto..? Per fare un esempio, da 1000 euris passera’ a 1500 euris..??

    Ma TONTOLO del kax, sai o no in che stato amministrativo vivi oppure bisognera’ darti qualche diapositiva per svegliarti un po’..??
    Ocio ne’ Tonto…, ho scritto Po’ e non Po.

    Finale, la mia pensione per pagare quei super stipendi o meglio paghe, calera’ o aumentera’..!!

    E vuoi vedere che aizzeranno MONE intellighenti per dirci o imbonirci, che tutto dipende dalla GERMANIA..!!????

    Tontolo, no sta ciaparla come un ataco kontro de ti..!!

    Mi lexo soeo i fati e lori me tira soeo da na banda, verso ea verita’ o squaxi.

    Ma mandi ma mandi

    • luigi bandiera says:

      Varda che te pol replicarme sa…

    • gianluca says:

      e tutto questo con una partita di calcio che kax c’entra? Ma va in mona…
      Tontolo

      • luigi bandiera says:

        Beh, io non lo manderei in mona, potrebbe godere.

        Mandiamolo a FC…

        Ovviamente simpatikamente.

        No, dai. Mi me piaxe el dir del SCEMO DEL VIAJO… (Tontolo) e bisogna asarghe na specie de libarta’ poetika no..?

        Xe logiko ke ko le spara grosse ghe toka ciaparse, kome el bumerang (boomerang), in tei denti e reasion… pi’ o manko dure.

        TONTOLO, NON DEMORDERE..!!

        Ciao

  10. Chicco Soro says:

    a sto punto mi tocca tifarli, così gli italioti del POPOPO lo prenderanno nel popopo da Monti & co…. meritatamente

    pane & circo, signori.

    ps: la Mia Nazionale è il Toro. punto.

  11. Luca says:

    In Italia la nazionale svolge un ruolo politico di collante di un’unità che non esiste, e chi la allena lo sa benissimo. Non riesco quindi a provare simpatia per Prandelli (di cui comunque so veramente poco, visto che non mi interesso di calcio; anzi lo odio).

  12. silven says:

    italiano

  13. IceWolf says:

    Niente strali, anch’io in qualità di non-sfegatato del calcio stavolta sono d’accordo con Tontolo…

  14. Marco says:

    Una squadra composta da giocatori che, a detta dello stesso Prandelli, non “reggevano” fisicamente per più di 60 minuti (e stiamo parlando di una decina di giorni fa) ora si ritrova con una ciurma di mutandati che corrono come degli invasati dal primo all’ultimo minuto; si vede che i patriottici preparatori di “schtato” sono riusciti a caricare i calciatori al punto giusto.

Leave a Comment