Gradimento Governatori: 1° Zingaretti, 3° Zaia, 9° Maroni

di ALTRE FONTI

E’ il neo-eletto governatore del Lazio, Nicola Zingaretti (Pd), il presidente di Regione più apprezzato. Con il 60,4% dei consensi, nelle rilevazioni relative al primo trimestre del 2013, precede Enrico Rossi (Toscana, Pd), con il 58,8% (e un aumento dell’1,3%), e Luca Zaia (Veneto, Lega Nord), che per molti mesi ha occupato il vertice della classifica, ora in calo di consensi dello 0,8%. E’ quanto emerge dalla prima edizione 2013 dell’indagine trimestrale Monitoregione dell’istituto Datamonitor.

I neo-eletti occupano i primi 10 dieci posti in classifica. Al quarto posto si piazza Stefano Caldoro (Campania, PDL) che fa registrare la crescita più consistente, +1,5%, raggiungendo il 56,3% di consenso. Caldoro è seguito a ruota da Vasco Errani (Emilia Romagna, PD) che, con un segno meno (0,7), raggiunge il 54,8% e dal governatore Gian Mario Spacca (Marche, PD) al sesto posto con un +0,5, al 53,5.

Oltre a Nicola Zingaretti, gli altri governatori neo-eletti si trovano in settima posizione, Paolo di Laura Frattura (Molise, PD) al 53,5%, in ottava Rosario Crocetta (Sicilia, PD) con il 53,0%, mentre il nono posto spetta a Roberto Maroni (Lombardia, Lega Nord) con il 52,1%. Monitoregione è l’indagine trimestrale che rileva il gradimento dell’operato dei governatori e la soddisfazione dei cittadini rispetto ai servizi erogati dalle Regioni. L’indagine viene effettuata con 800 interviste per ciascuna Regione a individui maggiorenni residenti, attraverso interviste telefoniche nel periodo compreso tra il 21 gennaio e il 5 aprile 2013.

Per la loro specificità territoriale la Valle d’Aosta e il Trentino-Alto Adige non sono stati rilevati. Non compaiono il presidente della regione Basilicata dimissionario e quello del Friuli Venezia Giulia appena eletto.

“E’ un grande riconoscimento all’uomo politico, ma anche allo straordinario amministratore quale è Nicola Zingaretti che con coraggio e profondo rispetto per le istituzioni e per i cittadini è sceso di nuovo in campo accettando una sfida difficilissima e complessa, per ridare vita ad una Regione piegata dalla crisi e dalla peggiore destra – scrive in un comunicato, il segretario del Pd Lazio, Enrico Gasbarra – Il Lazio aveva bisogno di un vero nuovo inizio, di un leader che con coscienza, passione e serietà sapesse ascoltare i nuovi grandi problemi di una regione che rappresentava un motore di sviluppo fondamentale per il Paese e che con determinazione e la forza delle idee e di una squadra dinamica avesse la fiducia e la stima dei cittadini, per esperienza e curriculum. Zingaretti e con lui le forze di centrosinistra, a cominciare dal Pd che gli ha affidato questa nuova mission, rappresenta tutto questo e i cittadini lo hanno capito e apprezzato. Le prime scelte – conclude Gasbarra – compiute dalla sua amministrazione in appena un mese di governo confermano che la strada è assolutamente quella giusta”.

Fonte: Repubblica Roma

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment