IL FRUNTI DICE NO ALL’OSSERVATORIO DELLO STRETTO

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

La segreteria provinciale di messina del FN dice no all’osservatorio turistico dello stretto perché dice no alla “regionicchia” dello stretto.

A parere degli Indipendentisti messinesi di lu Frunti Nazziunali Sicilianu “Sicilia Indipinnenti”, l’ultima recente iniziativa congiunta delle Amministrazioni provinciali di Messina e Reggio Calabria volta , in prospettiva, a creare un Osservatorio Turistico della Regione dello Stretto è un evidente passo falso politico-amministrativo. Motivi d’ordine sociale, economico, politico, storico e geografico sconsigliano, infatti, di profondere energie e le scarse risorse pubbliche in tale direzione. Quanto, poi, nello specifico stando alle dichiarazioni stampa lo scopo di “ elaborare una strategia comune per la migliore fruizione e valorizzazione congiunta dei territori in chiave turistica” è davvero un qualcosa di aleatorio ed anzi rischia, concretamente, di danneggiare e confondere le fisionomie turistiche sia di Messina che di Reggio Calabria.

Sembra proprio che ci sia ancora chi, contro il volere dei Cittadini, contro ogni evidenza, coltivi siffatte, antiche fantasticherie.

Eppure è del tutto evidente che occorre operare e pensare, senza più indulgenze o tentennamenti, per modelli reali e concreti di sviluppo, anche turistico, di qui e di là dello Stretto. Modelli che non hanno nulla a che fare, con vecchie chimere, come l’ artificialissima “Regione dello Stretto”, figlia e risultante della medesima logica che produsse l’illusione devastante ( e costosissima) del Ponte sullo Stretto.

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment