Germania: Merkel avanti di un punto. Partito anti-Euro vicino al 5%

di CLAUDIO PREVOSTI

Volata finale al cardiopalma per le elezioni di domani per la Cancelleria. Il Politbarometer della seconda rete televisiva pubblica Zdf ha reso noto  il risultato dell’ultimo sondaggio assoluto prima del voto. La coalizione della Cdu/Csu di Angela Merkel e dei liberali della Fdp e’ in testa di un punto con il 45,5% rispetto al 44,5% del totale messo insieme da Spd, Verdi e Linke. La distanza di un punto e’ tuttavia inferiore al margine di errore della rilevazione, per cui il risultato del voto del 22 settembre rimane aperto.

Sul piano dei partiti la Cdu/Csu mantiene la prima posizione al 40%, con i liberali che tornerebbero per un soffio al Bundestag grazie all’attuale 5,5%. Il partito socialdemocratico cresce di un punto al 27%, ma i Verdi ne perdono due e scivolano al 9%, con la Linke che guadagna mezzo punto ed arriva all’8,5%. Resta un’incognita il risultato del partito antieuro “Alternative fuer Deutschland” (AfD), che mantiene il 4%, un punto al di sotto della soglia di sbarramento, ma che potrebbe creare la clamorosa sorpresa di domani, poiche’ secondo molti sondaggisti parecchi suoi sostenitori si rifiutano di manifestare la propria intenzione di voto. Cresce nel frattempo il numero degli elettori sicuri del partito che voteranno (66%), mentre una settimana fa la percentuale rispettiva era ancora del 46%. Non sa ancora per chi votare un terzo dei tedeschi (34%), mentre una settimana fa ad avere ancora incertezze era il 36%. Alla domanda su quale sia il cancelliere dal quale vogliono essere governati, il 58% del campione auspica la riconferma della Merkel, mentre il 32% vorrebbe vedere al suo posto il candidato socialdemocratico Peer Steinbrueck.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. Albert Nextein says:

    Sarebbe il massimo se la merkel per governare dovesse attingere a voti del nuovo partito antieuropeista.
    Ad esempio, merkel al 46% e AfD al 6%.
    Dall’altra parte 48%.

    Un divertimento vedere che succede.
    Scossoni sui mercati finanziari, default a ondate.
    Terrore in america.
    Bce e Fmi nel pallone.
    Cina e india che alzano la voce, giappone che affonda.

    Solo in cile, in australia, nuova zelanda e svizzera vedo una relativa normalità.

    • Dan says:

      Mi piacciono queste definizioni di partiti anti-qualcosa, anti euro in questo caso perchè poi al momento buono sono meno anti loro di coloro che non si dichiaravano tali.

Leave a Comment