Laurea o meno, le capacità di Giannino non si discutono

di CLAUDIO ROMITI

L’inaspettato scivolone di Oscar Giannino, leader dimissionario di Fare, ha creato molto sconforto all’interno di un movimento che veniva dato da tutti gli osservatori in decisa crescita. E la vicenda delle presunte millanterie che hanno sconvolto questo piccola ma agguerrita compagine politica suona come una sorta di contrappasso, soprattutto in relazione al concetto di merito, espresso in molte parti del programma di Fare.

Eppure, essendomi sempre battuto contro la visione di una certa “sapienza” di natura burocratica, conseguita attraverso polverosi quanto obbligati percorsi universitari, non posso che comprendere il momento piuttosto drammatico che sta vivendo l’amico Oscar. Pur non condividendo la sua scelta di volersi fregiare di titoli accademici inesistenti (personalmente, dopo una esperienza universitaria a dir poco surreale, ho sempre pubblicamente dichiarato di sentirmi fiero di non essermi laureato all’interno di uno dei nostri molti esamifici di Stato), posso capire che una persona dotata di capacità non comuni finisca per attribuirsi un qualche cartellino fasullo nel Paese del formalismo barocco, principalmente per farsi largo nella vita, vincendo contemporaneamente un atavico senso di insicurezza e di inferiorità.

In merito a ciò, ho trovato sempre molto istruttiva la visione del pensatore elitista di Vilfredo Pareto il quale esprimeva grossi dubbi circa la reale corrispondenza che esiste tra, per l’appunto, i “cartellini” che il sistema sociale consente a molti di collocarsi sulla giacchetta e le loro effettive capacità. E quanto a capacità, pur non divergendo su molte cose, non penso che si possano avere dubbi su Oscar Giannino, master o lauree a prescindere. D’altro canto, per chi non lo sapesse, persino uno dei padri del liberalismo italiano del calibro di Benedetto Croce non era laureato. Ma questo non ha impedito che fosse considerato da molti un maestro di idee ed un faro di libertà. Già, proprio quelle idee che secondo un altro grande filosofo liberale come lo spagnolo Jose Ortega y Gasset -anch’egli strenuo oppositore di ogni forma di specializzazione burocratica del pensiero- costituiscono la differenza tra l’uomo, capace di elaborare l’esistente sulla base di un progetto futuro, e l’animale bruto. Animale bruto che troppo spesso si cela dietro il potere ottuso di un titolo burocratico privo alcuna sostanza. E se permettete, tra uno dei tanti arroganti baroni italioti, sempre pronti a promuovere parenti e amici, ed un Giannino il quale, pur sbagliando per debolezza, si mette in gioco consapevole dei rischi che corre, francamente opto senza riserve per quest’ultimo.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

56 Comments

  1. gigi says:

    capacità canore

  2. Giovanni Blasini says:

    La laurea non è un fine, ma un mezzo. Un mezzo utile, ma non necessario per realizzarsi nella vita. Giannino, senza laurea si è realizzato meglio di tanti altri, onore al suo merito, dopo tutto, quello che conta sono i risultati.

  3. MR86 says:

    ragazzi ma quanti problemi intorno a questa questione del tutto secondaria… cerchiamo di essere pragmatici: Fermare il Declino avrebbe preso comunque meno del 2% e non sarebbe entrato in Parlamento, ora dopo questa vicenda prenderà forse l’1%… ma tanto il risultato non sarebbe cambiato lo stesso… parliamo di cose più interessanti….

  4. Livio V. says:

    ma siate seri, vi siete invischiati in un movimento ridicolo

  5. Don Ferrante says:

    Romiti, non smerdacchiare Pareto !
    Chiunque si inventi e di vanti di due lauree, di un Master e di altre medaglie è un povero di mente e chi, come te, lo supporta è peggio di lui !
    Curatevi !

