Frunti, in ricordo della battaglia di Caltagirone

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

L’FNS “Sicilia Indipendente” ha ricorda con emozione che il 29 dicembre 1945, in località SANTO MAURO, in territorio del Comune di CALTAGIRONE, si combatté una importante battaglia per la quale era stato mobilitato un grosso contingente di truppe dell’Esercito italiano, guidato dal generale FIUMARA, Comandante della Divisione “SABAUDA”, forte di circa TREMILA uomini e dotato anche di armi pesanti.

Queste truppe, nella notte fra il 28 e 29 dicembre, avevano già preso posizione attorno al “campo” dell’EVIS (Esercito Volontario per l’Indipendenza della Sicilia). L’EVIS era comandato da Concetto GALLO, che, con lo pseudonimo di “TURRI SECONDO”, aveva assunto la successione ed il ruolo del predecessore Antonio CANEPA, il cui nome di battaglia era stato “MARIO TURRI”. E che, com’è noto, era stato ucciso a Randazzo il 17 giugno del 1945.   La sproporzione delle forze in campo era evidente, in quanto i guerriglieri siciliani, quasi tutti giovani, erano in tutto CINQUANTASEI. La loro resistenza fu, comunque, eroica e le truppe del Generale Fiumara furono costrette a lottare diverse ore prima di avere partita vinta.

Sulla battaglia di Santo Mauro di Caltagirone l’FNS Sicilia Indipendente organizzerà un seminario nel corso del quale ne saranno illustrati tutti gli aspetti ed i significati. Non ci dilunghiamo, pertanto, in questa sede. Nella ricorrenza del 67° anniversario, appare doveroso, tuttavia, sottolineare l’importanza che quella battaglia ebbe. Fu, infatti, una battaglia persa sul campo, ma vinta politicamente e moralmente. Al punto tale da costringere il Governo Italiano ad aprire, quasi ufficialmente, un dialogo con i rappresentanti del Popolo Siciliano in armi. E fu così che si addivenne, innanzi tutto, a trattative riservate e poi alla redazione di uno Statuto che avrebbe dovuto garantire al Popolo Siciliano una “AUTONOMIA SPECIALE”. Insomma: fu stipulato quel “PACTUM”, oggi disatteso e tradito. Non aggiungiamo altro perché al buon intenditore poche parole bastano.

‘U Prisidenti FNS (Kurrahu MIRTO) – ‘U Sikritariu Pulitiku (Pippu SCIANO’)

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

8 Comments

  1. giovanni salemi says:

    La miserabilità di questo mascalzone che ,sotto lo pseudonimo di unione cisalpina,scrive ingiurie come quelle che si possono leggere nei messaggi sopra riportati e riferiti alla comunicazione della celebrazione di un evento storico,importante per chi in quella storia riconosce la propria storia ,il proprio destino e la sua sorte , non può essere definita : è troppo grande e rivela una ignoranza immensa mista anche ad un odio profondo. Peccato che ci siano persone che non dico scrivano,ma anche che solo pensino in tal modo . D’altra parte è così , queste cose si pensano e si dicono e scrivono , in modo più o meno pesante o leggero ,e non da oggi ,ma da sempre,dall’epoca della disgraziata infelice conquista :paghiamo ancora oggi le pene di una sconfitta ,quella del 1860/61 .Quando i siciliani, e non solo ,ma tutti i popoli del Sud antico,si muoveranno per ribellarsi e riconquistare la dignità e la libertà ?

  2. giuseppesparato says:

    TURRI SECONDO(CONCETTO GALLO) FU IL SUCCESSORE NATURALE DI MARIO CANEPA,FONDATORE,PRESIDENTE NAZIONALE E COMANDANTE MILITARE DELL’EVIS.TURRI SECONDO,NELLA BATTAGLIA DI BOSCO SAN PIETRO,CHE INIZIO’ NEL TARDO POMERIGGIO,PER CONCLUDERSI AL BUIO SERALE,NON ERA PRESENTE.IL COMANDANTE MILITARE E STRATEGA ERA VELIS,CHE GRAZIE ALLECAPACITA’ MILITARI ED ALLA CONOSCENZA DEL TERRITORIO,RIUSCI’ AD AGGIRARE IL NEMICO,TRAENDO IN SALVO SE STESSO E MOLTI DEGLI EROICI COMBATTENTI,TANT’E’ CHE AL SORGERE DELL’ALBA,IL GENERALE FIUMARA NON TROVO’ ALCUN PARTIGIANO,DELL’EVIS(ESERCITO VOLONTARI D’INDIPENDENZA SICILIANO)DA FAR PRIGIONIERO!!–ONORE E GLORIA AI PARTIGIANI SICILIANI !!!!!

