Gli schei contro l’euro

 

MONETA

di MARCELLO RICCI – La moderazione e la moneta unica condivisa sono virtù e laccioli che gli indipendentisti non possono permettersi. Chi vuole l’indipendenza non può essere moderato. La moderazione è propria di stili di vita, nel mangiare  , nel bere o altro. Non ha senso essere “moderati”  nel rivendicare la propria libertà, nel reclamare l’indipendenza. La Lombardia e il Veneto hanno la voglia di affrancarsi dal dominio di Roma, ma nonostante il diffuso e profondo sentimento non riescono ad andare oltre il placebo referendario. E’ per moderazione? La libertà non la si conquista con sentimenti tiepidi. L’euro è la moneta unica che doppiamente vincola e umilia. Schiavi di Roma e di Bruxelles. L’Italia e l’Europa non hanno strutture federaliste, ma sono entrambe governate da un moneta unica. E’ la BCE il vero centro di potere.

L’Ue  non ha un proprio esercito, una giustizia, una lingua, una politica estera comuni, ma la moneta sì. Il colosso Lombardo-Veneto subisce la doppia sudditanza e la moneta unica ne è il principale strumento. Potrebbe avere un significato molto profondo introdurre un doppio corso monetario , affiancare gli “ SCHEI” all’ EURO.  Pari valore. Il Lombardia e in Veneto si regola tutto con  essi, mentre con Roma e Bruxelles si paga e riscuote con l’euro. Non è una banalità, i cittadini si sentiranno meno sudditi e manifesterebbero anche nella vita quotidiana la propria indipendenza.

Diverso è supinamente adeguarsi e ribellarsi. La moneta è fondamentale per determinare l’appartenenza. Rifiutare l’euro nei propri territori è un gesto di rottura profondo e potente. La Lega aveva stampato una simbolica propria moneta spendibile nei Gazebo di Pontida. Il gesto di un  movimento politico  anche se interpreta un sentimento profondo , non ha la stessa valenza di un’iniziativa dei governi regionali eletti dal popolo.Gli schei contro l’euro, una piccola atomica contro le paludi politiche. Una guerra monetaria ha più potere di improbabili insorgenze. L’avere una propria moneta rende consapevoli che l’identità è rivendicata e non  una speranza tanto profonda, quanto difficile.

Print Friendly

Recent Posts

One Comment

  1. caterina says:

    oh, meno male che qualcuno ne parla! non vi dico la soddisfazione di aver appreso da Plebiscito.eu che la moneta della Repubblica Veneta sarà in SCHEI.!… per ora, dato che qui si è moderni e si anticipano i tempi, è solo quella digitale, va bene per i giovani e per tutti quelli che si muovono nel mondo dell’informatica… ma che soddisfazione quando si stamperà quella che si maneggia tutti i giorni nelle compere quotidiane… e non solo per nostalgia, ma per la concreta sensazione di esserci ripresi il filo della nostra storia…

Leave a Comment