Grillo: “Via questi politici. Son come Mussolini e Ceausescu

di REDAZIONE

”Loro non capiscono. Si credono intoccabili perché garanti di interessi economici delle lobby del cemento, delle cooperative, dei concessionari, della Bce, delle banche internazionali, di Stati esteri. Vivono in un mondo a parte, fatto di studi televisivi, di giornalisti proni, di incontri istituzionali a discettare del nulla al quadrato con la rituale foto di gruppo, circondati da commessi, servi, maggiordomi, amanti. Onorevoli disonorati – prosegue – Facce di bronzo, facce di merda, facce da impuniti, facce da dimenticare se si vuole riacquistare un minimo di serenità. Facce di responsabili dello sfacelo economico e sociale che si fanno il lifting, i sorrisi tirati ormai in un ghigno, l’incedere da uomini di potere che si credono statisti in scatola. Si ripresentano ancora, riverginati, innocenti, candidi come se non fossero colpevoli del più piccolo errore. Loro che hanno disfatto l’economia, l’informazione, la giustizia, la scuola, il tessuto produttivo, lo stesso Stato. Mantenuti nelle loro posizioni privilegiate per decenni, pagate dalle tasse degli italiani a suon di vitalizi mai rinnegati, di leggi ad personam, ad partitum, per gli amici, per i concessionari, per le mafie”.

”Parassiti, pidocchi, mignatte, zecche – continua Grillo – Virus che si spacciano per miracolosi medicinali mentre infettano il corpo della Nazione, certi della copertura vigliacca dei media e confidando nella memoria breve degli italiani. Se ne devono andare. In Parlamento non li vuole neppure l’italiano più mite, il più tollerante, il più distaccato dalla politica. L’Italia è in overdose dei Bindi, Finocchiaro, Cicchitto, Berlusconi, Monti, Bersani, Fini, Alfano, Casini, Maroni e delle centinaia di compari si ostinano a imporre la loro presenza”.

Infine, la citazione di Cromwell. ‘‘Voi siete un gruppo fazioso, nemici del buon governo, banda di miserabili mercenari, scambiereste il vostro Paese come Esaù per un piatto di lenticchie; come Giuda tradireste il vostro Dio per pochi spiccioli. Avete conservato almeno una virtù? C’è almeno un vizio che non avete preso? Chi fra voi non baratterebbe la vostra coscienza in cambio di soldi? – conclude il post – E’ rimasto qualcuno a cui almeno interessa il bene della Repubblica? Siete diventati intollerabilmente odiosi per l’intera Nazione; il popolo vi aveva scelto per riparare le ingiustizie ed ora siete voi l’ingiustizia! Ora basta! Portate via la vostra chincaglieria luccicante e chiudete le porte a chiave. In nome di Dio, andatevene!”.

Nei toni ricorda i ‘Vaffa day’, i primi incontri pubblici di Beppe Grillo quando il M5S non esisteva ancora: e’ l’ultimo intervento del blogger a ‘cinque stelle’ che attacca tutta la classe politica attuale con un post dal titolo esemplificativo ”Nel nome di Dio, andatevene!”, una citazione che richiama il discorso del rivoluzionario Oliver Cromwell al Parlamento inglese nel 1653. ”Se ne devono andare tutti, dove non ha importanza – scrive Grillo – In un’isola delle Barbados, nell’appartamento monegasco del cognato, in un ospizio, nella tipografia romana del suocero, in Vaticano a pregare per lo Ior, in Europa al posto di Van Rompuy, a insegnare alla Bocconi a studenti inconsapevoli, in un tribunale a esercitare la loro professione, in uno dei loro studi legali a incassare milioni di euro. Se ne devono andare. Non li regge piu’ nessuno”. ”Non capiscono che sono come Ceausescu al balcone, Mussolini nel camion verso la Svizzera vestito da soldato tedesco, Hitler nel bunker di Berlino mentre da ordini a divisioni che non esistono piu’. E’ questione di tempo, ma la loro avventura politica e’ terminata. La campanella del 2013 e’ suonata, la ricreazione a spese di generazioni di italiani e’ finita”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

11 Comments

  1. Lorenzo S. says:

    Votare per il Movimento 5 stelle è l’unico modo per mettere in difficoltà questa casta di parassiti pubblici.
    Astenersi dal voto non serve a niente.

  2. Roberto Lamagni says:

    Portate via la vostra chincaglieria luccicante e chiudete le porte a chiave. In nome di Dio, andatevene!”.

  3. beh ragazzi, non cambierei una virgola dal discorso di Grillo, bravo!

    Fa un solo errore, votare non serve a nulla, tempo 6 mesi e gli eletti del 5stelle saranno fagocitati dalla grande puttana romana.

  4. gabriella says:

    IL 2013 COMINCIA CON TRE TASSE IN PIU’. DATO CHE NON ABBIAMO I SOLDI PER LA SPESA, AGGIUNGIAMO ANCORA TASSE. QUESTI SONO IMPAZZITI, MA COSA RISOLVERANNO? DEVONO ANDARSENE, MA TUTTI.

    • Dan says:

      Certo che se ne andranno, a casa nostra se ne andranno mentre noi finiremo sotto i ponti.

      Questo succederà se continueremo a parlare ed invocare vergogna e senso della decenza.

      Se invece il senso della decenza ce l’avessimo noi, domani mattina ci sveglieremo, diremmo basta e marceremmo su roma, tutti quanti, senza bandiere e tanti bastoni: faremmo vera pulizia dopo di che ci saluteremmo ed ognuno sarebbe libero di andare per la propria strada, ognuno verso il proprio eldorado, reale (nord) o presunto (neo “regno” delle due sicilie) che sia.

  5. Simone S. says:

    Era meglio se quest’anno Napolitano invece di fare il discorso di fine anno Taceva!!!

  6. Giovanni S. says:

    Bravo Grillo. Sei il migliore. Devi riuscire a realizzare il tuo programma. Siamo in tanti a votarti . Da Sud a Nord.

  7. Flora says:

    Condivido . Ci hanno derubati, con la loro incapacita’, hanno rovinato il ns futuro ….. e non hanno un briciolo di dignita’ , perche’ se sapessero il significato di questa parola sarebbero gia’ corsi a nascondersi sotto 1000 metri di terra!!!!!

  8. Lucky says:

    per quel che mi riguarda può anche mettersi in mezzo e farci un bel trio….comico, in fin dei conti non è molto diverso da loro. Cromwell poteva anche risparmiarselo

  9. Giovanni S. says:

    Bravo Grillo ! Speriamo che tu riesca a raggiungere questo obiettivo. Siamo in tanti a votarti.

Leave a Comment