Lega, prove tecniche di scissione. “Padania Libera” attacca Maroni

di REDAZIONE

Prove di scissione nella Lega Nord. A poche ore e chilometri dall’avvio dell’assemblea federale del Carroccio, alcuni dissidenti ‘bossiani’ si sono ritrovati all’hotel Palazzo Giovanelli, sempre a Venezia, per presentare la nuova “associazione”, ‘Padania Libera’, ideata dall’ex senatore Giuseppe Leoni (fondatore insieme a Umberto Bossi e alla moglie Manuela Marrone della Lega lombarda, nel 1984). “Non vogliamo fare una scissione”, ha assicurato Leoni, ma “entro il 14 dicembre (data probabile di convocazione del congresso della Lega, ndr.) pensiamo di fare un’assemblea”. “Partiamo domani col tesseramento”, ha spiegato, confermando che la “tessera numero uno” sara’ consegnata al senatur. A chi gli chiedeva se l’associazione diventera’ un partito e correra’ alle prossime amministrative, ha risposto: “Dovremo parlare con la Lega”.

Leoni ha spiegato che l’associazione e’ stata registrata con un atto notarile il 12 aprile scorso, a 29 anni dalla fondazione della Lega lombarda (costola da cui nel 1991 fu creata la Lega Nord). “Dal notaio Bossi non e’ venuto”, ha garantito, “ma ci spingeva”. I ‘dissidenti’ non hanno voluto entrare nel merito su che ruolo avra’ il presidente del Carroccio nella nuova associazione, Leoni si e’ limitato a dire: “Andro’ a casa sua e gli portero’ la tessera incorniciata in un quadretto”. Mentre l’ex parlamentare veneta, espulsa dalla Lega, Paola Goisis ha proposto di avviare una “raccolta firme per chiedere a Bossi di entrare in questo partito”. Da notare che la ‘pasionaria bossiana’ e’ stata l’unica a usare la parola ‘partito’.

Ma gli strali, senza mai nominarlo, si sono concentrati sul segretario leghista. “Dobbiamo riaccendere la fiamma di Bossi. Era diventata un falo’ ma dall’interno hanno mandato i pompieri per spegnere il falo’. Dico solo che i pompieri dipendono dal ministero dell’Interno”, ha sostenuto Leoni, riferendosi a Maroni (al Viminale fino a pochi mesi prima dello scandalo sulla gestione dei fondi della Lega che ha portato alle dimissioni di Bossi). “Quelli che sono qui sono tutti Guevara, non Fidel Castro, abbiamo visto dove ci hanno portato i Fidel”, ha attaccato Chiappori. Mentre Leoni ha lamentato il mancato sostegno di Maroni e Roberto Cota alla battaglia per indire un referendum per l’indipendenza del Veneto, sostenuto da Luca Zaia.

Tra i soci fondatori dell’associazione, gli ex parlamentari Giacomo Chiappori e Fabio Meroni, il toscano Alberto Pellegrini, il piemontese Franco Miglio, il veneto Alviano Mazzi e Guido Peruzzotti. Presenti in sala anche Monica Rizzi, ex assessore lombardo allo Sport (la quale ha spiegato di aver rinnovato la tessera della Lega) e alcuni espulsi come il consigliere veneto Santino Bozza, l’ex assessore brianzolo Flavio Tremolada e l’ex deputato Marco Desiderati (questi ultimi reintegrati nel movimento per decisione di Bossi). In platea anche Dolores Valandro, espulsa dopo che aveva evocato lo strupro a Cecile Kyenge, in un ‘post’ su Facebook.

L’associazione ‘Padania Libera’ ha un sito (‘www.padanialibera.eu’), una bandiera con la sagoma di una “Padania allargata” (fino a Toscana e Umbria), ma non ci avra’ un quotidiano collegato, come annunciato in un primo momento. I dirigenti leghisti, riuniti all’hotel Russott per l’assemblea, non hanno voluto commentare la nascita della nuova associazione (il vice segretario Matteo Salvini ha liquidato i giornalisti con una battuta: “Io ho fatto lo scout”).

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

8 Comments

  1. luigi bandiera says:

    Ahaaaaaaaaaaa……………

    I NODDICCI SONO DEI VERI FFFFENOMENI..!!

    IN FATTO DI “UNIRSI” PER COMBATTERE IL COMUNE (o provincia?) NEMICO..!

    Pare, ma sono come il defunto Belzebu’ se penso male, che avere un PARTITO (ke non partira’ mai) e’ un buon affare..!
    Un INVESTIMENTO…

    Tuttavia, prima han fatto di tutto per fare una lega sola e adesso ne vogliono fare tante..!

    I tempi cambiano… purtroppo.

    Salam

  2. Castagno12 says:

    Dal cilindro di questa disastrata Terra Lombarda ora salta fuori un altro coniglio.
    Perchè sempre di coniglio si tratta.

    Gli individui,promotori di questa squallida inziativa sono sempre gli stessi, cioè quelli che hanno promesso tanto, ma mantenuto niente.
    Però si sono sistemati, molto bene !

    Il cambiamento del nome potrà essere gradito solo dai babbei !
    Il tentativo di staccarsi da Silvio è tardivo: non si possono cancellare più di tredici anni di “onorato” servizio al Sistema.

    Nel frattempo, l’invasione procede come da copione.
    Ora tutto è più difficile, più complicato.
    E questi “politici”, dilettanti allo sbaraglio, dovrebbero riuscire ora in ciò che hanno puntualmente fallito in passato.
    Ma pensa te !

    Ciò che veramente spaventa è il fatto che vengono alla luce queste iniziative fallimentari perchè non esistono rincalzi, alternative.
    Il “Nuovo” non informa il popolo, non si organizza a dovere, si appoggia al “Vecchio”, non fornisce speranze nè affidabilità.
    Temporeggia, fa dell’altro: articoli sul quotidiano, feste, convegni, e via così..
    I partecipanti continuano a finanziare il Sistema del quale si lamentano. E’ obbligatorio pagare le tasse, non è obbligatorio avere la carta di credito.

    La minoranza del popolo italiano è informata, ha capito e si difende. Purtroppo dovrà subire sia il comportamento scellerato che l’indolenza della maggioranza.

    ASPETTIAMO IL FALLIMENTO !

  3. Rudy says:

    ancora con sta Padania? ancora Bossi? santo cielo…

  4. nick says:

    Ke fesseria!!!

  5. lucafly says:

    Macchiette.Amen

  6. Insubrian Front says:

    Fa orrore la situazione nel suo insieme: da una parte questi, dall’altra i mammasantissima maroniti che ormai escludono la poca militonza rimasta persino dagli eventi pubblici.
    Ingeneroso il paragone fra Castro (di cui si può dire tutto il male possibile, ma non che nella sua vita non abbia dimostrato di avere le palle) e i pavidi Bobo, Taliban Teo e Flavio tricolore.
    Questo partito italiano (come giustamente definito dai catalani: http://www.agoravox.it/Lega-Nord-Stiamo-con-gli.html ) si sta sfaldando proprio come i partiti della prima repubblica nel ’90.

  7. BdG60 says:

    “Dovremo parlare con la Lega”. ???

    Ma allora a che serve un altro partito se è l’alter ego della Lega ???

    Forse ad accalappiare i sostenitori e i voti in uscita dalla Lega, nonché a rompere le baXXe ai movimenti indipendentistici??

    Che assurdità !

  8. Alberto Pento says:

    Ke oror!

Leave a Comment