  6. Unione Cisalpina says:

    Laurea o meno, le capacità di Giannino non si discutono …

    infatti si diskute l’uomo… fasullo … solito furbetto e vantone … un poveraccio… kef figura dim merda 😀

  7. Flit says:

    Ultima ora !
    E’ falsa anche la dichiarazione di Giannino di aver partecipato allo “Zecchino d’oro” !!!!!
    Il genio della finanza, il salvatore della patria, il frenatore dell’incaccamento smentito da Mago Zurlì !!!!!

    Bravo lui !!

    Minchioni gli altri !!!!

  8. Gian says:

    leggo anche su questo articolo la leggenda metropolitana secondo la quale le affermazioni di Giannino sarebbero presunte millanterie: presunte un corno!!!! è ora di farla finita con la storia che è un fraintendimento nato in internet,

    basta ascoltare qua

    http://www.tgcom24.mediaset.it/politica/videodallarete/1002330/giannino-figuraccia-parte-seconda.shtml

    e qua

    http://video.repubblica.it/dossier/elezioni-politiche-2013/giannino-soli-perche-monti-ha-ceduto-a-fini-e-
    casini/118437/116906

    quello che veramente mi fa imbufalire non è che ha mentito, ma è che si è arrampicato sui vetri per tre giorni e a ammesso solo quando la sua posizione era ormai indifendibile. quello che fa incazzare non sono le bugie, ma la presa per il sedere continua che ancora qua va avanti parlando di presunte millanterie.

    e adesso dovrei credere che ha delle competenze? così, sulla fiducia? perchè? perchè ha fatto il giornalista? perchè è abile nel parlare? perchè veste strano?

    sentire poi il panegirico del non laureato che sarebbe meglio di chi si è fatto anni e anni di università e ha speso fior fiori di soldi in tasse universitarie per avere un titolo è francamente troppo, sentirsi dire che è meglio Giannino che non ha il master ma è come se l’avesse perchè lui è un autodidatta è troppo!

    se lo sapevo mi scrivevo autoditatta sul curriculum e mi candidato alla presidenza degli Stati Uniti.

  9. Flit says:

    Verissimo !

    Le capacità di Giannino non si discutono !

    Per anni ha preso per i fondelli molti accademici, molti giornalisti, molti tuttologi, molti politici e molti elettori con il suo onanismo mentale !

    Complimenti ! Un bravissimo “casciaball” !

    Inferiore solo all’Umberto, che è durato più a lungo !

  10. Maciknight says:

    Non mi permetto di giudicare le qualità e contenuti del personaggio, ma la millanteria e l’esibizionismo mediatico, si, eccome, essendo personaggio pubblico …
    E’ stato un pessimo esempio nel modo di approcciare alla politica, confermando i peggiori sospetti dell’italiano medio che si candida in politica con secondi fini … Che dire a questo punto della sua estrosa e bizzarra prosopopea? della supponente “aristocratica” macchietta del personaggio che lui stesso ha ottimamente interpretato? che dire del sussiegoso Oscar Giannino che si è inventato titoli accademici mai conseguiti (addirittura due lauree ed un master all’estero), che dire di questa sagoma policromatica da salotto culturale ottocentesco, che pretendeva di cambiare il paese portando aria nuova e correttezza, e contava sull’assenza di verifiche (cui ci ha abituati il sistema mediatico prono al potere ed all’establishment), presumendo fossero tutti in affabile e riverente ammirazione della sua persona … Se non un Vaffa****

  11. Carlo De Paoli says:

    Oscar Giannino non è laureato, embeh …
    Bersani lo è, dicono, Monti lo è, il presidente della Banca europea Draghi anche lui è laureato: tanti altri che siedono nel nostro Parlamento lo sono.
    È andato meglio il Paese per questo; con questi “titolati” voglio dire?
    Fintanto che saremo costretti a tenerci in Parlamento, e per una intera legislatura senza avere la possibilità di cambiarlo, un incapace, magari laureato, anche in caso di manifesta inadeguatezza, laurea o non laurea non fa differenza.
    Semmai, vista “l’efficacia” (?!) del valore del titolo di studio mi sembra non più rimandabile la antica proposta che giace, ma non è stata mai discussa in Parlamento di eliminare il “valore” legale del titolo di studio.

