SFATARE I MITI: LA STRANA STORIA DELL’UNITA’ D’ITALIA

di REDAZIONE

Con oggi, inizia una serie di appuntamenti periodici con Gilberto Oneto, nostro editorialista e scrittore, che da sempre si occupa di tematiche storiche inerenti l’unità italiana.

Laureatosi in architettura nel 1973 a Milano, ha studiato e lavorato in Francia, Austria e Stati Uniti. È un libero professionista specializzato in operazioni di paesaggio urbano, recupero ambientale e analisi paesaggistica. Ha insegnato all’Università di Genova ed è stato Presidente Nazionale degli Architetti del Paesaggio. Amico personale e collaboratore del professor Gianfranco Miglio, è studioso dell’autonomismo della regione padano-alpina.

Approfondendo il rapporto fra il territorio e l’identità culturale ad esso collegata, si è dedicato alla storia e alle istituzioni delle Regioni padane. È ricercatore e divulgatore dei simboli dell’identità culturale dei popoli padano-alpini, attraverso iniziative anche controverse e spesso discusse: dall’interesse per il revisionismo storico all’araldica (è il riscopritore del Sole delle Alpi); dalle espressioni della cultura popolare alle loro trasformazioni in iniziative politiche. È l’animatore e il direttore editoriale del bimestrale Quaderni Padani, che dal 1995 pubblica con regolarità interventi sui molteplici aspetti della cultura identitaria delle comunità della Padania.

Con lui abbiamo parlato di:

– Giorgio Napolitano

– I 150 anni dell’Unità d’Italia

– La strana unità di ieri e di oggi

– La secessione è antistorica

CLICCA SOTTO E ASCOLTA L’INTERVISTA: 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. dante says:

    Gilberto Oneto è la punta di Diamante dell’indipendentismo Padano e della verità vera della storia della repubblichetta. E’ ora di fare una raccolta dei suoi vari artricoli sulla stampa. Io ne ho diversi imperdibili. come quello sulle 5 giornate di Milano.

  2. Patrick says:

    Molto interessante ed istruttivo! Oneto è uno di quegli studiosi che sono un’autentica risorsa per lIndipendentismo, e pensare che qualche sprovveduto se lo è lasciato sfuggire……………..Aspetto con piacere la prossima puntata. Complimenti all’ Indipendenza !

Leave a Comment