Grillo: italiani presi per il culo mentre precipitano in miseria. Ma la cura?

di TONTOLO

Qualche giorno di pausa vacanziera e Beppe Grillo è tornato ad attaccare il Governo, stavolta sulle tasse: “L’estate sta finendo – scrive sul blog ‘cadoinpiedi’ – insieme al caldo torrido. Le balle governative invece resistono. Un tempo c’era più pudore. Se il Governo ti massacrava di tasse, non ti veniva a spiegare che erano troppo alte, come se lui non ne fosse la causa. Se faceva chiudere o fuggire le imprese all’estero non ti prendeva per il culo con l’apertura dell’azienda con un euro”. “E dopo che l’ho aperta con un euro – si chiede il fondatore e portavoce del Movimento 5 stelle – che ci faccio? Incomincio a pagare le tasse per lo studio di settore a cui appartengo? Ci invito gli amici per una partita a carte? L’Irpef a Ferragosto è scesa, ma il giorno dopo è rimasta dov’era: nel punto più alto d’Europa, ma a Ferragosto ogni scherzo del governo vale”. “Alla Frignero, a Rigor Montis e all’ovetto kinder Passera non manca il senso del macabro, dell’umorismo nero, da novella Santa Inquisizione. Balla su balla, tassa su tassa, taglio su taglio, l’Italia – accusa Grillo – è allo stremo, inferocita e disillusa, come un lupo affamato tenuto alla catena. L’italiano finora ha digerito tutto, anche questo governo di pseudo tecnici, ma non può essere schernito a lungo – conclude – mentre precipita nella miseria”.

Cari amici, l’analisi di Grillo, per di più colorita con la terminologia di un comico, è divertente e perfetta. Tuttavia continuo a non capire quali siano le soluzioni che propone: forse la maggioranza assoluta al Movimento 5 Stelle per fare che? Ci dica come intende tagliare la spesa pubblica e rientrare parzialmente dal debito pubblico, le uniche due strade che possono dare qualche speranza a questo sgangherato Paese, ammesso che non sia meglio farlo andare a catafascio? Ci dica la sua cura, io sono tutto orecchie e senza pregiudizi…

PS. Mi tocca intervenire perché molti sembrano non voler capire. “Lo scemo del villaggio” non è un titolo a caso per questa rubrica: io sono un po’  Tontolo, cioè sono un po’ tardo a capire e anche mi piace scherzare un po’, insomma prendere per i fondelli. Ho detto e ripeto che l’analisi di Grillo è godibile e condivisibile. Ho posto poi una semplice domanda: mi aspetterei risposte, in qualche caso anche un po’ scherzose, non insulti da invasati. Suvvia, non prendiamoci troppo sul serio in una rubrica come questa!

Tontolo

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

87 Comments

  1. La linea del potere vero è: i sionisti Rotschild, che hanno come fiduciario il sionista Soros. Il quale sostiene il sionista de Benedetti, in Italia, quale promotore della finta opposizione. Il sionista de benedetti ha il suo braccio destro in Colaninno, che gestisce tra gli alti “Casaleggio”, il gestore e supporter di Grillo. Il quale smette curiosamente di parlare di signoraggio. Curioso, vero? Fabrizio Belloni

  2. adriano says:

    sai scaricare il programma dal sito ?????
    se riesci subito dopo , riscrivi il tuo post .

  3. andrea says:

    far pagare l’imu a questi finti sindacalisti e a questa chiesa parakula sono pochi oppure tanti soldi?

    abolire il finanziamento a tutte le scuole private per dare tutto alla scuola pubblica porterebbe a questa pochi, pochissimi oppure pochi soldi?

    Se queste cose non le fanno cittadini onesti chi cazzo le devono fare, questi finti democristiani massoni e complici dei mafiosi tutti arroccati in parlamento?

    E la trasparenza nell’amministrazione pubblica, cosa più importante di tutte, quanti miliardi sottrae dalle mani dei delinquenti ladri?

    • gianluca says:

      con la trasparenza non ho mai visto diminuire il debito pubblico

      • andrea says:

        invece con la corruzione che ci costa 120 miliardi all’anno il debito diminuisce di sicuro.

        Tu devi avere qualche problema, hai studiato alla bocconi oppure sei parente della frignero in quarto grado?

      • Alieno says:

        con la trasparenza inizi un percorso per diminuire il debito pubblico, è il 1° passo da fare.
        Quando non puoi piu’ nasconderti, hai uno stimolo in piu’ a fare le azioni in modo onesto.

    • gigi ragagnin says:

      la scuola privata (contando anche i soldi che lo stato dà in ogni maniera) costa molto meno di quella pubblica.
      le scuole private non hanno bidelli, hanno poca segreteria e professori al numero minimo (e anche meno pagati di quelli pubblici). in definitiva se la scuola fosse tutta privata (anche nelle condizioni attuali) ci sarebbe un bel vantaggio.
      di contro la qualità dell’istruzione privata è inferiore di quella pubblica (anche se pare incredibile).

  4. andrea says:

    non buttare nel cesso 20 miliardi di euro per la tav per trasortare il nulla ti sembrano pochi?

    andare dai veri delinquenti e ritrattare i miliardi rubati e nascosti in svizzera con il condono fiscale ti sembrano pochi?

    abolire 1 miliardo di euro ai pennivendoli della carta straccia stampata per prendere per il kulo la gente ti sembrano pochi?

    abolire il finanziamento pubblico a questi ladri delinquenti quanti miliardi di euro sono? Ti sembrano pochi?

    eliminare tutte le province per davvero, non per finta come è stato fatto, cioè 13 miliardi di euro, ti sembrano pochi?

    ritirare magari l’esercito dall’afganistan quanti miliardi sono in un anno, ti sembrano pochi?

    non buttar via denaro pubblico nelle ruberie del cemento ti sembra poco oppure troppo poco?

    accorpare i comuni ti sembra di risparmiare poco, pochissimo oppure troppo poco?

    mettene il peggior presidente della storia repubblicana in una stalla per non buttare nel cesso 624000 euro al giorno ti sembra poco oppure pochino?

    eliminate tutte, tutte le auto blu e tutte, tutte le scorte di questi delinquenti, cioè 12 miliardi, ma anche più ti sembrano pochi soldi oppure tanti soldi?

    andare a prendere i soldi, cioè i miliardi, “dove si gioca” alle slot machine ti sembra robetta oppure aria fritta?

    perlomeno leggi qualcosa sui “grillini” che forse imparerai qualcosa anche te. Per adesso sei un pennivendolo degno di essere assunto al tg1. Ma ti concedo pure rai news, 100 pennivendoli che costano un sacco di soldi a chi le tasse le paga per prenderci per il kulo.

    Ora dovresti capire, ma ne dubito.

  5. Mauro says:

    Ora prendete il programa di Grillo e confrontatelo con i programmi di tutti gli altri partiti.

    Quale è meglio?

    Senza contare che gli eletti del M5S fanno tanto, anche quando non sono al potere.

  6. andrea says:

    prova

  7. adriano says:

    Chi non è in malafede, i mezzi per sapere il programma M5S ci sono. Basta andare su internet e leggere.
    Per gli altri ci vedremo alle elezioni, forse di questo passo anche prima nelle piazze. Dopo questo autunno e alla prossima IMU, prevedo un bel po’ di gente molto incazzata.
    A presto

    • mr1981 says:

      Quello che mi preoccupa è, guardando il sondaggio a lato, quel quasi 50% di lettori che sono passati dal credere all’imbonitore di Padanie al pendere dalle labbra di un pagliaccio…

      • valter bracali says:

        A parte che l’imbonitore di Padanie con il pagliaccio non c’entra niente ; quello che mi preoccupa è quel 50% che crede ancora all’alluppato di Arcore o si crede di sinistra votando quella succursale della Democrazia Cristiana che è ormai il P.D o dando il voto a quel radical-chic di Vendola che di sinistra a sua volta non ha nemmeno il pollice.

        • mr1981 says:

          Arrivare al capolinea da destra o da sinistra, oppure caderci dopo aver creduto in un settimo cielo è la stessa cosa: dalla bancarotta ormai non si scappa!

          PS: Il pagliaccio con l’imbonitore di Padanie centra, nel senso che raccoglie buona parte dei voti fuoriusciti dal Carroccio. In Italia è diventato un optional anche capire la lingua, in generale capire qualcosa…

  8. Alex says:

    Non dimentichiamo che sarebbe fondamentale l’uscita dall’€uro.
    Abbiamo (dico abbiamo per non mandare a fanculo chi ci ha portati allo scatafascio) sbagliato ad entrare nella moneta unica e dobbiamo fare marcia indietro.
    Dobbiamo bloccare immediatamente il MES (Meccanismo Europeo di Stabilità) ( http://www.eilmensile.it/2012/06/12/mes-verso-la-dittatura-europea/ ) per evitare di diventare SCHIAVI di poche teste che vogliono comandare su milioni di famiglie.
    Signori, il tempo è giunto

    • liugi says:

      Poi spiegherete alla folla inferocita come sopravvivere alla inflazione galoppante che in dieci minuti ha eroso i risparmi della loro vita.

