GRECIA: VERSO LICENZIAMENTO 15.000 DIPENDENTI PUBBLICI

di REDAZIONE

Ore convulse ad Atene: il capo del governo Lucas Papademos è ancora in trattativa con i tre partiti che lo sostengono (Nea Demokratia, Laos, Pasok) per far passare le fortissime misure di austerità che possono permettere alla Grecia di ottenere il secondo pacchetto di aiuti di centotrenta miliardi di euro.

Secondo una nota dell’Associated Press, i rappresentanti politici di Atene sono arrivati all’accordo sul licenziamento di quindicimila dipendenti pubblici, come richiesto a gran voce dalla troika internazionale ( EU- FMI- BCE) che non accenna ad allentare la pressione su Atene.

Intanto, da Bruxelles fanno sapere che il governo ellenico è già andato oltre la scadenza massima fissata per l’approvazione delle misure di austerità. La tensione è grande negli ambienti europei, come si evince dall’intervista concessa ieri alla rete tedesca ZDF dalla cancelliera Angela Merkel: “Ci rifiutiamo di ammettere la bancarotta della Grecia – ha dichiarato – non possiamo accettarla”.

Si avvicina intanto il 14 marzo, giorno di scadenza per il bond da 14,4 miliardi sul quale la Grecia sta cercando di ottenere un accordo per l’haircut con i creditori.

L’ultima proposta fatta da Francia e Germania in merito alla politica fiscale greca è di creare un fondo speciale dove siano vincolati i prestiti provenienti da Unione Europea e Fondo Monetario Internazionale per assicurarsi che siano impiegati per la risoluzione della crisi del debito.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. luigi bandiera says:

    A proposito.

    Perche’ i mantenuti o statali non possono essere licenziati..??

    Se sbagliano, come tutti i comunissimi PEONES o mortali, devono pagare. Anche col licenziamento e vi dico che non lo spero.

    Pero’ la legge DEVE essere uguale per tutti o no..?

    So che baro perche’ io dico che la legge NON e’ MAI stata uguale per tutti.

    E’ stata scritta per tutti ma poi le differenze emergono e per le kaste e per le debolezze. La scala dei valori e’ ben diversa da come ce la raccontano..!

    Capiamo o no che l’e’ tutto un IMBROGLIO..??

    E mi penso alla carta igienika o costutizione… NA SCHIFEZZA, la piu’ bella del mondo la definiscono i mantenuti..!! Beh, a loro fa comodo, eccome..!!

    Salam

  2. cogo andrea says:

    IN ITALIA LICENZIARE IL 50% DEI DIPENDENTI PUBBLICI RIMANE UN SOGNO . LI DOBBIAMO MANTENERE TUTTI .

  3. Claudio says:

    Noi ne abbiamo 3 milioni e mezzo di dipendenti pubblici da mantenere, se dovessimo licenziare tutti quelli inutili, nullafacenti o quasi avremmo risolto buona parte dei nostri problemi… ma ora è di moda prendersela solo con gli evasori fiscali, il parassitismo statale a nostre spese non sembra più essere un problema, eppure mi sembra che non pagare le tasse fino in fondo sia meno grave di rubare direttamente lo stipendio allo stato…

  4. Sante says:

    GRECIA: licenziamento di 150 mila impiegati statali(=circa= il 21,4%) entro il 2015 .
    se lo faranno VERAMENTE mi convertirò e diventero greco-ORTODOSSO.
    …dovevano TAGLIARNE 30.000 entro il 31.12.2011 ma nn lo fecero. .. lo ripromettono “domani”….
    ….i greci nn sono affidabili …sic….
    …..”timeo Danaos et DONA ferentes”

Leave a Comment