Grillo show: vogliamo un referendum senza quorum sull’euro

di REDAZIONE

“I sostenitori del Movimento 5 Stelle non vogliono cambiare la classe politica, ma fare una rivoluzione di civilta’, di cultura e di pensiero”. Parola di Beppe Grillo che a Parma – davanti a qualche centinaio di sostenitori,  meno di 4 mesi fa quando arrivo’ in occasione delle amministrative – ha rilanciato ‘mission’ e progetti di M5S. Per cominciare, un referendum sull’euro. “Io non ho mai detto che voglio uscire dall’euro. Ho detto che voglio un referendum senza quorum per far decidere i cittadini sull’euro”. Grillo ha pero’ anche precisato provocatoriamente che “il mondo esiste anche senza Europa”. Guardate l’esempio dell’Equador, che ha scelto “di non pagare il debito, perche’ immorale. Come ha fatto l’Iraq post Saddam Hussein”, ha aggiunto. Quanto alle polemiche sulla sua creatura politica, ha chiarito: Chi c’e’ dietro Grillo? Ci sono io dietro di me. Chi c’e’ dietro Casaleggio?, la societa’ Casaleggio Srl in perdita.
Dietro di me ci sono io”, ha detto ancora Grillo invitando i presenti a fare qualcosa per far si’ che il movimento vada avanti. “Siamo un movimento di incensurati – ha aggiunto – i soldi dei rimborsi elettorali li abbiamo lasciati li’. Quello che gli altri devono fare noi lo abbiamo gia’ fatto. Se non avessimo una informazione cosi’….”. Il leader di M5S ha parlato a margine dell’incontro in corso contro l’inceneritore che sta per sorgere nella citta’ emiliana. Inceneritore su cui non ha risparmiato bordate: “Incenerire nella Food Valley? Proprio dove c’e’ il cibo e’ il piu’ famoso del mondo? Ma siamo pazzi?”.
Grillo ha poi difeso l’operato del sindaco ‘5 Stelle’ di Parma, Federico Pizzarotti: “Questo e’ un miracolo non mio ma della rete che e’ andata avanti in tre anni senza soldi – ha spiegato – abbiamo rotto un meccanismo, perche’ dentro i comuni, nei consigli regionali sono arrivati gli onesti come qui a Parma dove Pizzarotti ha cambiato tutto: pensate negli ultimi 3 mesi le spese per il consiglio comunale sono state di 86 euro…”. Inoltre, il leader del Movimento 5 Stelle sulle polemiche che hanno investito il giovane sindaco Pizzarotti per la sua lentezza nel formare la giunta ha sottolineato che “la menano sui tempi della giunta, ma nessuno si chiede dov’e’ finito il miliardo fatto sparire dalle tasche dai parmigiani”.

”Quello che vogliamo fare in Italia e’ una rivoluzione di civilta”’. Cosi’ Beppe Grillo ha sintetizzato, in un’intervista rilasciata a una televisione danese, l’obiettivo del Movimento 5 Stelle. Nella sua lunghissima intervista, Grillo ha ribadito tutte le posizioni che quotidianamente scrive sul suo blog, dalla politica sulla gestione dei rifiuti, alla ”crisi economica dovuta ad un’economia fondata sul debito”, al ruolo di Monti e soprattutto alla sua denuncia sul funzionamento del mondo dell’informazione.


Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

22 Comments

  1. Franco says:

    Voglio esprimere il mio pensiero, al di là del fatto contingente del redazionale. Il problema non è il Grillo che dice sempre cose sensate, il problema è il sistema italia scaturito da un costituzione vecchia e improntata a concetti ottocenteschi ormai superati. Porto un esempio. Si può mettere anche Nuvolari su un catorcio che non funziona e la macchina rimane ferma. Non è cmbiando l’autista che una macchina rottamata si mette a funzionare. L’autonomia regionale con nuove regole costituzionali significa cambiare la macchina. Naturalmente il problema è “come”. Ci posssono essere tante risposte soprattutto velleitarie.La più proticabile, a mio giuduzio, potrebbero essere quella di utilizzare la costituzione europea per sostenere il diritto all’autodetrminazione dei popoli, corredata dalla promessa che il mostruoso debito
    con le nazioni straziere (la metà di quello complessivo) verrrebbe a carico dei popoli dei territori che richiedeno il referendum. Secondo alcuni, in 10 anni il debito sarebbe estinto solo con le somme che ora si versano a roma e vanno annientate nello sperpero. In pratica ci i sarebbe solo da caambiare il destinatario delle cifre che vengono ingurgitate e spese dal sistema (lusi, belsito, fioriti,penati “docent”. Urge cambiare la macchina sistema.

  2. Il Lucumone says:

    Grillo conosce il pubblico!
    Ne conosce i limiti intellettuali e culturali, lo sa eccitare ed inviperire con mezzi popolani di grande efficacia: prosegue la tradizione dei demagoghi e degli affabulatori che hanno segnato la storia del mondo. I più hanno fatto disastri, ma qualcuno è invece riuscito a migliorare il cammino dell’umanità !

    Grillo Masaniello ? Grillo Savonarola ? Grillo… talpa ?

    Mi rammento uno coi capelli lunghi e la barba, uno completamente calvo…ma mi sfugge quello con la scopa verde e gli occhiali rossi !

    Sarà l’eta ?

  3. Luca says:

    Un “referendum sull’euro” non lo si pò fare perchè questo schifo di costituzione impedisce referendu sui trattati internazionali. Questo Grillo non può non saperlo ma continua comunque con questa storia del referendum perchè tanto ci sono un sacco di persone che credono a tutto quello che dice. La verità è che senza cestinare lo stato italiano non si potrà mai cambiare nulla.

    • gianluca says:

      Però anche il cestinare lo Stato italiano non mi sembra un’operazione tanto facile …

      • Luca says:

        Certo, anzi. Quello che volevo dire è che finchè ci sarà lo Stato italiano i cittadini non avranno la possibilità di esprimersi su queste cose. Grillo fa finta di non saperlo e parla di un referendum sull’euro cose se si trattasse di una cosa immediatamente fattibile.

  4. Giovanna says:

    Ma basta.. non capite che faranno qualsiasi cosa per abbattere Grillo e il Mov5stelle.. Sparargli non possono perchè sarebbe troppo eclatante e si capirebbe chi è il mandante, dunque screditarlo al massimo, fargli il vuoto attorno, questa è la tattica.

  5. luca\S says:

    ehm, in Toscana ci sono comuni con la differenziata al 90 per cento. Ci sono persino asini (quelli veri, non quelli che parlano di quel che non sanno) che fanno il porta a porta nei paesini piu’ difficili come stradine e scale. Non si brucia nulla. e’ demenziale dare fuoco alla mondezza. L europa, che siamo noi, entro il 2020 ha deciso che la differenziata deve arrivare almeno al 65 per cento. NESSUNO stato europeo e/o civile sta costruendo inceneritori, anzi li stanno spegnendo perche’ NON hanno niente da bruciarci. Non facciamo raccontare balle da grillo ok, ma neanche dagli altri. Basta informarsi e leggere, internet esiste per quello. Riguardo all’euro idem: non cell hanno chiesto se volevamo. CE LO DOVEVANO CHIEDERE.

    • valter bracali says:

      Un’annotazione ; scrivi “non facciamo raccontare balle da Grillo ok , ma neanche dagli altri” ma dal tuo stesso post mi pare di capire che balle Grillo non ne racconta mentre gli altri si .
      Mi pare una contraddizione intrinseca nel ragionamento almeno finchè non sarà evidente o non succederà il contrario.

  6. leo,c roma says:

    ma che vuol dire,cento persone solo voi lo avete scritto,e menzionate invece che la diretta è stata seguita da almeno tre milioni di cittadini,e mi tengo stretto, ma dai,ma si può iniziare un articolo così…..tutti a contestare repubblica e voi gli andate dietro.

  7. hughich says:

    Mi dispiace proprio ma sull’Euro non sono affatto d’accordo.
    CHI decide le regole dell’uscita? A chi deleghiamo la gestione di questa fase?
    Io voglio conoscere e votare le REGOLE per uscire e volgio sapere esattamente cosa ci aspetta….altro che fuori dall’Europa…farlo al buio sarebbe peggiore,se possibile, delle modalità con cui ci siamo entrati.

    • valter bracali says:

      Premettendo che scrivo non perchè allineato su una posizione od un’altra :1)Le regole per uscirne esistono già anche se fino ad ora hanno insinuato nella massa l’idea contraria 2)L’euro è una moneta e l’U.E. un’altra cosa ed uscire dalla moneta non significa uscire dalla unione europea.
      3)Se volete una informazione alternativa e di alto livello sull’argomento vi consiglio il sito byoblu.com ricercate tutte le interviste e i post sull’argomento poi ne fate quello che credete ma sarà a quel punto un pensiero costruito dopo aver sentito tutte le campane e non solo quelle della propaganda piu becera.

      • hughich says:

        Grazie Valter,
        seguo Messora da sempre e da un mare di informazioni utili.
        Quello che volevo dire nel mio post è che vorrei sapere chi gestirà l’uscita…nel senso…saranno gli attuali politici tarallucci e vino?
        A me francamente uscire dall’euro oggi, con questi personaggi degni del peggior sogno kafkiano, mette solo paura

  8. sciadurel says:

    il referendum sull’euro passerebbe anche con il quorum… visto che la classe dirigente mafiosa itagliota sta addossando tutte le colpe alla moneta unica e alla EU

    il problema è che non ci rende conto di cosa poi succederebbe con una liretta svalutata dalle spese folli di questo stato parassita…

  9. Paolo B. says:

    “Parola di Beppe Grillo che a Parma – davanti a un centinaio di sostenitori, molti meno di 4 mesi fa quando arrivo’ in occasione delle amministrative – ha rilanciato ‘mission’ e progetti di M5S. “.
    Anche voi della redazione non vi risparmiate a bordatine verso Grillo e l’M5S.
    Stà di fatto che in tanta merda politica, ovvero i partiti, cercare le imperfezioni nell’unico vero movimento antisistema è di una meschinità unica. Passi che lo faccia il sistema di potere o chi per esso, ma da parte anche di quelli che denunciano di solito le porcate perpetrate da tale sistema, mi fa francamente vomitare.

  10. silvia says:

    il solito nulla cosmico del guitto grillo.
    grazzzie grazzzie grazzzie (cit)

    • hughich says:

      Dacci una alternativa per favore.
      Io sono stufo di sentire questo è nulla, quest’altro è nulla…dicci tu, dall’alto del pulpito, chi dice qualcosa di sensato almeno vediamo se c’è qualcuno i cui contenuti sono degni della tua stima.

      p.s.: passare dall’incenerimento alla raccolta porta a porta con fatturazione puntuale non mi sembra proprio il nulla…così ad occhio eh…poi per carità avrai ragione tu ma dimostralo.

    • valter bracali says:

      il solito nulla cosmico di una persona inquadrata incapace di un pensiero autonomo che parla del nulla cosmico degli altri ma senza portare elementi oggettivi per spiegare in cosa il nulla stesso si materializzerebbe.

Reply to hughich Cancel Reply