    • Flit says:

      Caro De Pirli, non è necessario essere laureati per fare il bene comune ! Bravo !

      Come chiami allora tu uno che si inventa di essere bilaureato, di avere un Master, di aver partecipato allo Zecchino d’oro ?

      Per cervelli da dozzina come il tuo, quello è un genio !

  12. gigi ragagnin says:

    povero Giannino. la sua vanità (a prescindere dai meriti che effettivamente ha ) lo ha tradito, come anche traspare dal suo modo di vestire. Zingales come mentalità è americano, altro che padovano. in America è così : chi mente per qualsiasi motivo (anche per vanità senza scopo di lucro) può mentire in qualsiasi altra evenienza. (stagista di Clinton insegni, caso che in itaglia non è stato capito)
    per quanto riguarda il suo movimento, bisogna dire che i famosissimi intellettuali che hanno dettato il programma, come Zingales e Boldrin, in video sono pallosissimi, al contrario di Giannino che sa parlare alla gente.

    • al says:

      Infatti si è visto come l’ex presidente Bush e tutto il suo entourage hanno mentito sulle armi chimiche iraqene…
      Per piacere, tu, l’america, e il pompino di Clinton. Quelli sono scandali costruiti apposta, Spitzer mentre era governatore dello stato di NY ha subito lo stesso trattamento, bisogna essere coglioni per dare peso a queste storie.

  13. Giancarlo says:

    Fossimo in Germania no problem, si sarebbe già dimesso e amen. Essendo qui nello stivale più marcio del mondo, pensando alla parabola evangelica della pagliuzza e della trave, lui fa quasi tenerezza, e non ha nemmeno detto che il curriculum era stato abbellito a sua insaputa, anzi ha fatto una specie di mea culpa. Tanto di cappello allora, e se rosicchia voti al Banana e alla Lega Merd ben venga. Avanti con il voto a Fare-Fid in Lombardia e, proprio volendo, disgiunto a Bassani come consigliere e Ambrosoli governatore. Dopo le elezioni se ne riparla.

  14. lombardi-cerri says:

    Non ho documenti tali da permettermi di giudicare Giannino .
    Comunque non avrei votato e non voterà il suo partito.
    Una cosa è certa : il Prof.Dott Phd Zingales che pochi giorni fa ha fondato con lui un movimento e che , sino a cinque minuti prima, lo sbaciucchiava gli ha fatto una PUTTANATA grande come una casa, delitto ben più imperdonabile delle eventuali bugie.
    Se questa sparata l’avesse fatta un qualunque altro, niente di male, ma proprio lui, il Prof.Dott.Phd !
    Come diceva Andreotti a pensare male si fa peccato, ma …..

  15. Castagno12 says:

    Cerchiamo di capirci.
    Benedetto Croce non era laureato ma non ha mai detto di esserlo.
    Un bimbo che mente di aver preso di nascosto la marmellata, può essere giustificato, è anche minorenne.
    Giannino, che vuole gestire l’italia, ha creato un precedente che lo rende non credibile, inaffidabile: potrà mentire in qualsiasi altra occasione.
    Riguardo alle sue aspirazioni non è cambiato niente:
    si è dimesso da presidente di “Fare per fermare il declino”, ma resta candidato alla premiership, come Silvio che non è segretario del PDL.

    Di Giannino non si può proprio discutere la sua capacità di inserirsi nel SISTEMA (quello Mondialista).
    A Radio24, qualche settimana fa, ad un ascoltatore che gli aveva chiesto spiegazioni circa il fondamentale problema “Emissione di Valuta a Debito”, Giannino aveva risposto, urlando: “Sono tutte sciocchezze, non ha alcuna importanza il fatto di chi emette valuta”.

