Ecco le conseguenze se governerà la sinistra

di MARCO CHIERICI

In queste poche settimane che ci dividono dal voto politico in Italia, è bene informare l’elettorato di quanto sta tramando la sinistra in tema di patrimoniali o “punizioni” simili. Da una parte Nichi Vendola, il quale, proprio ieri, ha dichiarato pubblicamente che i super ricchi devono andare al diavolo. Forse il buon Vendola non considera che molti super ricchi creano, hanno creato e speriamo possano creare in futuro milioni di posti di lavoro. Certo che, con la tassazione più alta al mondo, assumere personale non è tanto semplice, ma il comunismo questo non lo comprende. Probabilmente nella sua visione contorta della società modello, egli immagina posti di lavoro tutti statali. Il rischio d’impresa o i suicidi degli imprenditori (centinaia solo nel 2012) sono termini che la mente di Vendola e dei suoi elettori non percepiscono.

Dall’altra parte, Bersani e il suo braccio economico Fassina, stanno progettando (fonte Panorama) una patrimoniale su immobili di oltre 1,2 milioni di valore; una tassa che si prevede di circa diecimila euro all’anno. Una vera follia impregnata di odio e invidia sociale. L’altra sera Bersani in tv, se non ho compreso male, ha ipotizzato di valutare anche un accumulo di immobili e tassare il malcapitato proprietario. Quindi, potrebbe capitare (usiamo il condizionale) a chi possiede 2-3 appartamenti, magari ereditati o guadagnati tra mille sacrifici di una vita, di vedersi recapitare una tassa da diecimila euro in un anno, la quale sarebbe in grado di rovinare decine di migliaia di famiglie del ceto medio.

Una tassa simile, assurda per natura e per illogicità, costringerebbe queste persone a vendere immobili; la cosa è ingiusta e iniqua e sbagliata. Altra notizia da denunciare è il vergognoso progetto del Partito Democratico di vietare l’uso di denaro contante per spese oltre i 300 euro. Questo, a mio parere, viola ogni genere di privacy, ogni libertà degli individui e arricchisce ulteriormente le banche e a nulla serve per contrastare il lavoro nero o i traffici illegali. State tranquilli che la malavita non si fermerà davanti a uno stupido e inutile provvedimento del genere.

Concludendo, l’economia è già oggi bloccata e agonizzante per le distruttive bastonate senza logica del professor Monti, e con un eventuale governo di sinistra, scivoleremo definitivamente nel baratro per non risollevarci mai più. Credo sia d’obbligo una riflessione imparziale e onesta sulla vitale importanza delle piccole e medie imprese; sull’enorme valore dei piccoli commercianti; sull’enorme valore del ceto medio (vero motore dell’economia del mondo). Uccidendo il potere d’acquisto delle famiglie, si ucciderà tutta la società e nemmeno lo Stato (tanto caro alla filosofia comunista) potrà avere i mezzi per sopravvivere. Con l’invidia sociale si distrugge il tessuto economico di ogni nazione.

*www.marcochierici.com

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

40 Comments

  1. Castagno12 says:

    Replica a Dan – 9.1.13 at 10:54 pm.

    In realtà la gente dice di voler aspettare un capo per tentare di giustificare la sua inattività, la sua indolenza.
    Ma per fare cose lecite e utili anche alla collettività, ognuno può fare da solo, magari informando poi gli altri.

    Non occorre aspettare un trascinatore. Io, dopo aver avuto informazioni da libri, riviste, blog, quotidiani on-line ho deciso ed agito da solo. Tutto qui.

    – Da più di 14 anni non voto per non approvare i Mondialisti: questo è il motivo principale del mio non voto.
    – Da più di 14 anni non acquisto quotidiani in edicola: non forniscono le informazioni fondamentali reperibili altrove
    – Trasmetto a tante persone le informazioni che riesco ad avere
    – Non ho mai posseduto una carta di credito
    – Decido io dove investire i miei risparmi senza ascoltare i “suggerimenti” del bancario
    – Anche nel quotidiano, evito qualsiasi azione che possa tornare utile al Sistema. …….
    Non uso violenza e rispetto la Legge.

    Io non vedo gente pronta a “partire” in qualunque momento.
    Purtroppo i più approvano proposte sbagliate, inutili e si entusiasmano per promesse fasulle. La Bufala trova sempre un ampio collocamento.
    Non è una mia opinione, io registro solo una squallida realtà.

    Comunque, se il popolo non dimostra almeno un po’ di vitalità e istinto di autodifesa non vedo proprio come possa saltare fuori una persona onesta e preparata che sia disposta a trascinare una “Armata Brancaleone” !

  2. Partigiano 3000 says:

    Al tempo benito mussolini era un socialista e il suo compare adolf ha fondato la porcheria nazionalsocialista, erano dunque sinistri a tutti gli effetti e dal tempo non è cambiato niente e quelli di oggi sempre della stessa razza sono, da relegare nelle fogne.

    • Castagno12 says:

      Lei, per rendersi utile, dovrebbe indicare la procedura da seguire per realizzare l’auspicato trattamento ai sinistri.
      Che peraltro meriterebbero anche quelli di destra. Basta pensare a tutte le inizitive di Silvio per favorire l’immigrazione/invasione in bell’italia. Con i camerati ed i leghisti, alleati e consenzienti.
      Alla pari dei politici, c’è ache il popolo votante che è in “avaria”.

      Comunque, in assenza di istruzioni, il suo sfogo, come quello di tanti altri, rimane circoscritto al campo dell’inutile e della perdita di tempo, per chi scrive e per chi legge.

      Si prega di essere utili e concreti. Grazie

  3. Castagno12 says:

    Replica ad Antonino Trunfio – 9.1.13 at 6:27 pm

    Io non ho auspicato “grillni in quantità”. Li disapprovo perchè promettono cambiamenti in un contesto che non li può consentire e forniscono un ottimo servizio al Governo Mondiale: il popolo giustifica la sua tolleranza perchè in attesa di un cambiamento (che non ci sarà), e Lorsignori procedono.

    Viste le caratteristiche dell’attuale panorama politico, nessuno è da votare. Si dovrebbero definre nuove Entità territoriali perchè “l’unità” non è gestibile.
    Ma il risultato non sarebbe comunque scontato perchè al Nord parecchie città (Milano, Torino, Genova, Brescia, Padova, ecc.) presentano zone che ormai sono di competenza degli invasori.
    Guardiamo poi i dati forniti dai reparti maternità degli ospedali e dagli asili.
    Avanti così ed il passaggio di gestione e di proprietà sarà inevitabile !

    Non è necessario riprendersi la libertà con le cattive.
    La libertà se la può riprendere, nel rispetto della Legge, e senza l’uso della forza, un popolo degno di questo nome e disposto ad agire. Ma quello italiano non è un popolo. E’ un agglomerato eterogeneo, sottomesso, litigioso ma tollerante, inconcludente. Incapace anche di fare una rivoluzione.
    Diceva Montanelli: “L’unica “rivoluzione” che può fare il popolo taliano è quando si mette d’accordo con i carabinieri”.
    Vedi la marcia su Roma.

    E quale affidamento possiamo fare sui tanti italiani che non vogliono essere informati ?
    Serve altro ?

  4. Castagno12 says:

    Replica a Francesco Villa – 9.1.13 at 6:14 pm

    Rispondo non per polemica, ma perhè ritengo sia utile capirci.

    Lei conclude dicendo: “… I problemi li conosciamo tutti …”
    Purtroppo NO !
    Quasi ogni giorno incontro persone che, riguardo ai problemi:
    – Emissione di valuta a debito
    – Signoraggio a gestione PRIVATA
    – Bankitalia in mano a PRIVATI, quindi Stato italiano privo di Banca
    – Invasione programmata ed imposta ……

    NON SANNO NIENTE. Mi guardano in faccia con la bocca spalancata.
    Quindi l’informazione capillare dovrebbe portare, almeno sulla carta, qualche speranza.

    Lei aggiunge che non conosciamo le soluzioni.
    NON E’ ESATTO. Queste si conoscono. Il dramma è riuscire ad applicarle avendo a che fare con un popolo “morto”.
    Vedi mia replica a Marcello Gardani.

    Lei ha anche segnalato che negli USA, dove anche recentemente è stata bassa la percentuale di votanti ” … i politici a stelle e strisce governano senza porsi alcun problema … “.
    NON E’ VERO.
    La bassa percentuale di votanti negli USA, ha indicato chiaramente disapprovazione, sfiducia e preparazione alla rivolta.
    Infatti, da qualche tempo, il governo USA si sta organizzando per fronteggiarla, anche predisponendo scorte alimentari per l’esercito.

    Capisco che per i politici italiani una grossa percentuale di astensione al voto, non indicherebbe nulla, ma per i Gestori del Governo Mondiale forse SI’.

    • Dan says:

      Il problema è che la gente è pronta a partire in qualunque momento ma deve esserci qualcuno che ci metta a capo della colonna.

      Ci troviamo nell’attuale situazione perchè la massa non vuole avere responsabilità. Se salta però fuori una testa calda disposta a farsene carico allora si mobilitano tutti verso qualsiasi destinazione

  5. Castagno12 says:

    Replica a Marcello Gardani – 9.1.13 at 3:11 pm

    Guardi che il Suo sillogismo sottintende l’esistenza di un Tribunale e di una Giustizia che non possono essere allestiti da un popolo che, in maggioranza, identifca la protesta con le battutacce inutili da bar mal frequentato.

    E poi Lei conclude, convinto: “E sarà vera inversione di tendenza … “.
    Senza informare, affrontare e risolvere il problema “gestione del Signoraggio da parte di Bankitalia che PRIVATA”, la Sua protesta si dissolve nell’inutile.

    Le menti dei più sono molto fragili anche a causa della mancanza di informazione da parte dei media.
    E’ controproducente creare confusione, illudere e prospettare soluzioni improbabili.

    Alcuni anni fa, Lorsignori hanno ripristinato, in segreto, la pena di morte nell’area Ue.
    Vedi blog http://www.effedieffe.com
    Articolo di Maurizio Blondet: “L’eurocrazia reintroduce la pena di morte. In segreto” – 16 Aprile 2008 – Settore Europa.
    In base al loro Progetto e sapendo cosa avrebbero procurato ai popoli interessati, Lorsignori hanno voluto tutelarsi.
    Comunque, l’italia è il Paese che li preoccupa di meno, in questo senso.

    L’unica arma di cui disponiamo è quella di togliere la terra sotto ai piedi di Lorsignori, rispettando la Legge.
    Ma ciò comporta la rinuncia di qualche servizio ed una azione quotidiana di tante persone.

    E qui sbattiamo la faccia contro un muro impastato di indolenza, rassegnazione e mancanza di volontà.
    Molto più comodo delegare altri, che poi non fanno niente.
    Ma è tassativamente da escludere che la nostra salvezza possa derivare dai politici o dai tecnici.
    Non c’è da tappare alcun naso: bisogna fare e basta !

  6. Castagno12 says:

    Replica a Franceso Vllla – 9.1.13 at 11:24 am

    Non si devono fare delle analisi in funzione di ciò che si sogna e di realtà che non esistono.
    Diventa poi difficile, se non impossibile, concordare una doverosa azione comune, di massa, che possa intralciare o fermare la mefitica azione dei maggiordomi italiani del Governo Mondiale.

    Non andando a votare non si favoriscono tutti i partiti ma si danneggiano.
    Perchè mai la mancanza di consenso, la disapprovazione, il rifiuto dovrebbero conferire vantaggi ?
    Ma Lei si sente bene ?

    Guardi che, molto spesso, politci e partiti, sperando di ripulire la loro faccia che si è sporcata, evidenziano il consenso elettorale che hanno ottenuto.
    E la loro manovra, con i tonti, riesce efficace.
    Comunque i partiti, in iialia, otterranno sempre i voti dei politici e quelli degli altri mantenuti (gl’italiani comperati): in totale un esercito gigantesco.

    Votare nell’attuale contesto significa dare fiducia ed appprovazione al Governo Mondiale, perchè l’italia non è uno Stato Sovrano.
    Quindi, chi vincerà le elezioni, avrà la funzione di gestore ma non governerà. Il titolo dell’articolo è impreciso.

    Comunque il Movimento 5 Stelle, almeno per il momento, non rappresenta il grimaldello.
    Per essere credibile e veramente utile, dovrebbe almeno impegnarsi ad affrontare alcuni dei problemi fondamentali che sono alla base dell’attuale disastro (volutamente procurato): Emissione di valuta a debito, Bankitalia ora PRIVATA al 94,75%, ecc.

    Chi pretende di aggiustare questo Paese, che è privo della Banca di Stato, non fa nemmeno ridere.
    Riesce solamente ad illudere i disinformati e i tonti.

    Tacendo dette realtà, i grillini potranno solo sottrarre voti destinati ai soliti politici e ai tecnici, si sostituiranno agli attuali gestori di bell’italia e nulla più.
    Inoltre il Movimento 5 Stelle pretende di governare e di riformare l’italia “unita”, e qui si sconfina nella fantapolitica.
    Il passato ed il presente non Vi hanno insegnato ed evidenziato proprio niente.?

    Come al solito, l’taliano preferisce delegare: una croce anonima sopra il simbolo di una improbabile soluzione e via.
    L’importante è continuare a non fare niente di utile e non modificare le proprie abitudini, sono tanto comode !
    Quindi apprezzerete le “comodità” del Governo Mondiale.
    Bravi !

    • francesco villa says:

      Innanzitutto La ringrazio per il Suo interessamento per la mia salute: La rassicuro, sto benissimo.
      Premetto che non voto da dieci anni perché totalmente deluso dalla nostra classe politica.
      Non votare sarebbe decisivo :
      a) Se si raggiungesse una percentuale altissima di astensioni, penso sul 70- 80%, ma realisticamente non sarà mai possibile (Lei stesso dice che “un esercito gigantesco” andrà sempre a votare).
      b) Se nelle ultime elezioni negli USA, la percentuale di astenuti è stata del 47%, una delle più basse percentuali registrate nelle elezioni degli ultimi anni ed i politici a stelle e strisce governano senza porsi alcun problema, figuriamoci i politici nostrani, che delle opinioni dei cittadini italiani se ne “strafottono”.
      Siccome il passato ed il presente mi hanno insegnato molto, il futuro lo vedo molto brutto e quasi senza speranze, e se i “soliti partiti” continueranno a governare, il futuro sarà senza alcuna speranza. Chi è informato sul FISCAL COMPACT ed il MES (meccanismo europeo di stabilità) ne è convinto.
      I problemi li conosciamo tutti, le soluzioni, purtroppo NO.

    • Antonino Trunfio says:

      sottoscrivo, egregio Castagno.
      Se il voto servisse davvero a determinare qualcosa nella direzione della libertà, i politici lo avrebbero già ritirato come diritto. La soluzione non è uno stato diverso e un governo diverso, sia pure con grillini in quantità. Questo è il cancro e la metastasi non la soluzione.
      Il tumore maligno si cura per asportazione chirurgica, radio terapia, eventuale pellegrinaggio a Lourdes se il malato sopravvive all’operazione. AMEN
      La libertà non la regala nessuno : o te la prendi con le cattive o ti attacchi al carro dei parassiti.

  7. valter ottello says:

    dove sta il problema …. se lo vogliono i cittadini … BEN VENGA …… le aziende kiuderanno ??? i cittadini/lavoratori si ritroverranno oltremodo con le KIAPPE DEL CULO nel bel mezzo della strada ? faranno il MEA CULPA … quindi si darà inizio alla ballata della RIVOLUZIONE CIVILE … queste m… NON HAN FATTO IL CONTO CON L’OSTE e qui di oste CE NE SON ” 2 ” …. 1 – LE ” PARTITE IVA ” e 2 – l’INFAMIETA’ STATALE, statali compresi …… POPOLO D’ITALIA… a voi la parola !! MA CE L’AVETE LA PISTOLA PER SPARAVI NEI COGLIONI !!!????? COMPRATEVELA con quei poki soldi ke vi rimangono …….

  8. Dan says:

    http://www.adnkronos.com/IGN/News/Politica/Elezioni-Pd-Vinceremo-e-poi-chiederemo-a-Monti-di-sostenere-Bersani_314064738008.html

    Viva la democrazia e soprattutto viva coloro che dopo un simile colpo di mano accetteranno facendo silenzio

