Fuori da tutti i programmi elettorali i disoccupati over 50. Fottuti dai partiti

occupazione-cercare-lavoro-21012-300x200

di P.B. – Sto leggendo i vari programmi elettorali. Non ho però rilevato nulla circa un reinserimento lavorativo a tutela di quei lavoratori over 50-60 che nonostante le ottime qualifiche, hanno perso impotenti il lavoro e nessuna azienda vuole più investire su di loro dato che non sono portatori di appetitosi incentivi. Salvo percorsi in assurdi improponibili lunghi “”tirocini”” di uno-due anni, dove il lavoratore qualificato, oltre a percepire solo € 400,00/mese tassati poi in dichiarazione dei redditi a seguito C.U., va in rimessa visto i costi vivi a cui deve far fronte e non matura né contributi né diritto alla Naspi e alla fine del tirocinio non ha nessuna certezza di assunzione, anzi. Sono lavoratori che possono dare ancora un notevole apporto alla Società, ma nessuno ha pensato a loro.

Purtroppo queste persone che per decenni hanno versato contributi, pagato tasse  e dato un grande apporto alla società ora non trovano lavoro e non è loro neppure permesso andare in pensione.

Gli anticipi pensionistici ad oggi sono limitati ad una sfera ristretta di lavoratori.

Comprendo che si pensi a tutelare il lavoro dei giovani, che però, tutto sommato, hanno ancora una famiglia alle spalle che li sostiene, ma chi pensa anche a tutelare, aiutare le persone over 50-60, ecc. che alle spalle non hanno più una famiglia ma che molte volte sono loro le spalle, il supporto, il sostentamento di una famiglia?

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Venerdì 23 febbraio simposio al Barlich sulla battaglia di Marignano

Articolo successivo

In 10 anni sono morti 62mila negozi. Il caso: stranieri aprono e chiudono senza pagare imposte