      • Alex says:

        L’inflazione stimata per l’Italia sarebbe intorno al 20%.
        Nulla di catastrofico.
        Certo dovremmo soffrire un pochino, ma con la certezza di ripresa nel breve periodo.
        Meglio un ultimo inciampo che una discesa senza fine.

  9. Marco G. says:

    A me piacerebbe sapere se esiste un economista che ha fatto le scuole elementari e sa fare le divisioni.

    La domanda “come si rientra dal debito” ha una ed una sola risposta. La matematica non ammette alcuna alternativa.

    debito=2000.000.000.000 di Euro

    popolazione=60.000.000 di individui

    Quota spettante a ciascun individuo = 2000.000.000.000/60.000.000 =33333 Euro a testa.

    Quindi l’ *unica* risposta possibile alla domanda “come si rientra dal debito e’: pagando mediamente 33.333 Euro a testa.

    Poi questi li si possono prelevare dai conti correnti come ha fatto Amato a suo tempo, li si possono prelevare aumentando la benzina, li si possono prelevare aumentando l’ici, li si possono prelevare in altro modo, oppure se ne puo’ prelevare la meta’ (circa 16700 Euro a testa) se si ammette che sia sufficiente ridurre il debito del 50%, li li possono prelevare piu’ dai conti correnti dei benestanti (come sarebbe auspicabile) oppure li si possono prelevare di piu’ dalle tasche dei soliti noti (come fanno tutti i governi), li si possono prelevare tutti e subito (come sarebbe sicuramente auspicabile) o li si possono prelevare in 5 o 10 anni (anche se in questo malauguratissimo caso i soldi da prelevare sono molti di piu’, visto che il debito continuera’ a crescere in questi anni per cui invece di prelevare 33333 Euro a testa se ne prelevera’ almeno il triplo).

    Si puo’ fare come uno crede la la risposta alla domanda: come si rientra dal debito ha una ed una sola risposta che e’ “prelevando mediamente 33333 Euro dalle tasche di ciascun italiano, inclusi neonati ultracentenari e nullatenenti”. E non c’e’ nessuna alternativa possibile a questa risposta. Ed e’ anche una risposta semplice da dare, visto che basta aver fatto le scuole elementari per trovarla

    • oppio 49 says:

      oppure li si può far pagare a chi da sempre spende e non rende niente.. per esempio, e solo per esempio, potremmo pretendere un pareggio da subito tra il dare e l’avere suddiviso per regioni.. ti pare poco pretendere che i lombardi la smettano di versare a fondo perso (mai parola fu così azzeccata) 50 miliardi di euro all’anno mentre le regioni che da sempre hanno avuto comincino a dare? oppure, come dicono a napoli “chi ha dato ha dato e chi ha avuto ha avuto” d’acccordo anche su questo ma tiriamo una riga e che ciascuno vada per la propria strada e soprattutto con le proprie gambe.

    • DviD says:

      Pienamente d’accordo!! solo che la metà del debito dovremmo farla pagare a coloro che si sono GODUTI tutti quei MILIARDAZZI!!!! Carogne schifose

  10. Marco says:

    Allo scemo del villaggio che si firma Tontolo: ti rimane difficile leggere il programma del M5S?

  11. hughich says:

    Quello che meno mi piace di alcuni articoli è che sembra che chi scrive viva in un altro paese OH SEI IN ITALIA ANCHE TU!
    Grillo non è la soluzione ma ti apre gli occhi e ti dice SE VUOI RISULTATI DEVI ALZARE IL CULO E PARTECIPARE ONESTAMENTE.
    E’ finito il tempo delle deleghe. Ognuno nel suo piccolo e nelle sue possibilità deve darsi da fare!
    OGNUNO PUO’ FARE QUALCOSA BASTA SPEGNERE LA TELEVISIONE CHIUDERE I GIORNALI ED ALZARE IL CULO!
    E basta co sta storia ” che farrà Grillo?!”
    Pensa a COSA FARAI TU PER CAMBIARE QUESTO STATO DI COSE.

    • Alex says:

      Sono perfettamente daccordo.
      Ovviamente non è un attacco a questo quotidiamo online, ma è un invito a non aspettarsi nessun miracolo, ma a partecipare attivamente per migliorare le cose.
      I nostri figli ci ringrazieranno.

  12. valle says:

    In risposta a”cari amici,l’analisi di Grillo…….Un altro che ci prende per il culo,uno che fa domande su cose che Grillo ha già detto e ridetto.Grillo ha già detto dove i soldi vanno presi per finanziare il debito e dove si eliminano li sperperi .Basta con questa disinformazione.

