Gli attentati cronici dell’Occidente, figli della dittatura progressista

Obama-and-Merkel

di DAVIDE LOVAT – Gli attentati diventati cronici, il clima di diffidenza generalizzato e la crisi economica endemica sono l’eredità di 8 anni di progressismo, di mondialismo e di multiculturalismo in Occidente, con Obama alla guida dell’Impero USA. C’è anche un’altra eredità terribile che questo tristissimo periodo ci lascia e che dobbiamo sradicare per il bene futuro della nostra civiltà, pena la sua definitiva decadenza: il lessico definito “politicamente corretto”, una vera e propria “neolingua orwelliana” da dittatura del progressismo mondialista, corredata da un piano ordinato di insulti e di stigmatizzazioni rivolte a chiunque osi dissentire dai concetti del pensiero unico.

Bisogna cominciare a reagire con fredda e determinata durezza contro chi insulta, servendosi della neolingua, chiamando razzista, bigotto, fomentatore d’odio o ignorante chiunque cerchi di formulare proposte politiche contrastanti la visione del mondo dei circoli illuminati. Vanno zittiti, creando un lessico opposto di altrettanto dura stigmatizzazione. Ma per farlo servono politici combattenti disposti ad assumersi il rischio personale della lotta, non amministratori pavidi che, coperti e allineati, aspettano di ripetere gli slogan del capetto di turno, o che si abbandonano a facile demagogia di corta prospettiva perché prodotta dall’emotività, rivolta alla pancia degli elettori per cercare un effimero e sterile consenso immediato.

L’alternativa alle politiche sbagliate dei partiti mondialisti non è la rabbia cieca, ma una proposta articolata di segno diametralmente opposto. Il qualunquismo anarchico e nichilista del M5S è una scelta disastrosa, in Veneto si dice “el tacon pezo del buso”. Coloro che hanno il privilegio di essere ammessi a far politica sul fronte opposto a quello mondialista e progressista comincino a pensare e smettano di protestare, comincino a parlare chiaro e senza paura, facciano “crollare il Muro” progressista del politicamente corretto con vigorose picconate, vibrate attraverso quei concetti tradizionali, adattati alla contingenza attuale, di cui il pensiero conservatore europeo è ricco, se si ha la pazienza di andare a riscoprirlo.

Gli otto anni di Barack Hussein Obama hanno destabilizzato il Nord Africa e il Medio Oriente, fomentando guerre e causando deportazioni di massa; hanno rovinato gli equilibri europei nell’UE e con la Russia; hanno stuprato il senso morale dell’Occidente con l’imposizione per legge, in tutti i Paesi sotto l’influenza dell’Impero USA, di norme etiche contrarie ai fondamenti della nostra Storia. Ce ne vorrebbero altri otto di segno diametralmente contrario solo per riparare i disastri, tramite una vera e propria restaurazione dello “status quo ante”, più almeno altri trenta di sana politica conservatrice e pragmatica per tornare a vivere bene, come prima. La maggioranza della gente lo vorrebbe, la grande finanza globalista invece no. Vincerà la democrazia o la plutocrazia? Vinceranno le teste pensanti che difendono l’ideale della Repubblica e la sovranità dei diversi popoli sulle rispettive terre, o quelle persuase e condizionate dal Grande Fratello padrone di TV, giornali, media, cinema, star system e pesantemente infiltrato, tramite i suoi adepti e i suoi iniziati, nelle magistrature, nelle chiese, nei partiti, nelle istituzioni finanziarie, nelle organizzazioni internazionali applicate alla realizzazione di quel New World Order propagandato e ripetuto come un mantra in questi otto terribili anni? Ai posteri l’ardua sentenza. A ciascuno la scelta del campo in cui combattere.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. Castagno 12 says:

    CON UNA VISIONE PERSONALE DELLA REALTA’, NON E’ POSSIBILE ELABORARE NEPPURE UNO STRACCIO DI PROGETTO A PROPRIA DIFESA.
    I vari commenti confermano che E’ INUTILE fornire le informazioni che contano.
    Ognuno elabora analisi spiritose e divaganti in base alle sue verità, in funzione di ciò che spera e arriva puntualmente alla conclusione che BISOGNA ASPETARE che si manifesti ciò che lui ha previsto.
    E INTANTO NON FA NIENTE.
    — Ma gli americanii “NON PENSANO DI SALVARE IL MONDO”, ma solo se stessi.
    Il Progetto Mondialista prevede di assogettare il mondo a beneficio degli USA, ora in difficoltà finanziarie: hanno speso e stanno spendendo enormi cifre pre buttare per aria mezzo Mondo e assogettarlo.
    Pensano così di poter sistemare il loro GIGANTESCO DEBITO PUBBLICO.
    La costruzione del “Nuovo Ordine Mondiale” IMPONE LA FINE DELLA “VECCHIA EUROPA” – Plebiscito.eu compreso.
    — Negli USA non esiste la Democrazia. Per le persone informate e che hanno capito non dovrebbero esserci dubbi.
    La FED – Banca Centrale degli USA – E’ POSSEDUTA DA AZIONISTI PRIVATI. che gestiscono l’emissione di valuta. QUINDI COMANDANO LORO.
    Basta questa realtà per capire che il popolo americano NON E’ SOVRANO.

    E riprovevole continuare a perdere tempo per rimestare PROBLEMI CHIARISSIMI E SCONTATI.
    Si occupa di queste INUTILITA’ CHI NON FA NULLA PER DIFENDERSI E NON HA NIENTE DA SUGGERIRE AGLI ALTRI.
    Ma con tutte le informazioni CHE HA SEMPRE FORNITO QUESTO QUOTIDIANO, va bene essere svogliati, si può anche essere demoralizzati – la situazione E’ SCHIFOSA E DEPRIMENTE- MA COME E’ POSSIBILE CHE LEGHISTI E INDIPENDENTISTI SIANO ANCORA AL PALO ?
    E come “BIMBI” sprovveduti si attaccano a promesse PALESEMENTE FASULLE e perdono del tempo per esaminarle.
    Ma con quello che vi è stato detto fate qualcosa, MUOVETEVI AGITE !
    Invece NIENTE. TAVOLETTA LUMINOSA E CARTA DI CREDITO IN TASCA., AVANTI TUTTA !
    Aspettando il “PROFETA”, italiano o made in USA.

  2. Castagno 12 says:

    C’è già tanta confusione, la quasi totalità della popolazione è disinformata, quindi SONO DANNOSI ALLA CAUSA COMUNE, gli sfoghi personali che riportano OPINIONI E PREVISIONI DELLO SCRIVENTE, IN FUNZIONE, NON DELLA REALTA’, MA DELLE SUE FANTASIE E DEI SUOI DESIDERI.
    Anche nei miei commenti di questi ultimi due giorni, ho riproposto problemi che ci condizionano negativamente e IRRIMEDIABILMENTE.
    Basta leggere, capire e collegare fra loro le realtà che ho riportato.
    Anche un bambino dotato di normali capacità intellettive e ovviamente privo della rigidità della vecchiaia,
    arriverebbe a queste conclusioni:
    1) Donald Trump sarà condizionato dal contesto nel quale potrà agire
    2) Se la maggioranza degli azionisti PRIVATI della FED sarà disposta a rinunciare al proprio potere e la FED passerà allo Stato, Trump avrà la possibilità di cambiare la politica economica e finanziaria degli Usa. Volendo, potrà quindi ordinare anche il “LIBERA USCITA” nell’Ue.
    E in questo caso l’italia sarà COSTRETTA ad adeguarsi ed uscirà dalla gabbia europea.
    3) Se la FED rimarrà di Proprietà PRIVATA, Trump, ben che possa fare, migliorerà qualcosa negli USA,
    lasciando le decisioni fondamentali della politica nelle mani della FED.
    E l’Ue rimarrà sottomessa al Governo Mondiale. Plebiscito.eu terrà ancora la bocca SPALANCATA E VUOTA.
    4) Dati i vari precedenti storici, se Trump vorrà passare la FED (Banca Centrale) allo Stato USA, dovrà affidarsi ad una maggioranza, ad una coalizione molto ampia, forte, potente.e PROTETTIVA.
    —-
    Basta controllare l’autenticità di ciò che ho SEMPRE riportato, per arrivare a dette conclusioni, SEMPLICI ED INFANTILI.
    Sono passati molti anni a l’assenza di risultati da parte di chi protesta, a parole, conferma la validità di ciò che ho scritto.
    TUTTO QUI.
    Ma sul cambiamento dei lettori NON CI CONTO perchè con quello che propongono, CREDONO DI SENTIRSI ESONERATI DAL FARE QUALSIASI AZIONE CONCRETA.
    QUINDI ASPETTANO CIO’ CHE DECIDERANNO E FARANNO GLI ALTRI …….. A LORO PIACIMENTO !

