Giuseppe Garibaldi, il precursore dei fascisti d’Italia

di REDAZIONE

Ospitiamo il primo di una serie di articoli, scritti per Diritto di Voto da Marcello Caroti, autore del volume “Garibaldi il primo fascista – Le radici del Fascismo nel Risorgimento italiano” (Youcanprint.it edizioni). Il lavoro di Caroti ha ricevuto ottime recensioni da Libero e L’Indipendenza; esso rappresenta uno dei rari testi storiografici volti a smitizzare quel protagonista dell’unificazione statuale italiana, che la retorica “ufficiale” ha santificato. Nel pezzo che presentiamo oggi non mancano passaggi che forse susciteranno qualche polemica. Al di là di alcune definizioni, scelte dall’autore, che non condivido, resta intatto il valore di una ricerca e di un’analisi che ben inquadrano Garibaldi quale vero e proprio primo Duce d’Italia. Buona lettura (A.S.).

1. Il nazionalsocialismo

Sembra che Pisapia voglia fare lezioni di antifascismo nelle scuole di Milano.
Per me giunge a proposito, esattamente un anno fa pubblicavo il mio primo libro: “Garibaldi il primo fascista”.
Era da tempo che volevo scriverlo e mi sono deciso dopo la celebrazione dei 150 anni d’Italia perché mentre da una parte i patrioti continuavano a parlare di un personaggio che non è mai esistito dall’altra le critiche erano imprecise, a volte stravaganti e comunque non andavano al cuore del problema.

Il titolo del mio libro non vuole essere una provocazione. E’esattamente quello che Garibaldi è stato e, soprattutto, cosa ha significato per il futuro del paese che lui ha creato: “fascista” è la caratterizzazione più precisa per quella persona.
Lo scopo di questi articoli è di illustrare, in modo sintetico, gli elementi che fanno di Garibaldi un fascista e per fare questo è indispensabile, innanzi tutto, definire il fascismo. Dobbiamo quindi parlare di ideologia per vedere come Garibaldi avesse già dentro di se questo atteggiamento mentale molti anni prima che venisse fondato il relativo movimento politico.

Il fascismo è la versione italiana del nazionalsocialismo. All’Italia spetta il primato di… CONTINUA A LEGGERE QUI.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

10 Comments

  1. giuseppe modenesi says:

    Caro Luciano, quando con la violenza delle armi il Governo piemontese, brucia interi paesi, saccheggia l’economia di un Regno economicamente florido e molto più avanzato dello stesso arretrato ed indebitato Piemonte, quando esegue fucilazioni di massa sia uomini, donne ,bambini,
    quando deporta nei Lager di Fenestrelle i militari ed abitanti fedeli al legittimo sovrano, quando col Terrore costringe la popolazione e i renitenti alla leva, all’Emigrazione nelle Americhe per evitare di essere Fucilati o Deportati nei Lager, io reputo che siamo di fronte a un Genocidio di un intero Popolo-
    Le famigerate SS dal 8/9/1943 al 28/4/1945 , penso abbiano fatto meno Misfatti che i Bersaglieri dal 1861 al 1871.

  2. giuseppe modenesi says:

    Unione cisalpina la Tua ignoranza non ha limiti: i Tuoi Nonni
    bersaglieri li chiamavano BRIGANTI, ma invece erano GUERRIGLIERI che combattevano per la Libertà della loro Patria INVASA dai PIEMONTESI, come nel 1944 i PARTIGIANI di Pertini e di Saragat combattevano contro i Republichini di Salò e i Tedeschi, ed erano chiamati dai Nazifascisti :BANDITI.
    Prima di scrivere cazzate documentati e scrivi come Mangi!

  3. giuseppe modenesi says:

    Unione Cisalpina tutto è documentato, prima di blaterare a vanvera cerca di leggere un po di libri e documenti, ci vuole un po di modestia e un po di pazienza per documentarsi: poi chiedi PERDONO al POPOLO MERIDIONALE per le ATROCITA’ commesse dai Tuoi Nonni bersaglieri.

    Quando scrivi con la K sembri uno che si sta Masturbando Ufficialmente.

    • Unione Cisalpina says:

      i tuoi eroi BANDITI & BRIGANTI ke difendi, erano gli antisegnani (delinkuenti, violenti, politikanti di konvenienza ed assassini), dei mafiosi e kamorristi ke onkòr oggi, mutatis mutandis, imperterriti ed impuniti, kontinuano (e kontinuate), vokazionalmente, a voler imporre …

      l’immoralità e dissoluzione di kuesto stato italiano, a vostra guida e merdionale amnministrazione imposta ed estorta, vanifika ogni beneficio ke avete sempre ricevuto senza nulla dare e ke xò riafferma la kualità della vostra kultura e tradizione, oggi kome ieri … siamo ankòra lì… una rogna impestata !

      magari ci fossero ankòra i Piemontesi a kombattere il merdionalismo italiko x renderlo un po’ + decente e civile… a noi non resta ke lottare x liberarci da voi italiani…

      viva il Piemonte e viva la Konfederazione Cisalpina…

  4. giuseppe modenesi says:

    Unione Cisalpina tutto è documentato, prima di blaterare a vanvera cerca di leggere un po di libri e documenti, ci vuole un po di modestia e un po di pazienza per documentarsi: poi chiedi PERDONO al POPOLO MERIDIONALE per le ATROCITA’ commesse dai Tuoi Nonni bersaglieri.

  5. giuseppe modenesi says:

    Ricordatevi dei Denari del Banco di Napoli rubati da Garibaldi!

    Ricordatevi del MASSACRO DI BRONTE in Sicilia ordinato dal Gen.GARIBALDI ed eseguito dal Col. Nino Bixio!

    Perchè Vi ricordate solo dei Massacri eseguiti dalle SS a Marzabotto, alle Fosse Ardeatine, e tanti altri e non Ricordate e non Vi indignate per i Massacri compiuti dai Bersaglieri Piemontesi a PONTELANDOLFO, a CASALDUNI e Tanti altri dal 1861 al 1871.

    Perchè Vi indignate e Processate ERICH PRIEBKE e Walter READER: Militari che hanno solo il torto di aver eseguito ordini Militari?

    Perchè non Vi Indignate e non PROCESSATE i CRIMINALI di GUERRA e Responsabili del GENOCIDIO del Glorioso POPOLO MERIDIONALE: Cavour, Vittorio Emanuele II ,Garibaldi, Mazzini, Massimo D’Azeglio, on.Pica, Farini, gen.Cialdini, gen.De Sonnaz, gen.De
    Fumel, gen.Della Chiesa, col.Pinelli, col.Negri, col.Pomarici, mag.Enrico Franchini e tanti altri criminali di guerra.

    Ecco dove ha origine la Miseria economica e finanziaria del Popolo Meridionale oppresso e dissanguato dall’Invasione militare dei Savoia e dissanguato da una brutale e feroce occupazione.

    Ecco da dove nasce la Camorra e la Mafia e la conseguente EMIGRAZIONE nelle Americhe.

    Andate a leggere il Diario del Bersagliere CARLO MARGOLFI di Sondrio, e andateVi a leggere i libri di Francesco Mario Agnoli, di Fulvio Izzo, di Lorenzo Del Boca e di altri, rimarrete inorriditi dalle atrocità commesse dalle truppe Piemontesi.
    Non ascoltate le BALLE insegnatevi dalle Scuole Italiote.
    .

    • Unione Cisalpina says:

      la storiografia si basa sui dokumenti ufficiali e vanno kollokate nel suo momento storiko, non sulle masturbazioni interpretative a konvenienza personale…

    • Luciano says:

      Tutto vero tranne l’abuso del termine “genocidio” che significa tutt’ altra cosa, si informi anche lei, dico seriamente.

    • Luca says:

      “Ecco da dove nasce la Camorra e la Mafia”

      Si, come no. La mafia è nata a inizio ‘800. La camorra addirittura nel 1600. Farina del vostro sacco.

  6. Unione Cisalpina says:

    interessante… xò attenti a ciò ke si dice …

    Garibaldi è stato un nazionalista ma di stampo repubblikan_federalista (alla IUESSEI 🙂 … di kuesto passo si affermerebbe ke gli USA siano nazifascisti… si può ? … eppure c’è kualke sostanziale differenza noh !) ma sikuramente anti vatikanista ed ostile (se non nemiko giurato) del kattolicesimo (universalismo) romanista e suo potere assolutista teokratiko klerikale ke lui giudicava nocivo x il popolo e l’umanità …

    Affermare ke Garibaldi fosse nazifascista ekuivale a dire ke
    – Shumaker sia un kriminale
    della strada xkè korre ad alta velocità… oppure ke
    – la vittima ke si ribella al suo aggressore sia un violento… ed ankòra ke
    – un irredentista, guerrigliero o partigiano ke lotta e kombatte kon le armi l’invasore (od okkupante, sfruttatore e/o oppressore) della sua Terra, sia assimilato alla stregua assassina e delinkuenziale del mafioso o kamorrista organizzato (kome alkuni ritengono ke fossero ” i banditi terronici” (del Risorgimento … mai avvenuto !) ke si opponevano a koloro ke li kombattevano seriamente, ovvero i Piemontesi del primo Regno d’itaglia) …

    potrei kontinuare

Leave a Comment