Grexit, duello Italia-Germania

di REDAZIONEgrecia crisi

L’Eurozona si gioca l’ultima chance per evitare la Grexit. Questa mattina e’ ripresa a Bruxelles la riunione dell’Eurogruppo e la possibilita’ che i ministri delle Finanze possano trovare un accordo sull’apertura dei negoziati con Atene per un terzo salvataggio appare quanto meno lontana. Secondo indiscrezioni, ieri notte intorno al tavolo dell’Eurogruppo si sarebbe consumato uno scontro tanto duro tra il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schaeuble e il presidente della Bce Mario Draghi da ‘consigliare’ di chiudere li’ l’incontro. In particolare Schaeuble, davanti a Draghi che sostanzialmente spiegava come evitare la Grexit, lo avrebbe apostrofato dicendogli: “Non prendermi per stupido!”. La riunione e’ quindi ripresa stamane e la speranza e’ che il clima sia piu’ disteso. Nel pomeriggio la palla passera’ comunque ai capi di Stato e di governo dell’Eurozona, ai quali spettera’ decidere se dare altro tempo ad Atene – c’e’ chi dice una settimana – per passare dalle parole ai fatti varando almeno alcune delle piu’ importanti riforme e riguadagnando cosi’ la fiducia dei partner. “Continuiamo a lavorare per raggiungere un accordo per iniziare i negoziati, e noi riteniamo che ci siano le condizioni per farlo”, ha detto il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan all’arrivo all’Eurogruppo. La Grecia pero’ deve “prendere iniziative concrete a partire da domani” per ricostruire la fiducia. Intanto, il presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk ha deciso di annullare il vertice a 28 per consentire al vertice dell’Eurozona di poter lavorare fino alle ore piccole. Matteo Renzi, dal canto suo, ha ribadito che un’Europa senza la Grecia e’ “impensabile”. Ma il collasso della Grecia e’ incombente e l’unico modo per evitarlo sara’ la prosecuzione – per quanto condizionata e limitata – del programma di sostegno della Bce alle banche elleniche. Un’ipotesi che pero’ Schaeuble, al momento, vede come fumo negli occhi.

Print Friendly

Recent Posts

Leave a Comment