Giannino rischia un’accusa di falso: mentì in tribunale sulle lauree

di REDAZIONE

Ormai l’uniforme che si era cucito addosso -evidentemente- era una seconda pelle da cui gli risultava difficile staccarsi. Giannino mente più volte sui propri titoli di studio. Non solo il master, ma anche la laurea in Economia e in Giurisprudenza. Il bello è che mente non solo ai suoi lettori -ricordiamo infatti la sua professione da gionalista, ma anche ai suoi elettori e a chiunque venga in contatto con lui e tocchi il capitolo titoli di studio. Ma Giannino va oltre e dichiara il falso anche in tribunale. Interrogato dai magistrati in merito all’inchiesta ribattezzata ‘Teleospedale’, alla domanda “titolo di studio?” l’ex leader di Fare risponde: “Laurea in Giurisprudenza ed Economia”.

E’ più forte di lui. E pensare che fino a qualche giorno fa aveva sottolineato che quei titoli gli erano stati attribuiti erroneamente online.

Ebbene, in tribunale per un’ inchiesta che lo ha visto indagato per turbativa d’asta nell’indagine su presunti appalti “pilotati” sulla cosiddetta “tele-medicina” -una rete tv di cui Giannino avrebbe dovuto essere il responsabile editoriale- il giornalista mente di nuovo. Assolto dall’accusa di turbativa d’asta perché per il magistrato Tiziana Siciliano “non sono emersi elementi a suo carico”, rischierebbe ora un’indagine per falso. L’accusa dovrebbe essere formalizzata a stretto giro.

FONTE ORIGINALE: http://it.ibtimes.com

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment