Giovanardi contro l’SVP: “Han fatto vincere Bersani, addio autonomia”!

di REDAZIONE

”Gli italiani di lingua tedesca, che per la prima volta hanno rinunciato alla loro autonomia alleandosi con il Pd, hanno regalato a Bersani il premio di maggioranza alla Camera”. E’ quanto afferma il senatore emiliano del Pdl, Carlo Giovanardi.

Pertanto, prosegue, ”preso atto che la Svp ha rinunciato all’autonomia, dovrebbe per coerenza fare a meno, prima ancora che provveda il Parlamento, di tutti gli anacronistici privilegi economici e di trasferimenti finanziari”.

A breve giro di posta la risposta: “Giovanardi straparla di autonomia senza neanche sapere di che si tratta. Non credo ne abbia neppure la piu’ pallida idea”. Cosi’ Lorenzo Dellai, deputato di Scelta civica, commenta l’affermazione del senatore del Pdl Carlo Giovanardi, sul fatto che gli italiani di lingua tedesca, nell’alleanza della Svp con il Pd abbiano rinunciato alla loro autonomia. ”Trovera’ su questa strada – ha aggiunto – la nostra delegazione parlamentare regionale compatta e determinata a non farsi intimorire”.

FONTE ORIGINALE: Ansa.it

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

10 Comments

  1. lombardi-cerri says:

    Quanto denaro nostro gettato al vento pagando gli stipendi a certi parlamentari.
    Il signor Giovanardi, dopo tanti anni di parlamento, non ha ancora capito che delle vicende italiani al SVP non importa assolutamente nulla.
    Dopo un po’ di doveroso tritolo sui tralicci, visto che gli eroici romani, se la sono fatta sotto, hanno ottenuto tutto, proprio tutto ( o quasi ) per il Sud Tirolo.
    A questo punto sono andati avanti al piccolo trotto : quando un governo italiota ha avuto bisogno del loro voto ( e loro sono li in parlamento, che aspettano ( con gente attiva e molto preparata), tac eccoli con le loro condizioni.
    Non interessa se il governo è di destra, di centro o di mezz’ala loro guardano solo agli interessi di casa.
    Roma, per fermarli , dispone di una sola carta: prendere i paletti di confine al Brennero e portarli a Salorno.
    Ma Roma, come al solito, pensa ai soldi ed ha paura della propria ombra.

  2. raniero says:

    Giovanardi uno scatarro schifoso!!!

  3. nick says:

    Non sono italiani di lingua tedesca: sono Tirolesi aggregati a forza a questa Repubblica delle Banane.
    Figuriamoci se non pretendono qualche contentino (tipo lo statuto speciale).
    Ma siete mai stati in Sud Tirolo? Vi sembrava di essere in Italia?

  4. enri says:

    Uno che da sempre straparla, come tanti suoi amici…..
    Ma che li manteniamo a fa?

  5. Nibbio says:

    Capisco che in periodi di sonnolenza, quando tutto tace e non si trova una notizia che sia una notizia, ci si possa anche occupare delle str….e di Giovanardi, a suo tempo eletto a Lecco, patria di Formigoni, Castelli, Bodega e Galli ….!

    In giornate infuocate come quelle che stiamo vivendo, non c’è proprio niente di più interessante ?

  6. Salice triestino says:

    Eccolo qua Govanardi, doveva dire la sua ed attaccare gli attentatori dell’unità d’Italia, ora divenuti “italiani” di lingua tedesca.
    Sono “cittadini italiani” di lingua tedesca.

  7. Unità Popolare Veneta says:

    Altro che Polente Padane, macroregione, secessione, devoluzione, federalismo fiscale, 75% di tasse al territorio e altre stronzate da falliti…
    Meno chiacchiere e più attributi!!!

  8. Cichinisio says:

    Giovanardi, oltre a non (voler) capire una beata mazza di autonomia (come tutto l’establishment italiano) e dinamiche politiche sudtirolesi, dovrebbe al contrario ringraziare e accendere un cero in onore e gloria della SVP. Avrebbe preferito il suo PdL nello scomodissimo ruolo che oggi tocca al PD?

    • Cichinisio says:

      Aggiungo che piuttosto il PdL dovrebbe vergognarsi per ciò che esprime in Sudtirolo: una manica di alieni coloni italiani dall’arroganza pulcinellesca e fascistoide. Mi riferisco a Micaela Biancofiore, tanto per fare un esempio.

  9. Giancarlo says:

    Anche da questo si vede che i deputati del Banana sono di infimo livello e al tempo di stesso ridicoli. E’ evidente che Giovanardi non sa una sega dell’autonomia sudtirolese, ma dà comunque aria alla bocca perché sa che con questi argomenti va diritto alla pancia di un certo suo elettorato. E’ con questo tipo di alleati che Maroni si appresta a dare il via alla macroregione del Nodde.

Leave a Comment