    Questa l’inqualificabile risposta del giornalista / economista che ha dimostrato di poter fare il “politico” in italia, a pieno diritto.

  16. LucaF. says:

    L’abolizione del valore legale del titolo di studio non implica in ogni caso l’attribuzione fantasiosa di percorsi di studio e competenze non attestate, realmente possedute o conseguite.
    Evitiamo di fare gli struzzi e i perdonisti anche a fronte dell’evidenza solo per mero calcolo elettorale!.
    Il candidato premier di FARE-FiD ha mentito pubblicamente e ripetutamente agli elettori e ai suoi militanti sul suo CV come fece il Trota.
    Non è questione dell’avere i titoli di studio per essere qualificati o meno a dire le cose, quanto di aver cosapevolmente mentito ripetutamente sul loro possesso.
    http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/1-giannino-nessuno-e-centomila-oscar-non-ha-un-master-non-ha-le-due-51207.htm
    Se uno racconta balle per anni e ripetutamente sui suoi titoli conseguiti che credibilità politica può avere di fronte agli elettori quando promette tagli o riforme?.
    Voi votereste un partito che afferma di poter fermare il declino economico del Paese pur avendo candidato una persona che per anni ha ripetutamente mentito spudoratamente sul suo CV millantando falsi ed inesistenti titoli di studio in economia e giurisprudenza?.

    • al says:

      Il problema è che se uno non ha la minima competenza in materia non è nemmeno in grado di giudicare quella altrui, a prescindere dal titolo o dalle balle che possa aver raccontato. Per questo esiste il valore legale, è un contentino per i coglioni, un bollino che significa tutto e niente, per il coglione significa tutto, per chi le cose le sa indipendentemente dagli istituti frequentati non significa niente. Quanto alla “credibilità politica” consiste esattamente in questo: apparenze confortanti per i coglioni. E ora assistiamo al linciaggio da parte di tutti i coglioni ignoranti d’italia, che oltre a biasimare un uomo per aver mentito sui titoli di studio, la qual cosa è legittima, mettono anche in dubbio la sua preparazione senza avere la minima base per poterla giudicare.

      La farsa è farsa e i coglioni sono coglioni.

      Buone elezioni.

      • Gian says:

        son proprio contento dei essere definito un coglione, perchè coglionamente ho preso il treno tutti i giorni per andare in università a prendermi una laurea VERA, sono contento di essere definito un coglione per essere coglionamente andato un ulteriore anno avanti e indietro in treno tutti i giorni per prendermi un master VERO, sono contento di essere parte della farsa dei coglioni… sono contento di essere considerato uno sfigato al cui confronto Giannino è un genio sulla parola, giusto perchè chiacchierina bene e si veste strano. Sono contento che il mio 110 senza lode sia proprio una cosa da colgione, l’avessi saputo prima mi sari fatto scrivere il curriculum da Giannino sul fronte mettevo 8 lauree e 3 master e nel caso in cui mi scoprissero sul retro mettevo “autodidatta”

        mi consolo però perchè non sono come voi che siete peggio dei tanto biasimati militonti della lega!!!!!!!!

        • al says:

          Se vuole credere che mi riferissi direttamente a lei è liberissimo di farlo ma la sostanza non cambia: il titolo di studio non dimostra un fico secco e il tono del suo commento è ulteriore conferma.

  17. Aquele Abraço says:

    Ma io invece discuto anche le sue capacità, perché sono convinto che un autodidatta, per quanto appassionato e dedicato, solo in casi eccezionali possa avere una preparazione migliore di chi ha preso lezione dai più rinomati maestri.
    Non si discutono le sue idee politiche che possono essere condivise o no, ma il fatto di attribuirsi delle competenze tecniche e degli studi in economia che non ha.
    Non sarebbe stato una novità se avesse ammesso i suoi limiti, già ce li abbiamo infatti dei politici che, laureati in filosofia, si sono reinventati economisti (Bersani) ma che quando il gioco si è fatto duro han dovuto far ricorso ai “tecnici”, senza che per altro, invertendo i fattori, il risultato fosse diverso.
    Ci vuole più umiltà da parte di tutti, ma è raro trovarla tanto nei politici che nei “tecnici” e negli affabulatori televisivi, campo in cui sicuramente Giannino eccelleva.