    • oppio 49 says:

      auguri, anche giannino ha stilato un decalogo di cose da fare ma il problema è che l’itaglia non è riformabile, il problema è che c’è troppa gente che mangia gratis e troppi coglioni che lavorano per questi… non illudetevi, non vale la pena.

  13. la martinella says:

    Nell’articolo di TONTOLO vengono riportati gli attacchi di GRILLO al ” FUNEBRE GOVERNO TECNICO ” che sono ben centrati. Per quanto riguarda proposte concrete per il risanamento della situazione economico-finanziaria del nostro infelice paese, basterebbe andare a leggere tutti gli articoli apparsi sul blog VOCI DEL NORD (che è incluso nel sito de LA MARTINELLA) per raccogliere numerose , concrete e determinanti proposte. Ma,come sempre, le voci “piccole” e non politicamente corrette, vengono volutamente ignorate. Siamo convinti che il signor Mario Monti (fresco senatore a vita) potrebbe ricavare molti insegnamenti dalle nostre proposte, ma naturalmente, gli dei dell’Olimpo romano non possono scendere così in
    basso… e tutto procede come fa comodo a loro!
    La Martinella di Milano

  14. roberto says:

    è la prima volta che vi leggo ma sto tontolo chi è?

    • gianluca says:

      è uno che fa generalmente un po’ di ironia se legge gli articoli precedenti dello stesso. Non è esattamente la rubrica degli editoriali de L’Indipendenza

  15. Cloud says:

    Ci siamo le elezioni politiche ci stanno avvicinando il M5S e quasi vicina alla vittoria preparatevi per un bel BOOM!!!!!!

  16. Paolo says:

    Non c’è mai bisogno di scomodare Beppe, cha ha già fatto tanto. Posso aiutarti io, questi sono i punti:

    – Taglio delle spese militari e rientro delle missioni di guerra in Libia e in Afghanistan
    – Abolizione di tutte le pensioni parlamentari in assenza di un periodo di contribuzione pari a quello di tutti gli altri cittadini
    – Abolizione immediata dei finanziamenti pubblici ai partiti a partire dal prossimo settembre
    – Abolizione dei finanziamenti diretti e indiretti ai giornali con effetto retroattivo al primo gennaio 2011
    – Contribuzione del 60% dei capitali regolarizzati con lo Scudo Fiscale
    – Statalizzazione di tutte le concessioni in mano ai privati
    – Abolizione immediata di tutte le province. Riduzione del 50% del numero dei parlamentari
    – Abolizione delle doppie e triple pensioni
    – Tetto massimo per ogni pensione di 3.000 euro al mese
    – Cancellazione delle Grandi Opere Inutili (Tav Val di Susa 22 miliardi, Ponte Messina 4, Gronda Genova 6, ecc.)
    – Eliminazione delle Authority e degli stipendi dei trombati dalla politica lì collocati.
    – l’introduzione dell’ICI per gli immobili del Vaticano,
    – Abolizione finanziamenti pubblici alle scuole private
    – Abolizione finanziamenti ospedali privati
    – Detrazione di tutte le spese documentabili per fare emergere l’evasione stimata in 130 miliardi
    – Aumento tassazione case e uffici sfitti per calmierare il mercato degli affitti e ridurre la speculazione edilizia e il riciclaggio dei soldi delle mafie
    – Recupero dei 98 miliardi di euro evasi dalle società di slot machines
    – Eliminare ogni buonuscita per incarichi pubblici (esempio per i consiglieri regionali)
    – Dimezzare i parlamentari o in alternativa chiudere il Senato
    – Tassazione della prostituzione
    – Cancellazione di tutte le auto blu
    – Eliminazione delle pensioni multiple
    – Favorire il lavoro a distanza
    – Obbligo di pareggio di bilancio per ogni ente pubblico
    – Abolizione fondi pubblici a attività venatorie o di carattere privato.

  17. mr1981 says:

    Grillo è un comico, il suo mestiere è farci ridere, ed in questo è bravo!

  18. Albert Nextein says:

    Grillo è solo un’ipotesi.
    In base a quel che dice noto diverse contraddizioni.
    Il programma che ho letto mi pare ancora una semplice enunciazione di idee e vaghe soluzioni.
    Direi molto all’acqua di rose.
    Da seguire, ma culturalmente non mi convince.

    • giulio says:

      Sono perfettamente d’accordo con te. Il programma é molto populista ma non non si cala negli aspetti concreti. É bravo della sua critica, ma come ha detto sartori, pecca nelle proposte

  19. Alex says:

    Vorrei chiedere al Direttore Marchi cosa pensa che accadrà alle prossime votazioni.
    Quale quadro si prospetta?
    Grazie.

