GRILLO VOLA NEI SONDAGGI E LA SINISTRA VA IN CRISI DI NERVI

di REDAZIONE

«Abbiamo in giro molti apprendisti stregoni che sollevano un vento cattivo». Lo afferma il segretario del Pd Pier Luigi Bersani, in un’intervista a Tgcom24 Bersani parla dell’antipolitica diffusa. «Se c’è qualcuno che pensa di stare al riparo dall’antipolitica si sbaglia alla grande. Se non la contrastiamo, spazza via tutti». L’esternazione di Bersani potrebbe far anche riferimento ad un sondaggio Swg che dà il Movimento 5 stelle di Beppe Grillo al 7,2% nazionale nelle intenzioni di voto degli italiani. «Siamo nei guai» dice Bersani.

VENDOLA – «Beppe Grillo è un fenomeno di populismo che non ha le caratteristiche per offrire una prospettiva al nostro paese. Considero il populismo un nemico. Quando sono crollati la democrazia e i partiti negli anni ’30, il populismo ha fatto nascere un’avventura drammatica. I regimi reazionari sono stati alimentati dalle culture populistiche. Il nostro problema è ricostruire la democrazia, la credibilità delle forme organizzate per fare politica». Anche il presidente di Sel, Nichi Vendola, commenta a Sky TG24 il fenomeno Grillo. «Ci sono delle involuzioni nel discorso pubblico di Grillo che colgo con preoccupazione, alcune battute che sembrano in stile leghista, una mescolanza di argomenti – ha osservato Vendola – di estrema sinistra ed estrema destra e questo me lo rende un fenomeno tutt’ora da decifrare e guardare con attenzione ma è un fenomeno inquietante. Oggi la malattia della cattiva politica si cura con la partecipazione, con la cultura e con la democrazia».

Fonte originale: www.corriere.it

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

4 Comments

  1. sergio says:

    Bersani, Vendola,Casini, Alfano sono tutti morti e quel p… di Monti che riesuma Amato verra’ impiccato su una pubblica piazza

  2. Gian says:

    Vendola e bersani possono metterselo in culo a vicenda.

  3. dante says:

    La base della politica di Grillo è una politica trasparente. e remunerata nella media degli stipendi nazionali. Tutto il resto si può discutere.
    Con il consenso della gente e il ripetto della libertà dell’individuo si può fare di tutto.
    Meglio votare Grillo o niente che qualsiasi partito .

  4. Maciknight says:

    Vendola e Bersani cercano ipocritamente di pararsi il culo e di proseguire nei loro privilegi continuando a vendere parole vane, false ed effimere per circuire quelli che ancora ripongono fiducia cei protagonisti attuali della politica, facendo distinzione tra di loro, mentre invece dovrebbero capire che siccome appartengono ai partiti, sono cioé funzionali alla partitocrazia, che andrebbe spazzata via, è assurdo riporre ancora fiducia, Non sarà un singolo personaggio a modificare alcunché all’interno del sistema della partitocrazia, che ora pare avere solo il 2 per cento di fiducia popolare, in pratica solo coloro che in questo sistema ci lavorano e ne traggono beneficio, gli altri ne sono vittime. Continuare a considerare Grillo uno dell’antipolitica è una sciocchezza, Grillo fa politica fuori dai partiti, non c’entra niente l’antipolitica.

Leave a Comment