Grande Nord, perché non ci meritiamo una Lega come questa…

grande nordriceviamo e pubblichiamo la lettera del signor Giancarlo

 

Auguro tutto il successo a questo nuovo atto di coraggio ed abnegazione verso il Nord.  Prima il Nord d’italia e poi un’altra europa.
Se la Lega avesse tenuto fede all’art.1 del proprio statuto a quest’ora avrebbe più voti del M5S.
Non ha capito che quando era al governo doveva ottenere e fare quello per cui era nata.
Oggi la sua morte non mi sorprende affatto e poiché sarebbe sempre subordinata al cavaliere berlusca….quali speranze può dare ancora al Nord d’italia.
Noi Veneti voteremmo volentieri questo nuovo movimento dato che non siamo ancora riusciti a riunire in un unico soggetto tutti i movimenti indipendentisti Venti che abbiamo, e sono molti.
Ma non è certo rimanendo dentro le istituzioni italiote che riusciremo ad avere la libertà e l’indipendenza.
Solo avendo un seguito Popolare importante si potrà agire a livello internazionale e perorare la causa Veneta e del Nord d’Italia.
La Germania sono sicuro non sarebbe contraria a priori ad un simile progetto.
Il debito pubblico rimarrebbe sule spalle delle regioni che l’hanno prodotto, non certo di Lombardia, Veneto, ed E.Romagna e quindi queste tre regioni virtuose diventerebbero in pochissimi anni delle potenze economiche di primo piano non solo in europa ma nel mondo.
Il compito è impegnativo e richiede uomini votati al servizio ed al bene comune. Se così non fosse e bisogna farsi un bel esame di coscienza……esorto Bernardelli e Reguzzoni a desistere perché un’altra delusione come quella della Lega non la meritiamo in primis, ed in secundis l’incazzatura sarebbe tale da scatenare un putiferio. Putiferio che si annuncia tramite l’ex generale dei carabinieri PAPPALARDO in un video postato su Facebook tramite messengers in cui asserisce che è solo questione di tempo per una manifestazione generale a Roma in cui i partecipanti non se ne andranno finchè i signori del palazzo non lasceranno le istituzioni italiane libere dagli ingombranti personaggi che le occupano.
La Consulta era stata chiara circa la legge elettorale incostituzionale eppure nessuno a lasciato il suo posto, ma anzi ce li siamo ritrovati per anni a sgovernare questo paese. Alla fine saremo noi a pagare il prezzo più alto e quindi se tale manifestazione ci sarà ben venga e non mancherà di parteciparvi perché se non facciamo qualcosa al più presto qui va in malora tutto e tutti.

lettera firmata

Print Friendly

Recent Posts

6 Comments

  1. lombardi-cerri says:

    La storia indica chiaramente che nazioni in discesa come l’Italia finiscono con una rivoluzione.
    Tocca ai cittadini delle singole Regioni, ( non dell’Italia in blocco) decidere se beccarsi una dittatura militare (sic!) o autogovernarsi grazie ad un esercito di popolo.

  2. Ric says:

    Gli errori della Lega sono evidenti , ma non il principio che infatti sviluppa opinioni ed idee differenziate ma prolifiche nel senso di identità e federalismo , argomenti e temi sentiti e declinati in vari modi ma ora esistenti e vivi più che mai , e questo non è poco . L’indipendenza non è materia per signorine , e se la vuoi ottenere veloce devi convincere tante anime belle dedite al business ed agli affari personali , a tirar fuori gli attributi ed anche forconi e schei , oppure tirarsi insieme e lavorare seriamente PER CRESCERE DI NUMERO .
    Aattenzione a non confondere strategia con obbiettivo , si rischia di essere velleitari romantici .
    La Germania vede di buon occhio quando gli lustri le scarpe e alla fine paghi tu .
    Dire Germania equivale a dire santissima Trinità, equivale a dire marcia su Roma del generale dei carabinieri , equivale a dire movimenti indipendentisti veneti , equivale a dire niente assoluto .

  3. guglielmo says:

    Il Grande Nord di Reguzzoni e Bernardelli è stato ideato da Bossi e Berluskaiser per creare un nuovo contenitore che cerchi di raccogliere i delusi ex leghisti ……troppo tardi, il parco buoi è da molto tempo fuori dalla stalla non credo voglia rientrarvi

  4. caterina says:

    purtroppo sono solo parole anche queste, perché lo sdegno è arrivato al colmo…
    Io, veneta, mi consolo tirando fuori laddove serve per l’identificazione, la mia carta d’identità nuova di qualche mese rilasciatami dalla Repubblica Veneta… foto nuova e dati della vecchia.
    Se foste venuti alla convention a Noventa di Piave indetta da Plebiscito.eu sareste convinti come me che la strada da percorrere per la libertà da uno stato fasullo che ci opprime è un’altra e presto ci porterà alla meta.
    L’indipendenza, una volta dichiarata col referendum del 2014, se ci si crede e si opera in conseguenza, si conquista a passi successivi che richiedono impegno e competenze grazie alle quali già possiamo intravvedere prossima e concreta la via d’uscita.

  5. Padano says:

    Non so a voi, ma a me un generale dei carabinieri che caldeggia lo “sgombero” dalle istituzioni dei parlamentari democraticamente eletti, fa molta, ma molta paura.

    Parlate tanto di nordismo, e poi pensate di appoggiarvi al meridionalismo della peggior specie.

    Dovete studiare, studiare, studiare.

  6. Luca says:

    “generale dei carabinieri PAPPALARDO in un video postato su Facebook tramite messengers in cui asserisce che è solo questione di tempo per una manifestazione generale a Roma in cui i partecipanti non se ne andranno finchè i signori del palazzo non lasceranno le istituzioni italiane libere dagli ingombranti personaggi che le occupano.”

    Ci ho pensato diverse volte in questi anni. Sarebbe forse l’unico modo per farci ascoltare
    Vedo che non sono l’unico .

Leave a Comment