    • al says:

      Dipende dall’autodidatta e dipende dai maestri. Comunque lei dimostra di non aver capito nulla della differenza fra tecnico e politico e visto lo spirito di questo giornale e il significato di tutta la sua ideologia di riferimento mi chiedo perchè venga a commentare proprio qui.

      • Gian says:

        o sei tut che hai scambiato questo giornale per l’organo ufficiale di fare?

        • al says:

          Ho scambiato questo giornale per l’organo ufficiale di quelli che non si fanno impressionare dalle etichette e non sbavano dietro ai professori dell’acqua calda, ma soprattutto non si aspettano che nessun organo politico risolva i loro problemi. E quando uno inizia a menarla con le lauree, chi è tecnico e chi non è tecnico significa che a tutte queste puttanate ci crede, per fesseria o per disperazione, ma soprattutto perchè è ancora troppo ingenuo o ignorante per aver capito cosa realmente conta e come funziona la comunicazione politica nella società odierna. E come funziona l’istruzione, particolarmente quella di alto livello, non solo in italia. Mi fermo qui, altrimenti potrei scrivere cose che se non provengono da una “fonte accreditata” suonano come i deliri di un perdente, studente fallito e laureato mancato…È meglio che un giorno, quando si deciderà a vederci chiaro, legga o ascolti gli stessi argomenti dalla bocca di un oratore titolato, perchè all’inizio non sarà in grado di capirli e li prenderà per buoni solo in base alla loro provenienza. =D Buona giornata.

          • Aquele Abraço says:

            Se non sei l’Oscar (della presunzione e supponenza) in persona, da come lo difendi, sembri almeno suo fratello.
            Ripeto, più umiltà, fratello!

          • Aquele Abraço says:

            Allora Giannino doveva qualificarsi per quello che era, un divulgatore, un traduttore televisivo di linguaggi settoriali come la politica e l’economia, uno che “sa cosa realmente conta e come funziona la comunicazione politica nella società odierna”, ma sul libro paga di chi? La falsa libera imprenditoria ammanicata con lo STATO di Montezemolo & C?

  18. ingenuo39 says:

    (personalmente, dopo una esperienza universitaria a dir poco surreale, ho sempre pubblicamente dichiarato di sentirmi fiero di non essermi laureato all’interno di uno dei nostri molti esamifici di Stato)? Qualsiasi università, buona o cattiva che sia, una laurea, anche la piu inutile, è sempre una prova superata in un confronto di intelligenza, non avendolo superato o rinunciato a superarlo, questo significa che la persona si vuole confrontare solo con chi vuole lui e magari come dice lo slogan ” ti piace vincere facile è ?”. Spero che nel caso non sia così altrimenti saremmo proprio messi male.

  19. CSS says:

    a una persona che mente sapendo di mentire non si possono contestare le sue capacità, è un “mentitore”, così com’è falso il suo titolo può essere falso tutto il resto…giannino un personaggio che ho sempre stimato mi ha deluso profondamente

    ps l’attribuirsi un titolo è il modo di fare di quelli che qua vengono chiamati “furbi” l’essere dalla parte di giannino, stimarlo o esserne amici non toglie quel che ha fatto, per sua (e solo sua) convenienza si è attribuito un titolo che non gli spettava, ha usufruito di vantaggi che non gli spettavano, ha fatto il furbo all’italiana e il fatto che sia lui non cambia le sue azioni o quelle della categoria alla quale appartiene, i furbi

    • Dan says:

      Intanto lui l’hanno beccato e s’è subito dimesso. Quanti sono i politici con due o tre lauree false che vengono pizzicati e fanno spallucce come se nulla fosse successo ?