    • gianluca says:

      Ci sono tutte le pressioni internazionali per riconfermare Monti e aggregare una coalizione, magari grosse, che lo sostenga. Ci faranno credere che è l’unico modo per non saltare per aria

      • Alex says:

        Pressioni internazionali per riconfermare Monti?
        Ma non votano gli italiani?
        L’arma per debellare il cancro che sta uccidendo il nostro paese è nelle nostre mani.
        Non dobbiamo parlare come se lo strumento del voto fosse solo uno specchietto per le allodole.
        Riprendiamoci il nostro potere sovrano e decidiamo chi deve rappresentarci e chi deve andare a casa.

        • oppio 49 says:

          sei talmente ingenuo che sei commovente. comunque tu voti, a destra, a sinistra oppoure al centro ascolta uno molto disilluso.. a te e a noi, se la scelata rimmarrà tra destra o sinistra, lo metteranno sempre in mezzo, stai tranquillo perchè il problema non è certo destra o sinistra ma se la gente, soprattutto la nostra gente del nord, non lo capisce allora devo concludere che siamo un popolo di culattoni e prenderlo in quel posto,in fondo, non ci dispiace… per le politiche io suggerirei di non votare

  20. gigi ragagnin says:

    la fornero-frignero da sola varrebbe un voto.
    ma al sud Grillo non becca niente. potrebbe anche scoprire vocazioni secessioniste, dopo la tornata elettorale.

    • Alex says:

      Credo che il Sig.Gigi abbia ragione.
      Vivo in Puglie e nonostante le porcate che ha fatto Vendola e tutta la sua giunta, nonostante i soldi siano praticamente scomparsi, nonostante si riesce a malapena a pulirsi il c… con la carta igienica, le persone voteranno sempre le stesse Facce di c…o in cambio di €30 di merda.
      L’ignoranza è il peggio male per il Sud e per il nostro paese.

  21. mario says:

    grillo è l’unico che ha sollevato il problema delle pensioni d’oro fornendo numeri scandalosi non smentiti da nessuno, ma nemmeno ribattuti dalle agenzie di stampa, sempre attente quando dice cose meno imporanti.
    100.000 pensioni d’oro che se venissero limitare a 5000 euro netti mensili, consentirebbero un RISPARMIO DI 7 MILIARDI all’anno!!!
    Questa è la riforma delle pensioni che propone, ma non l’ha riportato nessuno.

    • oppio 49 says:

      grillon non è l’unico che ne parla, la sfiga è che se ne parla soltanto e mariomorti e la sua gang di fresconi fanno finta di fare solo per mantenere invariato lo stato di cose… se dovesse migliorare qualcosa chi lo vorrebbe più a capo del governo? e poi, per il caso specifico delle pensioni, dove sono bersani e la cosidetta sinistra abituati a starnazzare sulle cose inutili ma su quelle sostanziali mai. vuoi vedere che questi che percepiscono pensioni da 500.000,00 Euro son tutti ex funzionari pubblici. mi sa di si….

  22. Pino Todaro says:

    Mi sa

  23. vito says:

    grillo?si è messo a giocare,adesso si trova con una bomba in mano e non sa che fare.si è accorto di essere una generale a capo di un esercito di pavidi.

    • Paolo says:

      Te guardi troppi film, ci vediamo in parlamento sarà un piacere.

    • giovanni says:

      beppe è il Grillo parlante, colui che ci spiega ciò che hanno combinato prima i vostri beneamati politici e poi i banchieri-tecnici con parole che tutti i cittadini possono facilmente comprendere, se tu non sei in grado di capire ciò che è sotto gli occhi di tutti noi e che questo non è un gioco, ma ne và della nostra vita, dei figli, nipoti e per quelli che devono ancora nascere, allora meglio far parte dell’esercito di pavidi che stare a guardare come te. Siamo noi cittadini che dobbiamo impossessarci della cosa pubblica non è grillo.

  24. dario del sogno says:

    A differenza di tutti gli altri il M5* dice chiaro e tondo che per prima cosa BISOGNA TAGLIARE TUTTI I RAMI SECCHI per risanare il paese ed il programma è ampiamente illustrato sul sito.Non ci sono altre strade
    per rimettere in piedi il paese !

    • gianluca says:

      i rami secchi sono una parola. Cosa vuol fare con quasi 4 milioni di dipendenti pubblici che non si possono più reggere?

      • valter bracali says:

        E gli altri cosa vogliono fare con 4 milioni di dipendenti pubblici che non si possono piu reggere ? Dopo ovviamente averceli messi attraverso il clientelismo per ritorno elettorale e la pratica del nepotismo .

        • oppio 49 says:

          certo, ma adesso non si reggono più ma non o mai letto da grillo la parola magica… licenziare.. solo proclami e molto, molto vaghi

          • valter bracali says:

            Non ho nominato Grillo o il M5S ho ribaltato la domanda chiedendo cosa farà in merito al problema che non riguarda tutti i settori indiscriminatamente ma secondo me deve lasciare fuori la sanità e la scuola; la vecchia classe politico-partitica che oltretutto ha creato il problema stesso e non solo, ha permesso che il settore in alcuni ambiti divenisse culla fertile per la corruzione .Ti senti piu sicuro se metteranno mano loro al problema e crederai ai vari loro editti sull’argomento . Posizione legittima e rispettabile ma con cosa il M5S farà o non farà non ha collegamento.

    • hughich says:

      Cosa fare con i dipendenti pubblici?
      Farli lavorare bene e come tutti gli altri dipendenti in Italia.
      Ma possibile che il dipendente da un privato deve lavorare bene e nel pubblico qualsiasi cosa fai, basta che stai li va bene?
      Con tutti i dipendenti statali che ci sono dovremmo avere un consulente personale fornito dallo stato per preparare la dichiarazione dei redditi ad esempio, in Francia di riescono, perchè qua dobbiamo pagare un commercialista e nel frattempo avere agenzia entrate ed equitalia che sono come cani rabbiosi?

  25. giacomo says:

    Mi scusi, ma ci sono centinaia di video e di post sulla rete di tutte le idee di Grillo del movimento e di tantissimi esperti su come ridurre le spese, su come incentivare la produzione delle piccole medie imprese, basta leggere il blog giornalmente, ci sono tantissime analisi su dove alleggerire la pressione fiscale e dove intervenire pesantemente.
    Cerchi di diffonderle di migliorarle di trovarne le criticità e le cose buone. Seguo il blog di grillo dal 2006 le consiglio vivamente di fare fermarsi un pochino e informarsi.

  26. Alex says:

    C’è un programma del Movimento 5 Stelle che (a differenza di quelli soliti incomprensibili dei nostri “politici”) è MOLTO chiaro.
    Composto da non troppi ma sostenziali punti, dove si descrivono tutte le cure ai nostri mali.
    Inviterei il Sig.Tontolo a darvi un’occhiata.
    Spero che diventi un voto in più per l’unica speranza che abbiamo per cercare di migliorare qualcosa.
    P.S.
    Parlo da semplice votante e non da appartenente al M5S

    • oppio 49 says:

      io spero che l’itaglia, così com’è, sostanzialmente irriformabile, dichiari fallimento e poi vedrai che efficienza i ventimila forestale siculi o tutti quelli che vivono attaccati alla grppoia pubblica.. altro che 5 stelle, se ne vedranno a migliaia

  27. Dimitri says:

    E’ tutto orecchie per conoscere la cura?
    La cura sono i cittadini che PARTECIPANO e non che sono tutto orecchie per delegare ad altri le cure.

    Aggiungiamo che le cure sono da anni spiattellate sia sul blog che sui siti dei vari MoVimenti regionali e comunali.
    Se vuole può benissimo informarsi e studiarla da solo, o pretende che oltre alla cura le si debba bussare in casa per spiegargliela?

    Ne vuole una al volo? la più recente?
    Abbassamento delle pensioni d’oro con modalità uscite qualche giorno fa proprio sul blog e che, a conti fatti, farebbero risparmiare circa 10 miliardi all’anno.

    Può essere contrario o meno alla/e cura/e, però non dovrebbe fare un articolo dove lascia alludere che c’è protesta ma non proposta.
    Addio

  28. Paolo says:

    Caro amico, iscriviti al blog di Grillo e avrai le informazioni che desideri. Tappati le orecchie, apri gli occhi e muovi il mouse vedrai quante cose scoprirai. Inizia da qui: http://www.beppegrillo.it/risultati.html

