Galli: “I milanesi sono civili anche senza l’esercito italiano”

di REDAZIONE

«Non sono né favorevole  né contrario al trasferimento del Reggimento d’Artiglieria a Cavallo ‘Voloire’ da Milano a Vercelli. Semplicemente, non parteciperò al voto. Le mozioni sono un atto di indirizzo del Consiglio alla Giunta. Il mio sostegno al Presidente e alla Giunta permane immutato. Tuttavia, in questa circostanza non me la sento di impegnare nessuno. La civica “Maroni Presidente” non farà mancare il suo appoggio alla maggioranza, sempre che l’iniziativa promossa dalle due mozioni sia utile alla Lombardia». Così il consigliere regionale Stefano Bruno Galli, a capo del gruppo “Maroni Presidente”, è intervenuto oggi in Aula motivando la sua mancata partecipazione alla votazione delle mozioni relative al trasferimento del Reggimento Artiglieria a Cavallo.

«Da autonomista radicale – ha dichiarato Galli, che ha abbandonato l’aula al momento della votazione –  non posso dissimulare il mio disagio di fronte a queste due mozioni,  finalizzate a scongiurare il trasferimento del Reggimento d’Artiglieria a Cavallo ‘Voloire’ da Milano a Vercelli.  Entrambe le mozioni relative al Reggimento d’Artiglieria a Cavallo rilevano giustamente l’alto valore civile e socio-assistenziale dimostrato dal reggimento con la propria attività. Va tuttavia affermato con orgoglio e con fierezza che i cittadini lombardi, in particolare quelli milanesi, non hanno certo bisogno dell’esercito italiano per esprimere le proprie virtù civiche e dare il massimo esempio di civismo, attaccamento al territorio e attitudine alla solidarietà sociale. Il ‘Voltaire’ – come il Savoia Cavalleria o i Bersaglieri – è stato uno dei più efficaci strumenti per la realizzazione del processo di unificazione nazionale che si configurò come il disegno di espansione militare in casa Savoia e che ha negato, nel nome dell’unità, le identità territoriali».

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. Carlo says:

    I Milanesi sono si civili, ma quanti sono Milanesi veri oggi a Milano o i veri Lombardi in Lombardia?

  2. elisa uberti says:

    complimenti prof. galli. mini lezione di storia e sincera cultura autonomista ai consiglieri lombardi che hanno presentato la mozione a favore dell’esercito itagliano.

  3. Miki says:

    Come se a Vercelli fior di terroristi con fazzoletto verde si dessero appuntamento per far scattare la rivoluzione d’ottobre (p.s. magari!)
    Idea migliore: mandiamoli a pulire i fossi a Genova questi patrioti in mimetica. Chissàmai che al prossimo acquazzone si salvi qualcuno,nonostante la vincenzi.

Leave a Comment