    • al says:

      Guardi che nessuno gli sta facendo i complimenti per aver mentito sui titoli di studio. Quello che fa incazzare molti, me compreso, è leggere frasi scritte da perfetti imbecilli che non hanno la minima cultura economica e fanno l’equazione: non è laureato>>>ha sempre detto cazzate, niente di quello che ha ottenuto era meritato. Questo è andare oltre il dovuto, facendo tra l’altro un caso internazionale di una cosa abbastanza secondaria, visto e considerato che il mondo e la crisi non iniziano e finiscono con il master fasullo di oscar giannino.

  20. marco zarantonello says:

    Nai discusso ke competenze … Peccoro ka sbavatura. … GRANDISSIMO SEGNALE DI FARE …partito rigoroso anche con il leader … PARTITO AFFIDABILISSIMO. Ci sono e ci rimangi piu convibto ancora. MARCO

  21. elio says:

    qualcuno gli aveva chiesto il titolo di studio e ha raccontato la balla del pescatore o se gli è invenatati di sana pianta per darsi delle arie? perchè la seconda ipotesi non ammetterebbe ritorno mentre la prima sarebbe eticamente immorale ma in un certo modo scusabile.

  22. romitoli di lana merlinos says:

    Antica logica: “anche senza titolo puoi dimostrare di possedere altrettante capacità”

    Nuova logica cotta in 5 minuti: “guardate che il titolo, poiché conseguito nella burocrazia, è solo un cartellino”.

    Supinatemi questa buona idea!

  23. Luigi says:

    Io vedo in questo articolo una specie di istigazione al non studiare e a mentire. Non trovo giusto che tutti gli studenti universitari che hanno fatto sforzi incredibili per studiare ed ottenere una laurea che sia piu o meno importante debbano essere umiliati da persone meschine che inventano per anni e anni una lauera ed un master.
    Questo SIGNORE ha guadagnato fior di denaro millantando lauree e master, ed ora l’unica cosa che mi aspetto sia una causa da parte di tutti i frodati in cui si chieda un congruo risarcimento.

    • FrancescoPD says:

      Giannino ha domostrato sul campo!
      Fino all’altro ieri era considerato una delle menti affilate come un rasoio, e questo aldilà dei titoli o no!
      Chi fa i discorsi che fa lei, dimostra che chi ha un titolo “vero” può dimostrare di essere intelligente e di sapere le cose… bah.. mi lasci tutti i miei dubbi, ma proprio tutti.
      Ci sono certo laureati “veri” in giro che meritano di lavorare in miniera senza mai uscirne, pieni di se e arroganti senza un minimo di autocritica e magari anche competenza,… di questi cosa ne facciamo?
      Il titolo è un pezzo di carta e basta, Giannino ne è la dimostrazione più lampante che non serve a nulla questo pezzo di carta per emergere nella vita.
      Forza Giannino, ti rinnoviamo la stima!

    • Vittorio says:

      Guarda che Giannino le cose che diceva le aveva studiate da qualche parte. Non è un’istigazione a non studiare, è un consiglio a non pensare bene o male delle competenze di una persona in base a un pezzo di carta.

    • al says:

      Invece è giustissimo, perchè puoi fare tutti gli sforzi e conseguire tutte le lauree che vuoi, ma se sei un fesso rimani un fesso, poichè chi interpreta il merito come il bollino che ti mette il professore non ha capito un assoluto cazzo di niente.