  29. Luigi says:

    La cura Grillo la propone da anni, ma nessuno vuole capirla, la riassumo io in poche parole, allora:
    Abolizione delle provincie.
    Accorpamento comuni sotto i 5000 abitanti,
    Legalizzazione della prostituzione.
    Vietare costruzioni di grandi opere inutili, TAV, Ponte Messina, Gronda.
    Eliminare vitalizi, privilegi doppi tripli stipendi ai nostri politici.
    Mettere un tetto massimo agli stipendi dei dirigenti statali.
    Ritiro dell’italia dalle guerre.
    Rinunciare all’acquisto di cose inutili, vedi aerei da caccia.
    Recupero delle tasse non pagate che ammontano a 97 miliardi di euro da parte delle agenzie di gioco.
    Andare a prendere gli evasori scudati al 5% e fargli pagare il 50 % del capitale evaso.
    Puntare sul riciclo porta a porta e non sugli inceneritori.
    Puntare sulle energie rinnovabili.
    Avere una rete wi fi libera e gratuita.
    Obbligare la filiera corta.
    Coltivarsi l’orto per chi può
    Etc
    Etc,
    L’elenco è ancora lungo, ma mi fermo.
    Trovate tutto sul suo sito e in quello del movimento a 5 stelle.

    • gianluca says:

      e il debito come lo ripaga?

      • Dan says:

        Beh intanto bisogna cancellare le fonti di quel debito altrimenti è come pretendere di riempire d’acqua uno scolapasta e per il debito passato qualcosa si troverà (un’idea recuperare dai politicanti, gli ultimi 30 anni di soldi arraffati con i vitalizi)

    • Alex says:

      CHE BEL PAESE POTREMMO DIVENTARE!
      Speriamo che almeno i nostri figli vivranno in questo sogno.

    • oppio 49 says:

      cosa ne pensa grillo delle regioni dove l’evasione fiscale supera il 60%.. oppure non lo sa? a me sembra molto, ma molto populista… non una parola sulla riforma dello stato…

  30. Fabio Castellucci says:

    Grilo a me NON piace. Ma…

    A) NON è in lista
    B) per ora liste NAZIONALI non ci sono
    C) non scrive il programma. Gli attivisti M5S dicono che verrà scritto in rete, condividendo le volontà degli attivisti. NON lo so se sarà vero e se sia un metodo che puo’ funzionare, ma dovrei giudicarli facendo raffronto a QUALI esempi migliori?

    Insomma… M5S è una bestia in formazione.
    Grilo NON è il M5S
    NON so come andrà.

    Comunque sia…
    sempre da ITALIANI è fatto e sempre da ITALIANI verrà votato…

    “Il Frutto non cade mai tanto lontano dalla pianta” si dice.

    Se volete intendere…

    • Alex says:

      Invito il Sig.Fabio a votare le “ALTERNATIVE” al M5S.
      Vorrei sapere quale truffatore seglierà.
      Grillo è solo un megafono (come lui stesso afferma).
      Le battaglie, le idee, la faccia, l’informazione alternativa.
      Sono cose nate da lui in anni e anni.
      Potrà anche non candidarsi, ma muoverà sempre i fili dall’alto e a dire il vero non mi spiace affatto.
      Dobbiamo essere sinceri, per i nostri figli, per il nostro futuro, per il nostro paese.
      Dobbiamo ammettere e riconoscere che ATTUALMENTE il M5S è la sola speranza.

    • Paolo says:

      Molto antipatico a prescindere.

      Il programma è stato scritto e condiviso da milioni di persone- In più ci sono i sondaggi che forse possono chiarirti ancora le idee. Ecco qua per te:

      http://www.beppegrillo.it/risultati.html
      http://www.beppegrillo.it/iniziative/movimentocinquestelle/Programma-Movimento-5-Stelle.pdf

      Magari diventi più simpatico. Ci vediamo in parlamento, sarà un piacere.

      • oppio 49 says:

        ma sei fissato con sto parlamento.. è la tua massima aspirazione? marchi male ragazzo, molto male

      • toscano redini says:

        L’ho scorso, il programma, e ho visto che ci sono un fottìo di cose… tante, forse troppe, per uno come me che vorrebbe dar voce alla gente… e dare alla gente la possibilità di organizzarsi come meglio crede…
        Non rimane più niente da fare, col vostro programma! avete pensato a tutto e gli altri… gli altri vorrebbero sapere se vi interessate anche:
        – alla Secessione
        
- a Uscire dall’Ue

        – a Uscire dall’Euro

        – al problema Sovranità Monetaria/Signoraggio,
        (Castagno12 20 Agosto 2012)
        o è chiedere troppo!?

  31. Maurizio says:

    Prima di scrivere articoli consiglio vivamente di informarsi : sul sito di beppe Grillo è pubblicato tutto il programma elettorale !! Ed è pubblicato da 2 anni !! Allora ? Di cosa parlate, anzi scrivete … Tuuti uguali i giornalisti, superficiali e prezzolati !!

