Guerra a Bruxelles, capitale dell’Eurasia. La profezia della Fallaci si è avverata

Combo Bruxellesdi ROBERTO BERNARDELLI – Adesso arrivano le lacrime di coccodrillo davanti al cuore dell’Europa saccente che la manda sempre a dire su come dobbiamo vivere. E, da ora, anche morire. Cittadini inermi, vittime del contagio islamico che è penetrato nei gangli della nostra società perché esiste l’islam moderato con quale ci si illude di fermare il terrore. Ma se è così, vuol dire che esiste un islam violento, e una religione, violenta, non può trovare spazio nella nostra civiltà. Se la divora, come sta accadendo.

Quante volte Oriana Fallaci lo aveva detto? Ed è stata per questo anche processata. In senso non figurato, ma passata per le aule di un tribunale per aver osato profanare questo pensiero di morte. Purtroppo Bruxelles non basterà. L’islam che vuole governare a casa nostra continuerà la sua marcia, inarrestabile. Dopo il simbolo della cultura del superstato che cancella le sovranità popolari, a chi toccherà?

Ripercorriamo questa giornata di orrore, nella cronaca ricostruita a caldo dall’Ansa, con le sue immagini devastanti. Non ci resta altro che resistere. Presidente Indipendenza Lombarda

Il film della giornata

La capitale belga sotto attacco terrorista rivendicato dall’Isis questa mattina. Almeno 26 morti in due attacchi distinti all’aeroporto e alla metropolitana di Bruxelles, anche vicino alla sede della Commissione Ue. Due esplosioni all’aeroporto, almeno 11 morti.  Le bombe nell’area delle partenze verso gli Stati Uniti. Scalo chiuso, voli deviati su Charleroi. Almeno 15 morti negli attacchi alla metropolitana.

Bruxelles: media, l’Isis rivendica gli attacchi – L’Isis rivendica gli attacchi di Bruxelles attraverso l’Amaq News Agency, network vicino allo Stato islamico. Lo riferisce l’agenzia russa Tass

Il bilancio provvisorio degli attentati di Bruxelles è di 26 morti e oltre 130 feriti, di cui parecchi in gravi condizioni. Il ministro belga della Sanità, Maggie de Block, ha detto che all’aeroporto sono rimaste uccise 11 persone e ferite 81. Mentre per quanto riguarda la metro Malbeek, la società dei trasporti della città (Stib) ha detto che ci sono 15 morti e 55 feriti

Società metro, 15 morti in attentato – Quindici morti, 10 feriti gravi e ed altri 45 feriti più leggeri: questo il primo bilancio dell’attentato che ha colpito la metro di Bruxelles nella stazione di Maelbeek fornito dalla Stib, la società che gestisce i trasporti pubblici nella capitale belga

Bruxelles: media, perquisizioni in corso, caccia a 5 sospetti – Diverse perquisizioni sono in corso nella regione di Bruxelles. Lo si è appreso dai media locali, secondo i quali le operazioni sono state lanciate dalle forze dell’ordine per seguire la pista ‘calda’ degli autori degli attentati di oggi. Una “vasta caccia all’uomo riguardante cinque sospetti individuati dalle immagini della videosorveglianza” è attualmente in corso a Bruxelles: lo afferma Claude Moniquet, l’esperto antiterrorismo di I-Télé, intervistato in diretta dalla capitale del Belgio.

Ambasciatore Grassi, per ora no italiani in ospedali – “Noi ci stiamo già attivando presso gli ospedali, fino adesso nessun ospedale di quelli che abbiamo contattato ci ha comunicato la presenza di italiani ma questo non è un dato definitivo”. Lo ha detto l’ambasciatore d’Italia a Bruxelles, Vincenzo Grassi a Tv2000. “La rete cellulare in Belgio – ha aggiunto – funziona molto male, diversi ospedali sono subissati di chiamate e noi stessi abbiamo difficoltà a rispondere all’insieme dei quesiti che arrivano in ambasciata. E’ una situazione ancora molto confusa”.

Alitalia, cancellati tutti voli di oggi da e per Bruxelles – A seguito delle esplosioni verificatesi a Bruxelles, Alitalia ha cancellato tutti i voli odierni da e per Bruxelles. L’aeroporto della capitale belga resterà chiuso fino a nuove indicazioni. Lo si legge in una nota della compagnia, che sta fornendo ai passeggeri tutta l’assistenza necessaria e offre la possibilità di modificare l’itinerario di viaggio. Il volo AZ 148 da Milano Linate a Bruxelles, già in volo al momento delle esplosioni, è atterrato al vicino aeroporto di Liegi alle 8:33. Quattordici passeggeri hanno chiesto e ottenuto il trasferimento via terra per Bruxelles. Tutti gli altri sono ritornati a Milano con lo stesso aereo che è atterrato a Linate alle ore 11:30. Il volo AZ 157 Bruxelles-Roma è decollato regolarmente da Bruxelles questa mattina alle 7:12 ed è atterrato a Roma Fiumicino alle ore 9:02. Alitalia – prosegue la nota – conferma che nessuno fra il personale della compagnia è stato coinvolto dalle esplosioni. I passeggeri prenotati sui voli Alitalia da e per Bruxelles fra oggi 22 marzo e Giovedì 29 marzo possono modificare l’itinerario senza penali o chiedere il rimborso del biglietto. La compagnia ha anche attivato numeri speciali per fornire informazioni: 800650055 dall’Italia (numero verde); +39.06.65649 per i passeggeri che chiamano dall’estero.

Media, chiusa frontiera Belgio-Francia – La frontiera tra Francia e Belgio è “totalmente chiusa” in seguito alle esplosioni di Bruxelles: è quanto riferisce una fonte di Thalys, il consorzio ferroviario che gestisce i collegamenti ferroviari ad alta velocità tra Belgio, Olanda e Germania, interpellato da una giornalista di Libération. La chiusura del confine è stata decisa dalle autorità del Belgio e riguarda sia il traffico ferroviario sia il traffico stradale.

Bloccati treni tra Germania e Belgio – È stato interrotto il traffico ferroviario fra Aquisgrana e Bruxelles, alla frontiera fra Germania e Belgio. I treni provenienti da Francoforte e Colonia e diretti in Belgio vengono fermati nella stazione di Aquisgrana. Lo ha reso noto un portavoce delle ferrovie tedesche, aggiungendo che il blocco resterà probabilmente in vigore l’intera giornata.

Centro crisi belga, non usate cellulari, rete satura – Il centro di crisi belga raccomanda via twitter di non usare il telefono cellulare, ma solo gli sms o le reti sociali per comunicare visto che la rete è satura.

Francia dispiega altri 1.600 agenti – “Ho deciso di dispiegare 1.600 tra agenti e poliziotti in diversi punti del territorio” della Francia: lo ha detto il ministro francese dell’Interno, Bernard Cazeneuve, nel corso di una dichiarazione stampa a Parigi.

Hollande, colpita l’intera Europa – “Con gli attacchi di Bruxelles è stata colpita tutta l’Europa”: lo ha detto il presidente francese, Francois Hollande.

Gentiloni: ‘non risultano per ora cittadini italiani coinvolti’

 

Bruxelles: Alfano convoca Comitato nazionale Sicurezza – Il ministro dell’interno Angelino Alfano ha convocato per oggi alle 15 al Viminale il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica per valutare “ulteriori misure di contrasto e prevenzione alla minaccia terroristica”. Alfano, in stretto contatto con i vertici delle forze di polizia e dei servizi di intelligence, ha espresso il cordoglio per l’attentato: “il mio pensiero va ai familiari delle vittime e alle persone coinvolte in questo efferato attacco terroristico che ha colpito il cuore dell’Europa”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

4 Comments

  1. Sannio Libero says:

    Beh…quello che hanno fatto gli islamici in Belgio,lo hanno fatto gli italiani del nord alla Borbonia 155 anni fa quando hanno invaso e ridotto lo Stato Borbonico a colonia italiana !

  2. Giancarlo says:

    In Belgio, come in italia il politicamente corretto ha generato situazioni che oggi balzano alla ribalta.
    In Belgio, ma anche in italia, si sono lasciati quartieri o addirittura piccoli paesi in mano a stranieri, specie di religione islamica che ne hanno fatto le loro basi strategiche e logistiche per colpirci al cuore.
    Il tutto pensando che lasciando libertà e niente controlli la pace sociale con loro fosse sicura o garantita.
    NULLA DI PIU’ SBAGLIATO !!!
    L’Oriana Fallaci è stata una profeta che non solo era inascoltata dagli ignoranti che non conoscevano e non capivano niente dell’Islam, ma addirittura attaccata ferocemente dai soliti sinistroidi che oltre ad essersi bevutI il cervello di idiozie dei soliti intellettuali di strada dico io , volevano e vogliono che anche gli altri li seguano.
    Se in italia non è ancora accaduto nulla di grave è perché sanno che qui possono fare quello che vogliono.
    Mi vien da ridere quando arrestano o rimpatriano qualche raro presunto terrorista. Sapessero quanti ce ne sono e quasi tutti regolarmente noti, ma ce ne sono anche di clandestini che non si sa nulla, proprio nulla di loro e al ministero degli interni queste cose le sanno e se non le sanno sono da mandare a casa subito.
    Mi chiedo e vi chiedo cosa stanno aspettando ad intervenire in forze contro l’ISIS…hanno paura ?
    Beh, se la paura è quella che blocca tutto l’Occidente dall’intervenire, facciamo un po’ di conti e stiamo sicuri che entro 1-2 anni al massimo celi abbiamo tutti in casa a comandare. I tempi sono strettissimi e lo si capisce da come riescano a colpire senza alcun timore di essere preventivamene scoperti.
    E’ una guerra sporca quella che ci fanno e se non ci diamo da fare, senza pensare al dopo…..avremo tanti morti quanti non ce lo possiamo nemmeno immaginare.
    I romani sapevano come fare: MORS TUA VITA MEA !!!
    Me par che l’ISIS la aplica stà regola qua e noialtri occidentali stemo a guardar se i la moca lì !!
    WSM

  3. Renzo says:

    Oriana lo aveva detto e scritto.
    Il popolo, escluso quello bue, lo sa bene !
    Ma i disgraziati buonisti…mondialisti…fancazzisti…vaticanisti…sporcaccioni … e marmaglia varia si compiacciono … anche quando coccodrillano !
    Dal 1945 al 1995 50 anni di sostanziale pace … poi l`azzeramento dei confini ecc …
    Moglie, buoi e … dei paesi tuoi …
    Non esistono integrazioni !
    Non c`è riuscita neanche l`italia in oltre 150 anni
    I popoli devono scegliere cosa fare e con chi stare!
    WSM

Leave a Comment