Fuoco, fuoco, fuoco, fuoco, fuoco, fuoco… boom!

di AFRICAN AMERICAN CONSERVATIVE

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

6 Comments

  1. Albert Nextein says:

    Servono un vinto e un vincitore.
    Onu,nato,diplomazie varie non sono servite,mai.
    Ora si arrangino.
    Vadano fino in fondo,si scannino.
    Facciano tutto tra loro.
    Stop a diplomazia,e stop alla vendita di armi ai vari movimenti e governi.
    Poi succeda quel che deve succedere.
    Un vinto che subisce le condizioni del vincitore.
    E che la smettano di rompere i coglioni al mondo.

  2. Simone Tretti says:

    Non ci trovo nulla di ironico in questo. L’argomento su l’occupazione di Israele della Palestina è qualcosa che andrebbe sottoposto a revisionismo. Oddio son antisionista forse? ^^

  3. Lorenzo S. says:

    Israeliani e palestinesi sono entrambi responsabili di crimini indicibili perpetrati fra di loro.

    • Simone Tretti says:

      Vediamo.

      Qui prima della seconda guerra mondiale.
      http://www.naval-history.net/ww2mR082MedtoUK.GIF
      http://www.wrvmuseum.org/journal/images/WWII_in_Europe.jpg

      La mappa locale ora:
      http://2.bp.blogspot.com/_vBfoDAPj3Ek/SXNtY7DtlhI/AAAAAAAAAH8/H-D12Uquxzs/s400/Israel.gif

      Qualcosa non torna.. chi ha ragione? Chi ha torto? Vediamo i punti cardine:

      ISRAELE:
      – Israele è un’occupazione legalizzata di casa d’altri (Palestina).
      – Israele è sovvenzionata dagli USA e NATO in generale.
      – Israele è sopravvissuta a decine di sanzioni dell’onu grazie ai veti usa: tutti amano gli ebrei di israele secondo i media. Gli ebrei son buoni e giusti.
      – Israele ha una Marina pesante, Fanteria pesante, Aeronautica pesante.
      – Israele ha centinaia di atomiche (Circa 3-400).

      PALESTINA:
      – La Palestina sopravvissuta è la striscia di Gaza.
      – La Palestina non è sovvenzionata da quasi nessuno (escludendo aiuti umanitari spesso bloccati di forza da Israele, e quel che passa di sottobosco da Syria, Iran, e dalla Lybia di Gaddaffi).
      – La Palestina è un piccolo sobborgo di terroristi che terrorizzano i bravi ebrei, sopravvissuti alla “shoah” (sembra che i morti di allora sian risorti, guardando le revisioni. Almeno 8 milioni di risorti ad Auschwitz, strano no?).
      – La Palestina è armata di razzi Qassam (razzi artigianli a corto raggio) e poche armi di “contrabbando”.

      Facciamo un’analogia: Signor Lorenzo S. domani in CASA SUA le mettono Decine di Zingari (ma van bene anche Ganesi, o SudAmericani) che trafficano droga. Quanto a lei, è sottoposto alle loro leggi, e casa sua diventa CASA LORO. Lei può cercare di difendersi con le forchette. Loro però la possono bastonare con manganelli e le possono anche sparare con Automatiche e Fucili da guerra. Lei, la forchetta.

      Se è d’accordo, allora continui a sostenere Israele.

      • Skynet says:

        Post che condivido in pieno, penso che un padano dovrebbe sentirsi più vicino ai palestinesi che ad altri popoli mediterranei.

        • Lorenzo S. says:

          Sig. Simone Tretti, lei ci è o ci fa?
          Ho scritto forse che sostengo Israele?
          Tralasciando il discorso su chi abbia ragione, sostengo che entrambe le parti hanno commesso crimini atroci.

Leave a Comment