  9. ABOLIRE LE TASSE SU REDDITO E PROPRIETA’
    (MORTE AI CRIMINALI TASSATORI)

    di Marcello Gardani, 9/1/2013

    Alcuni parassiti, soprattutto tra gli esponenti della sinistra, ritenendo che sia loro diritto ficcare le loro mani nelle tasche dei produttori di reddito e dei proprietari immobiliari o mobiliari, promettono che in caso di vittoria elettorale alle prossime elezioni della Repubblica Criminale Italiana, imporranno ulteriori tasse sulle proprietà immobiliari, la cosiddetta “imposta patrimoniale”.
    Per contestarne la legittimità non solleviamo il fatto, pur scandaloso che, già adesso, i redditi da immobili sono spesso inferiori a quanto preteso dallo Repubblica Criminale Italiana, ossia già adesso, PRIMA dell’introduzione della patrimoniale, le molteplici tasse che i proprietari devono pagare allo stato superano spesso i redditi netti degli immobili [reddito netto=ricavo lordo – spese (condominiali, per riparazioni, etc)].
    A maggior ragione, ancora più delittuosamente, la tassazione immobiliare colpisce anche terreni ed edifici completamente privi di reddito.
    Non solleviamo tale fatto perché un tale ragionamento PRESUPPONE un qualche diritto della Repubblica Criminale Italiana di derubarci, tanto o poco, del nostro avere, contro la nostra volontà.

    Invece, dai Principi Primi (“Nessuno ha il diritto di violare l’altrui diritto di disporre del proprio corpo e dei propri beni”) discende che nessuno può derubare il prossimo, ma può solo chiedere ad altri un pagamento per servizi o beni che l’altro abbia chiesto e quindi siano oggetto di un libero contratto tra le parti.
    Invece la Repubblica Criminale Italiana non chiede ai cittadini denaro o beni in cambio di servizi o beni che ognuno di noi abbia individualmente e singolarmente richiesto, ma ci obbliga a pagare con la violenza o la minaccia della violenza. Pura estorsione criminale.

    Se tu chiedi un servizio o un bene al signor Rossi, e vi accordate sul corrispettivo, tale transazione è onesta perché libera e ciascuno ottiene il proprio scopo.
    Analogamente se tu chiedi un servizio allo Stato. Ma solo se vi accordate sul corrispettivo tale transazione è onesta perché libera e ciascuno ottiene il proprio scopo.
    Diverso è il caso in cui il signor Rossi o lo Stato ti obblighi con la violenza o la minaccia di violenza a pagare per “servizi” che tu non hai richiesto. Protezione mafiosa? Certo, protezione da parte degli stessi tassatori!
    In tal caso il signor Rossi o lo Stato diventano criminali estorsori ed ogni reazione da parte tua è legittima difesa.
    La storia ci mostra che la Repubblica Criminale Italiana si pone ogni giorno di più sulla strada dell’estorsione ai tuoi danni ed è palesemente incapace di invertire la tendenza, anzi con le succitate proposte di patrimoniale peggiorerà ulteriormente il proprio comportamento criminale.
    Per questo bisogna riconoscere la non emendabilità della Repubblica e dei criminali tassatori.
    Come essi hanno sviluppato da anni una martellante propaganda di odio ai danni degli evasori fiscali (veri eroi nella lotta contro il crimine legale organizzato), per ingannare i semplici di spirito e nascondere loro che sono i tassatori a derubarli (e ci sono riusciti, per ora!), così noi, i tassati, i derubati, gli spogliati di quanto abbiamo guadagnato abbiamo ogni diritto di respingere al mittente la campagna d’odio che ci vuole infinocchiare restituendo loro una campagna d’odio nei confronti dei tassatori stessi.
    Sono da odiare i tassatori, non le singole categorie produttive in cui essi ci vogliono dividere per parassitarci in eterno (il “divide et impera” è sempre attuale).
    I criminali tassatori non possono restare impuniti.
    Cominciamo quindi a propagandare ovunque questo sillogismo:

    I criminali estorsori vanno giustiziati.
    I tassatori sono criminali estorsori.
    I tassatori vanno giustiziati.

    Quando la nostra campagna d’odio contro i tassatori sarà abbastanza condivisa da molti di noi derubati, potremo colpirli (sono pochi, e noi siamo molti!) per abbattere la Repubblica estorsiva che essi hanno creato ed introdurre come base per la giustizia il principio immodificabile del libero contratto tra le parti, derivante direttamente dai Principi Primi (“Nessuno ha il diritto di violare l’altrui diritto di disporre del proprio corpo e dei propri beni”).
    Ciò permetterà non solo di creare una società enormemente più giusta, ma anche di abolire subito le imposte su reddito e proprietà.
    E sarà vera inversione di tendenza, da perseguire fino in fondo.

    • Antonino Trunfio says:

      sottoscrivo. A esclusione del giustiziare.
      E’ sufficiente metterli in galera per associazione a delinquere con finalità di estorsione, non prima di aver modificato il codice penale con modificia dell’attuale pena all’ergastolo con obbligo di pagamento di vitto e alloggio.
      AMEN

  10. W S. MARCO says:

    Si, ma chi lo cambia il sistema: Bossi, Maroni, Calderoli?
    Ma va’ ……….

    • Free4Ever says:

      No, Napoletano, Renzi e Letta con la consulenza di Monti. E’ proprio vero che la madre degli imbecilli è sempre incinta!

  11. Roberto Porcù says:

    Redde rationem. L’Italia ha vissuto nel grande bluff dell’economia mista: la burocrazia e le aziende economiche a capitale pubblico ed a guida politica potevano prosperare ché c’erano sempre dei fessi che riempivano il loro trogulo.
    Ho sempre sostenuto che l’odio verso Berlusconi prendesse origine dal fatto di aver lui dimostrato che una emittente con tre reti può guadagnare un pozzo di soldi pur senza canone, mentre la Rai abbisogna ogni anno di un ripianamento del deficit.
    Stalin sterminò e deportò i muggicchi e ridusse alla fame quello che era il granaio d’Europa, gli stalinetti nostrani ridurranno alla fame tutti gli accasati nelle aziende pubbliche e nella pubblica amministrazione.
    I benestanti hanno già preso il volo per altri lidi e chi non è già partito sta preparando le valige.Gli altri stati ringraziano.
    Gli italiani verrà il momento che si sveglieranno e presenteranno in conto con il meritato inchiostro rosso.

  12. francesco villa says:

    Premetto che non voterò “sinistra”.
    Ma mi sa che “la visione contorta della società” appartiene di più all’autore dell’articolo, che con Berlusconi penso sia uno dei pochi che vedono ancora girare per le nostre strade orde di “comunisti” smaniosi di “vendicarsi e di farla pagare” ai “ricchi capitalisti” nostrani.
    PRAGMATICAMENTE:
    Non andando a votare si favoriscono tutti i partiti che hanno portato alla bancarotta l’Italia.
    Stesso risultato se si votano i “soliti” partiti.
    L’unica novità è il movimento 5 stelle, che potrebbe essere il grimaldello che scardini questa “associazione a delinquere” che sono i vecchi partiti :
    chi non è del tutto convinto si ” tappi il naso ” e voti questo movimento. E’ l’ultima possibilità che abbiamo per cambiare il sistema politico italiano, e che … ce la mandi buona.

    • al says:

      Pragmaticamente lei non è affatto pragmatico, se lo lasci dire.

      • francesco villa says:

        Egregio AL

        Dal vocabolario Treccani; pragmatico: Persona che opera prediligendo l’aspetto pratico delle cose.
        Mi sembra di essere stato pratico e concreto nell’esprimere i miei concetti, anche Lei se lo lasci dire.

    • joseph says:

      hai ragione

    • W S. MARCO says:

      Cara mia, considera anche FERMARE IL DECLINO di Oscar Giannino; al punto 1 dice chiaramente che la patrimoniale la deve pagare lo stato con la dismissione di immobili e altri asset. E che è contemporaneamente necessario taglare le spese al fine di evitare il ripetersi di deficit e quindi l’accumulo di debito. CHIARO?

    • Brixiano says:

      Per l’ennesima volta vieni qui a trolleggiare e menare il torrone con Grillo e il cambiamento del sistema politico itagliano….l’unico cambiamento possibile è che FINALMENTE IL VOSTRO STATO OCCUPANTE E MAFIOSO FALLISCA DEFINITIVAMENTE!

  13. bill says:

    Io sto pulendo le pistole

    • Antonino Trunfio says:

      Errato !! ragazzo. Le pistole non vanno affatto pulite.
      Sai perchè ? le pistole non sono un’arma di distruzione di massa.

  14. Albert Nextein says:

    E’ una buona diagnosi.
    E quei tre in fotografia dovrebbero stare in galera.

  15. FrancescoPD says:

    …questi prima fanno la legge, poi ti squestrano il borsello.
    Sempre di ladri stiamo parlando!

    Se nessuno lo dice meglio puntare sul vomitevole berlusconi, almeno arriveremo ad una ingovernabilità totale, meglio un non governo che questi tre figuri che creano leggi per legittimare un furto, un’estorsione, o un’ esproprio, chiamatelo come volete.

  16. Ste says:

    Questo articolo è stato scritto da un folle…
    Comunque chi possiede immobili di un valore superiore al MILONE DI EURO è giusto che in un momento in cui la società è in difficoltà ci metta del suo e, per lui, 10000 euro sono una stupidata che magari si spende in una sera in vini pregiati.

    Poi dall’ alto livello intellettuale dell’articolo (sembra di sentir parlare berlusconi) si capisce quanto sia utile tenerne conto… vabè

    • Luca says:

      Il punto non è tanto far pagare 10000 euro a chi ha un immobile il cui valore supera 1,2 milioni di euro. A parte gli effetti distorsivi della tassazione (che in genere non fanno bene all’economia), quello che bisogna chiedersi è se sia giusto continuare a regalare sempre più soldi allo stato italiano…

    • Michele says:

      Per Ste
      Guarda che è possibile che anche gente che ora è al limite della povertà possega un immobile da più di un milione di euro, che magari ha acquistato e ristrutturato negli anni settanta, quando il valore non era gonfiato dalla speculazione monetaria delle banche, e dalla speculazione immobiliare.

      Ti sembrerà impossibile ma è così.

      Deve forse essere obbligato a venderlo se non ha i soldi per pagare 10.000 euro di nuove tasse ?

    • marco says:

      credo che tu sei folle. vorrei sapere quanto del tuo stipendio doni costantemente ai bambini africani. loro muoiono di fame, e per te vestiti, riscaldamento, telefono e auto, cosa vuoi che siano rispetto alla loro condizione?
      facile fare i generosi con i soldi altrui. e te lo dico io che sono sicuramente più povero di te, visto che sono squattrinato. secondo me sei solo un ladro.

    • Ste, si firmi con nome e cognome, eroe e benefattore coi soldi degli altri.
      Il suo scritto è la dimostrazione di come la democrazia sia la dittatura dei parassiti.

    • Antonino Trunfio says:

      non sono berlusconi, nè un suo emissario.
      Neppure Briatore e neppure un ricco possidente immobiliare. Possiedo appena la prima e unica casa dove abito. E vale molto meno di un milione di euro. Premesso questo : spieghi a me e a tanti altri cosa significa GIUSTO ?
      se ce lo spieghi magari capiamo. Ti ricordo un principio primordiale : che se per te è giusto prendere con la forza qualcosa che un’altro possiede onestamente, contro la sua volontà, per quell’altro può essere giusto piantarti una pallottola in fronte, prima che tu apra bocca. Ti è chiaro ?
      Ora rispondi.

    • rumenta says:

      e perché dovrebbe metterci del suo??
      non è stato certamente lui a causare tutto questo.
      per cui, sempre ammesso che non sia un ladro, non vedo per quale misterioso motivo dovrebbe essere costretto a versare una cifra simile.
      comunque visto che lei è tanto generoso (con i soldi altrui) se un’ eventuale attività da me posseduta andasse in fallimento stia sicuro che verrò da lei a chiedere i soldi che mi servono per salvarla dal dissesto…… che è poi il caso di questo stato di merda gestito e mandato in fallimento da parassiti della razza peggiore, i quali si permettono pure di farci la morale dopo aver sperperato l’impossibile.

  17. carlo says:

    Non sono d’accordo con le posizioni di Vendola e soci (se realmente sono quelle descritte nell’articolo, ovviamente) ma nemmeno sono d’accordo con la schifosa ed incredibile evasione fiscale italiana. Un esempio per tutti: l’idraulico che mise a norma l’impianto di riscaldamento della mia casa, dopo insistenze varie da parte mia (anche perchè in caso contrario non lo avrei pagato!) si decise di emettere la relativa fattura; ebbene era la numero 3 (tre) ed eravamo nel mese di novembre. E la sua ditta è sulla piazza da almeno trent’anni!!!!

  18. Simone says:

    Il signore dell’articolo qua presente crede che ci sia un qualsiasi politico italiano, indipendentemente dallo schieramento, che sia capace di fare qualcosa, non dico di buono, ma almeno non cattivo per gli italiani?
    Personalmente credo non esista, quindi mi sento in diritto di dire “mandiamoli tutti a casa! E che uscendo lascino i soldi rubati in questi anni! Grazie!”

Leave a Comment