Grillo: o vinciamo subito oppure fra sei mesi, perché si tornerà a votare

di GIORGIO CALABRESI

Lo tsunami-tour di Grillo approda nella terra di Olivetti, e l’ex comico suona la carica e attacca tutti: magistrati, Pd, ”il nano” Berlusconi, i media. E non risparmia neppure Monti ”l’esorcista”, e il capo dello Stato, ”o guaglione che ci costa 250 milioni l’anno” e che ”invece di sbattere il pugno sulla scrivania sul caso Monte dei Paschi ha detto ”’ci vuole la privacy”’.  E ironizza sulla campagna elettorale del presidente del Consiglio uscente dicendo che ”per la pubblicita’ ha chiamato un esperto dello staff di Obama, che gli ha fatto un bello spot Anni Settanta con cane e bambini”. ”Monti aveva aperto una pagina Facebook fantastica – aggiunge – peccato che l’ha chiusa. Aveva scritto di avere ricevuto molti messaggi di incoraggiamento e anche alcune critiche… Critiche? Certo, se chiama cosi’ due milioni e mezzo di vaffa…”. E ancora, parlando di pensioni: ”Monti vive nel Truman Show”. E poi, ”l’esorcista Monti dice che Berlusconi e’ un cialtrone, ma i cialtroni sono due”. Certo, osserva, ”il nano mi sta sui c.. ma e’ peggio il Pd, noi ce ne eravamo gia’ accorti, hanno viaggiato come Bartali e Coppi”. ”Vengono traghettati dall’aldila’ via tv – sostiene – ma saranno spazzati via”.

A Ivrea, nell’affollata piazza centrale ancora impavesata per la battaglia delle arance che ha chiuso il carnevale, Grillo arriva in ritardo. Riferisce di essere passato prima davanti all’Olivetti, dove alcuni manifestanti del Movimento 5 Stelle hanno esposto uno striscione con la scritta: ”De Benedetti hai spolpato l’Olivetti”. Cosi’ nella terra di Adriano Olivetti ferita dall’abbandono dell’informatica, Grillo prefigura un rientro in massa dall’estero ”delle migliaia di ingegneri e informatici che facevano concorrenza all’Ibm e hanno dovuto emigrare”. ”Mi arrivano – riferisce – messaggi toccanti da centinaia di giovani che hanno lasciato l’Italia. ‘State facendo il miracolo, scrivono, e noi torniamo a casa. Io ho acceso la miccia e ora vedo questo movimento che e’ diventato il primo partito d’Italia”.

”Sogni impossibili non ce ne sono piu’, il nostro movimento – aggiunge, introducendo una parola cara ad Adriano Olivetti che nel 1948 fondò a Torino il Movimento Comunita’ – e’ diventato una comunita’. E anche l’Italia deve diventare una comunita’ come dopo la guerra, perche’ ci hanno messo uno contro l’altro e siamo in guerra. Ma non siamo altro, siamo piu’ di un movimento, siamo una comunita”’. Grillo torna a citare Obama anche discettando di informatica: ”Il presidente Usa ha detto che vuole dare un super wi-fi gratuito a tutti gli americani – afferma – e noi vogliamo fare lo stesso. Dobbiamo metterlo nella Costituzione, deve essere un diritto di nascita, alla pari del diritto alla salute”.

Lo tsunami tour del comico divenuto politico anche in questa cittadina pedemontana del Piemonte raccoglie ampi consensi. La piazza applaude e urla molto. Compiaciuto, Grillo – protagonista in serata di un altro comizio a Novara – consegna ai giornalisti alla fine dell’intervento il suo pronostico per le elezioni: ”noi – assicura – o andiamo su adesso o lo faremo tra sei mesi, quando andremo di nuovo a votare, perché non c’è nessun governo che possa resistere con il Paese in queste macerie”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

12 Comments

  1. carmine says:

    CHE DIO C’è LA MANDI BUONA!!!!

  2. massimo vai affanculo says:

    forza grilloo, finiscilo sto paese di……….

  3. San Marco says:

    Ringrazio Dio,o chi per lui,per avermi fatto sposare una straniera e di non aver ancora comprato casa nell’italico paese,se scoppiano casini come in Grecia mollo tutto ed emigro nel suo paese.
    Alle elezioni nazionali voterò per i 5 stelle,è cosa buona e giusta mandare a Roma un bel pò di rompiballe a distruggergli il giocattolo,che si fottano gli yankee,i servi italioti e la feccia bancaria europea.

  4. Massimo vaj says:

    La Lega ha avuto quello che le spettava e ora che i suoi aderenti sono con Grillo avranno in cambio altrettanto. E ben gli sta

  5. Dan says:

    O vincono subito o scoppia la violenza. Tra sei mesi avremo ben altri problemi che porre una croce come delle scimmiette ammaestrate

  6. eli says:

    buon giorno,
    speriamo sia la volta buona di mandarli a casa. propongo di togliere a questi manigoldi tutti i “loro” averi e di metterli al minimo di pensione

  7. Maciknight says:

    O così come prevede Grillo, cioé di nuovo al voto fra sei mesi oppure come la Grecia entro un anno

    • CSS says:

      credo che grillo faccia una giusta previsione, questo non perchè chi andrà al governo sarà un incapace un ladro o altro (anche se poi ricoprirà tutti questi amabili ruoli), questo perchè la situazione attuale è talmente tragica che chiunque vada al governo anche con le migliori intenzioni e propositi non potrà mai fare bene e grillo questo lo ha capito e forse spera proprio di non uscire vincitore da questa tornata elettorale

  8. Roberto Porcù says:

    <<>>
    E questo è nulla, il PD sta battendosi con unghie e con denti per la vita stessa.
    Loro DEVONO vincere per sbianchettare il MPS ed assicurare una fuga dignitosa in paesi senza estradizione a qualche intermediario che sapesse troppo.

    Grillo ha proposto Foà alla presidenza di bananaland.
    Io proporrei Vendola.
    Berlusconi è un caso unico, tutti i politici stranieri sono seriosi ed incapaci di ridere.
    Noi otterremmo di farli ridere un po’ e, per non essere coglionati, di frenare il turismo oltre confine degli italiani.

Leave a Comment