    • gianluca says:

      Mi dica da chi siamo pagati altrimenti la individuo, e non ci metto molto, e la porto in Tribunale

      • rugge says:

        ma datti una calmata…..

      • Giuliano says:

        Da bambino, mi sono sempre stati antipatici i ragazzi che facevano i bulli e, quando si trovavano davanti qualcuno che reagiva, andavano a chiedere aiuto ai “grandi”. Vedo che quei bambini sono rimasti tali, sono solo diventati più vecchi. Io non so chi tu sia e cosa faccia, se sei una persona integra oppure un venduto e, sinceramente, non mi interessa. Rilevo solo che, ad un insulto (se sei integro, tale è), rispondi chiamando in aiuto il “grande” di turno: ma non sai difenderti da solo, oppure dimostrarti superiore e lasciar perdere ? Probabilmente Grillo non sarà LA soluzione, però è un bel taglio secco a questa forma mentis dei pavidi.
        Coraggio, lascia alla magistratura le cose importanti e impara ad arrangiarti da solo.

        • Marco says:

          Non so quanti anni fa lei sia stato bambino; dai ragionamenti che fa direi non molti (o, almeno, le auguro che sia così); ad ogni modo sarei curioso di sapere cosa dovrebbe allora fare, secondo lei, il direttore di questo quotidiano per “difendersi da solo” dall’insinuazione di essere “prezzolato” da qualcuno.

          Si spieghi, grillino…

          • michele p. says:

            Ha ragione Giuliano. Credo che in certi individui sia un comportamento acquisito. In Asilo, se un bambino diceva una parolaccia ad un altro, questo magari andava dalla maestrina che diceva “brutto cattivo” a chi offende, e magari regalava caramelle all’altro. Evidentemente alcuni nostri asili hanno abusato di questo sistema, pensando di far bene ad un bambino offeso hanno creato un sistema di avvocati e tribunali intasati per questi piccoli litigi. Nessun paese europeo vede tante querele per diffamazione quanto in Italia, e a roma ci sono più avvocati che in tutta l’inghilterra. Certo, anche il fascismo ha influito molto. Ho visto politici italiani vantarsi in TV di intascare assegni da persone da loro querelate. Vi assicuro che all’estero nessun politico vorrebbe mostrarsi in questo modo in pubblico. Se si dice una cosa sbagliata, si discute, e si spiega la propria verità al pubblico. Non la si va a spiegare al giudice. Che schifo.

            • Marco says:

              Devo dire che condivido la parte in cui, in sostanza, dice che l’Italia è una paese di merda, ma per il resto le devo confidare che purtroppo il ragionamento che mette in relazione l’ammontare delle querele per diffamazione con la maestrina d’asilo che difende il bambino debole dal bambino bullo è una delle cose più demenziali che mi sia capitato di leggere negli ultimi tempi: forse il suo è un rincoglionimento acquisito da troppo grillismo.

              Coraggio.

          • giuliano says:

            Grazie per avermi dato del grilino, oggi per me è un apprezzamento. Complimenti anche per la sottile intuizione, dimostrata nel riuscire ad etichettarmi leggendo poche righe e non conoscendomi. Ecco cosa intendo per difendersi da soli: parlare, replicare e cercare di spiegarsi, anche con chi non varrebbe la pena di perdere tempo. Ad ogni modo, credo che con questa replica la discussione sia finita, perché non porta arricchimenti al tema principale, oggetto dell’articolo.

        • liugi says:

          Forse lei non ha capito dove si trova. Questo quotidiano non riceve finanziamenti pubblici, e ciò è il vanto e orgoglio della testata. Gianluca farebbe benissimo a denunciarla per queste insinuazioni calunniose.
          Invece di scusarsi si difende con una apologia assurda. Vorrei vedere se un militante del Movimento 5 Stelle venisse criticato, ad esempio, perché prende mazzette.

          Discorso a parte, ovviamente, se i dati riportati fossero reali.

      • michele p. says:

        I soliti querelatori. A questo è sceso il dibattito in Italia, invece di parlare (e anche litigare, esagerare, com’è giusto e accettato in tutto l’occidente), si porta il dibattito in tribunale, con la speranza di vedere punito quello che ha detto la parola sbagliata, e magari guadagnarci qualcosa.

        Un fenomeno tutto italiano, e non credo molto elegante, ne costruttivo.

        • toscano redini says:

          Se il dibattito scende alle offese gratuite e prive d’ogni fondamento, c’è da aspettarsi che scenda anche alla querela…
          E’ così difficile scambiarsi opinioni senza scendere..?

  32. Dan says:

    Dopo la cadrega in siciliano, come si traduce in genovese ?

Leave a Comment