  24. renato says:

    ho visto le foto del matrimonio di giannino: questo bisogna farlo ambasciatore per acclamazione dell’italia e mandarlo in giro per il globo: sicuramente fa più ridere del nano e anche senza dire barzellette

  25. Albert Nextein says:

    Giannino si ispira ad una parte dell’america.
    In america ragionano semplicemente, e pensano che se uno mente in merito a qualcosa,allora può mentire anche per altro.
    E i mentitori in america vanno a zero.
    Giannino ,invece, è ancora candidato premier.
    Senza speranza,naturalmente, di entrare in parlamento.
    Non discuto le capacità e neppure la scienza di Giannino.
    Ma solo un coglione si presenta quale candidato di un qualsiasi movimento, avendo scheletrini nell’armadio.

    Spero per lui che,in una società conformista,ipocrita,perbenista come l’italiana non subisca ostracismo anche sul lavoro.

  26. daniele says:

    SAREBBE PERDONABILE SE NE FOSSE LUI STESSO A FREGIARSENE.
    IL ” DECLINO” VIENE ANCHE DAL MILLANTATO CREDITO : cosa vuole fermare, allora ?
    E, come aggravante ci sono le finte dimissioni (sic!) da capo del partito, ma non da candidato premier.
    Capito ? non è degno di fare il capo del movimento, ma si sente in grado di fare il primo ministro.
    E…. non lo mandate a quel paese ?
    Daniele

    • gianluca says:

      Lei lo sa almeno che non è più possibile a questo punto togliersi da candidato premier, nemmeno se dovesse trapassare?

      • daniele says:

        CERTO CHE LO SO.
        Ma un conto è la razio della legge, più che logica, e un conto annunciare che, nel caso, si dimetterebbe un minuto dopo la nomina.
        (chiedo scusa per la polemica, non è mia intenzione)

  27. Pinocchio Da Collodi says:

    …E come non perdonare e ammirare pure le decine, forse centiaia ,di odontotecnici che si spacciano ancora oggi per medici laureati dentisti , che seppur “costretti” a mentire lavorano benissimo , delle vere “manine d’oro”?
    Anche a loro credo debba andare tutta la nostra più sentita e appassionata , stolta solidarietà.

  28. prof. dott. avv. alla Facoltà di Non Rispondere says:

    chissà se l’amico Romiti, amico dell’amico Oscar, si farebbe operare la mitrale dall’ennesimo cardiochirurgo del ‘formalismo barocco’, o piuttosto dal conclamato dentista di fiducia.. cioè sì, volevo dire, odontotecnico in realtà..

    ..ma di mano fermissima!

    vai a sapere.

    • gianluca says:

      Caro il mio anonimo, Giannino non propone operazioni né a esercitare professioni che presuppongono un titolo di studio: propone delle idee e delle soluzioni politiche, giudichi quelle se ne ha il coraggio e la preparazione culturale

  29. Lino Sasso says:

    Posso non condividere la scelta di Pistorius di uccidere la fidanzata: omicidio o meno (se risulterà vero), le capacità di Pistorius non si discutono (ma dovrà andare probabilmente in prigione, portandosi dietro tutte le sue capacità). Posso non condividere le scelte di Berlusconi di commettere reati: fallimento o meno dell’Italia, le sue capacità non si dicutono (ma, se tutto va bene, anche lui dovrà andare in prigione). Posso non condividere la scelta di un impiegato che mente sul suo curriculum vitae per essere assunto: le sue altre capacità non vengono messe in discussione, ma la maggior parte delle volte viene licenziato. Posso non condividere la scelta dell’autore di perorare il perdono di uno che ha mentito (secondo me in modo così meschino): le sue capacità, non conoscendole, non le discuto, ma altri probabilmente non perdoneranno.

  30. Roberto A. Massa Martana says:

    In un paese dove abbondano i Prof, i Dott, i Cav, gli On, un semplice e raro Signore si illumina di luce propria. A Oscar Giannini andrebbe dato Master e Lauree “honoris causa”. A me piace particolarmente fare notare a chi mi attribuisce un titolo che sono semplicemente signore, e nient’altro. Sarà probabilmente una forma particolare di snobismo?

Leave a Comment