  3. giuseppesparato says:

    turrisecondo non era presente nella battaglia del bosco di San Pietro.Il comandante militare nochè stratega di quella BATTAGLIA ERA IL COMANDANTE VELIS,morto da qualche anno.ONORE E GLORIA AI “PARTIGIANI” SICILIANI !!!!!!!!

  4. Unione Cisalpina says:

    SKUSATE L’ERRORE
    kuesto è il testo

    trasformate i mafiosi in eroi ed i picciotti assassini, kome oggi, in esercito di liberazione ! …

    nessuno kome i Piemontesi (dall’inizio di kuesto sciagurato regno prima e repubblika poi), ha mai fatto lotta vera alle koske assassine vostre ke trasformate, nostalgici e vilmente, in rivoluzionari … d’altro kanto i valori vostri di riferimento dalla mafia naskono ed nella mafiosità s’inkarnano …

    non versate alkuna tassa allo stato, a kui non date alkun kontributo, ma pretendete anke d’invadere le struttura sua, kon gente vostra, intasandolo parassitariamente x kome sappiamo e patiamo …
    kuando ci sono kalamità naturali xò, siete pronti e prepotenti a skrokkare immense risorse ke sperperate nel vostro immondo sistema di vita sociale ke avete impiantato nei vostri territori e ke cerkate d’esportare anke nella nostra Terra, favoriti dsll’esproprio kolonialista, mafioso, razzistiko e degradante di rappresentatività istituzionale nostra, a kasa nostra, nei gangli di kuesto stato degenere (skuola, polizzzia, karabbbineri, GdiF, magggistratura, prefetti, kuesori, etc) ke ci opprime e di kui voi, petulanti, furbi e prepotenti, ne siete parte primaria ed attiva…
    … altro ke ospitalità vi meritate … VADE RETRO MOSTRO !

  5. Unione Cisalpina says:

    KUESTO

    trasformate i mafiosi in eroi ed i picciotti assassini, kome oggi, in esercito di liberazione ! …

    nessuno kome i Piemontesi (dall’inizio di kuesto sciagurato regno prima e repubblika poi), ha mai fatto lotta vera alle koske assassine vostre ke trasformate, nostalgici e vilmente, in rivoluzionari … d’altro kanto i valori vostri di riferimento dalla mafia naskono ed nella mafiosità s’inkarnano …

    non versate alkuna tassa allo stato, a kui non date alkun kontributo, ma pretendete anke d’invadere le struttura sua, kon gente vostra, intasandolo parassitariamente x kome sappiamo e patiamo …
    kuando ci sono kalamità naturali xò, siete pronti e prepotenti a skrokkare immense risorse ke sperperate nel vostro immondo sistema di vita sociale ke avete impiantato nei vostri territori e ke cerkate d’esportare anke nella nostra Terra, favoriti dsll’esproprio kolonialista, mafioso, razzistiko e degradante di rappresentatività istituzionale nostra, a kasa nostra, nei gangli di kuesto stato degenere (skuola, polizzzia, karabbbineri, GdiF, magggistratura, prefetti, kuesori, etc) ke ci opprime e di kui voi, petulanti, furbi e prepotenti, ne siete parte primaria ed attiva…
    … altro ke ospitalità vi meritate … VADE RETRO MOSTRO !

  6. Unione Cisalpina says:

    trasformate i mafiosi in eroi ed i picciotti assassini, kome oggi, in esercito di liberazione !i …

    nessuno kome i Piemontesi (dall’inizio di kuesto sciagurato regno prima e repubblika poi), ha mai fatto lotta vera alle koske assassine vostre ke trasformate, nostalgici e vilmente, in rivoluzionari … d’altro kanto i valori vostri di riferimento dalla mafia naskono ed nella mafiosità s’inkarnano …

    non versate alkunsa tassa allo stato, a kui non date alkun kontri ma pretendete anke d’invadere le strutkontura sua, di gente vostrra intasatet

    bblike ure pu

Leave a Comment