Gorgonzola contro Stracchino, la querelle finisce in Tribunale

di ALTRE FONTI

E’ autentico  Gorgonzola il formaggio nato a Gorgonzola? Non sembri un bisticcio di parole l’interrogativo che riguarda la tipica  specialità casearia italiana, piccante (per veri intenditori) e dolce,   finita al centro di una querelle giudiziaria, chiusa con la sentenza resa pubblica ieri da una nota del Consorzio del Gorgonzola.  Che canta vittoria! , col punto esclamativo. In sintesi, la vicenda è questa:  il Tribunale di Milano ha dato ragione al Consorzio di Tutela del Formaggio Gorgonzola (fondato nel 1970 per vigilare sulla produzione e commercializzazione del Gorgonzola Dop) che aveva intentato causa all’azienda agricola “Caterina” di Gorgonzola, comune della provincia di Milano, contestando la vendita dello “Stracchino di Gorgonzola”, in quanto “mera contraffazione della Dop Gorgonzola”.  La Denominazione di origine protetta di questo formaggio nasce nel 1996 e gode di tutela internazionale.  Per inciso, lo “Stracchino di Gorgonzola”  sotto accusa vanta una sua “nobiltà”  fregiandosi  della De.Co, marchio collettivo di Denominazione Comunale.  E ogni anno,  l’ultima settimana di settembre, nella cittadina si svolge la sagra del Gorgonzola. Tant’è. I giudici hanno  dato ragione al Consorzio (cui aderiscono 40 caseifici), ordinando il ritiro dal commercio del prodotto contestato, che non garantisce il rispetto del rigoroso Disciplinare di produzione della Dop.  Fine della storia? Niente affatto.  A fianco dello “Stracchino”  scende in campo il vicepresidente della Regione Lombardia, Fabrizio Cecchetti, ricordando tra l’altro che le remote origini  di questo formaggio si rintracciano proprio a Gorgonzola, il paese che gli ha dato il nome. Si dà il caso , poi, che il Consorzio di Tutela  abbia sede a Novara . In quell’area, prosperano i caseifici “allineati”. Guerra tra campanili o,  meglio, tra   le regioni confinanti  Lombardia e Piemonte?  Le denominazioni alimentari sono un’ importante garanzia per i consumatori.  Ma , certo, il marchio non è tutto.

da: www.corriere.it di Marisa Fumagalli

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. L'incensurato says:

    Intanto si chiama Combo Zola. Come l’Alto Adige si chiama Alto Adige e non Tirol: basta con le truffe. Il sangue che i nostri avi hanno versato per sconfiggere i Savoia e i perfidi Piemontesi non sia stato versato invano.

  2. walter says:

    ma che problema sarebbe?! … se uno si chiama solo gorgonzola ed un altro STRACCHINO di gorgonzola dire che c’è una bella differenza, poi se uno è così cioccolataio da comprare una roba che si chiama STRACCHINO di gorgonzola pensando che sia GORGONZOLA allora è meglio che si metta a comprare il galbanino….almeno risparmia pure

  3. Albert Nextein says:

    I problemi inizieranno quando i cinesi produrranno anche loro il goh-rgo-nzo-lah.

    Poi vediamo.

  4. Dan says:

    Non vedo il problema: invece di chiamarlo Stracchino di Gorgonzola, si dirà Stracchino di Gorgonzola De.Co. sottolineando il De.Co.

Leave a Comment