  3. Michele says:

    Barack Obama: “[…] nel 2009 è stato insignito del Premio Nobel per la pace «per i suoi sforzi straordinari volti a rafforzare la diplomazia internazionale e la cooperazione tra i popoli». (Wikipedia)
    Anche l’assegnazione dei Premi Nobel fa parte del “politicamente corretto”.

  4. giancarlo says:

    Purtroppo la verità mi fa male come diceva qualcuno.
    E’ vero, tutto vero, stiamo assistendo all’applicazione sistematica della teoria del ” CAOS” voluta e perseguita dai così detti ” ILLUMINATI” che io chiamo sempre i FULMINATI !!!
    Che gli U.S.A. ultimamente si siano comportati non da grande democrazia ma solamente da grandi idioti della politica estera…loro sta nei fatti già elencati nell’articolo.
    Ero sicuramente dalla parte degli U.S.A. in passato, ma ultimamente, salvo TRUMP non mi faccia cambiare idea, tra le guerre per esportare la democrazia in vari paesi ( abbiamo visto i risultati) le sanzioni alla Russia che abbiamo vicino a noi e che dovrebbe essere anche europea e cristiana ortodossa, se non sbaglio, e non scordiamocelo mai, gli U.S.A. fanno sempre e poi sempre i loro interessi, anche a scapito degli altri, parlo a livello economico, ho sinceramente cambiato idea su di loro.
    Ultimamente li considero dei pianta grane e dei visionari incalliti. Se pensano di salvare il mondo come hanno fatto negli ultimi anni sbagliano di grosso. Stanno diventando la ausa principale del caos e delle guerre…….non entro nella faccenda banche perché ce ne sarebbe da dire e da imprecare…molto.
    Dunque speriamo che TRUMP pensi più agli U.S.A. inernamente e lasci perdere una politica estera che assomiglia tanto ad una politica schizzofrenica e malata di onnipotenza.
    Circa i politici italioti ed europei è meglio stendere un velo pietoso. Non sanno quello che fanno !!!!
    Oppure lo sanno molto bene perché ben pagati da qualcuno o qualcosa che vuole questo mondo nel caos perenne. Hanno cominciato con le banche e tutti i pezzi di carta straccia venduti e comprati come se fossero buoni, ed invece erano porcherie inaudite che finanziariamente, per una finanza sana e pulita, non avevano e non hanno ( perché circolarNo ancora….!!) nulla a che fare.
    Siamo nei guai seri e tra non molto diventeranno ancora più enormi.
    Vedi le banche italiane etc..etc.. ma quello che è fondamentale tener presente è che una nuova crisi mondiale si sta avvicinando e sarà peggiore di quella che abbiamo visto e subito.
    Chi vivrà vedrà, ma mi domando e vi domando dove ci vogliono portare questi U.S.A. che tutti dicono, affermano e credono una grande democrazia, forse al loro interno, ma all’estero sono tutt’altro o no ?
    Non bastano i sorrisi, le lacrimucce quando servono, messaggi subliminali di alto livello etc..etc.. qui servono fatti concreti e in direzione di farla finita con porcherie di ogni genere pur di sovrastare gli altri.
    Forse sbaglierò, ma spero molto in Donald Trump il quale da diversi segnali sembra voler cambiare rotta.
    Forse anche Lui non lo sa ma potrebbe essere una speranza per il mondo intero.
    Un personaggio così o diventa come la Raggi ( ma non credo)………oppure cambierà veramente le cose ed in meglio !!! Non ci resta che sperare !!!!
    WSM

  5. Castagno 12 says:

    “GLI OTTO ANNI DI OBAMA HANNO DESTABILIZZATO IL NORD AFRICA E IL MEDIO ORIENTE” = Gestione richiesta dal Governo Mondiale. Nesssun errore da parte Loro, tutto calcolato, voluto, cercato e provocato a garanzia DELL’INVASIONE EUROPEA.
    Europa, una Entità politica e territoriale DA DESTABILIZZARE a vantaggio dello Zio Sam.
    E i ” POLITICI ” europei hanno assecondato, tollerato ed approvato questo scellerato progetto (costi a carico dei contribuenti) = UNA SCELTA SUICIDA..
    E abbiamo dei FRESCONI che si limitano a chiedere l’Indipendenza, l’Autonomia alla ” NOBILTA’ ” POLITICA della GLOBALIZZAZIONE.
    RICHIESTA NON ASSECONDATA DA ALCUNA AZIONE.
    ATTENDONO FIDUCIOSI E NULLA PIU’.

Leave a Comment