Genova, presentazione di un libro di barzellette in Zenéize

di REDAZIONE

Una raccolta di barzellette e freddure in genovese, con traduzione completa in italiano, rappresenta una novità non solo nel contenuto ma anche perché, mentre si ha un’abbondanza di testi poetici in genovese, si ha una significativa carenza di testi di prosa e i pochi che ci sono risultano difficoltosi da reperire. I testi in prosa sono importanti perché consentono di proporre, senza i vincoli della poesia, il genovese parlato per davvero. Pertanto i testi in genovese delle barzellette sono stati piuttosto curati dal punto di vista lessicale e sintattico, mentre la versione italiana è stata redatta in modo da essere il più possibile una traduzione letterale: si è optato per una traduzione non letterale tutte le volte che questo ha consentito di segnalare differenze importanti tra il genovese e l’italiano. Tuttavia non è stato dimenticato che la finalità di una barzelletta è quella di suscitare divertimento, l’ilarità e talvolta il riso.

Così traendo questa raccolta dai numerosi repertori disponibili su Internet nelle varie lingue anche differenti dall’italiano, sono state privilegiate quelle barzellette che sono sembrate poco diffuse in lingua italiana nell’intento di fornire una raccolta di materiale se non inedito, almeno poco conosciuto, fermo restando che qualche barzelletta sarà già nota e qualcheduna, pur essendo nota, è stata inserita perché bella. Ove si è potuto la barzelletta è stata collocata in ambiente genovese. Infine va sottolineato che in questa raccolta sono state inserite anche molte barzellette contenenti parolacce o situazioni assolutamente sconvenienti perché è sembrato doveroso prendere atto che le barzellette “sporche” sono tantissime: anzi qualcuno sostiene che se una barzelletta non è “sporca” non è bella.

Per tutti gli amanti dei numeri si segnala che questa raccolta contiene 417 tra barzellette e freddure. La versione genovese delle barzellette è scritta in grafia ofiçià nella versione semplificata proposta da Stefano Lusito. La grafia ofiçià è stata elaborata dall’Acadèmia Ligùstica do Brènno proprio per consentire di scrivere come si parla e di leggere come si deve.

L’EVENTO

Venerdì 29 novembre 2013 alle ore 18.00 presso la libreria Feltrinelli, Via Ceccardi 16r, Genova – tel. 010 573331, Roby Carletta presenterà il libro di Franco Bampi e Guido Pallotti: “Barzelétte in zenéize” con prefazione di Roby Carletta, disegni di Enzo Marciante, tre appendici di Filippo Noceti e postfazione di Maurizio Daccà.

L’evento su Facebook 

LA COPERTINA DEL LIBRO

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Roberto Porcù says:

    Manco mal che e xe in genovese.
    De quee in ‘tatian ghe ho perso il gusto a sentirle, ché i siori de Montecitorio i ghe ne inventa lori talmente tante che par che no i gabia un caso da far tuto el giorno.
    Però el più spasoso xe quel vecio incartapecorio, che no me ricordo come che ‘l se ciama, che le conta de economia, capendone maco de mi, e el dise de veder ea fine del tunel.
    E xe così bee quee che ‘l conta che a mi me vien da ridar soeo a vedarlo prima ancora che ‘l abia a parlar.

Leave a Comment