FRONTE LOMBARDIA: DOPO JESOLO SI PROCEDA

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Dopo il resoconto fattoci dal nostro rappresentante, Gian Mario Marcante, alla Convention dei movimenti indipendentisti e autonomisti promossa dal vostro giornale a Jesolo, intendiamo mostrare la nostra viva soddisfazione per l’ottima riuscita della stessa. Siamo lieti che vi abbiano partecipato molti di questi movimenti da tutto il nord, ma anche dal centro e persino dal tanto vituperato sud della penisola. Questo ci riempie di gioia e di ottimismo per il futuro della causa comune.

E’ stata un’ottima occasione per far conoscere e far diventare amici e collaboratori i vari gruppi e i loro membri.

Gli interventi dei convenuti sono stati di spessore e mai banali. Hanno partecipato anche alcune associazioni culturali, tra cui desideriamo inviare un saluto particolarmente caloroso ai carissimi amici del Centro Studi sul Risorgimento e del Circolo Christus Rex. Hanno, inoltre, dato il loro notevole apporto, tra gli altri, il Prof. Bernardini e il Prof. Bassani, docenti, rispettivamente, dell’Università dell’Insubria e della Statale di Milano.

Dai vari interventi, non solo degli esperti, sono scaturite molte valide idee che ci torneranno sicuramente utili per la nostra attività futura, mentre, da parte nostra, desideriamo ribadire la necessità di una collaborazione e sinergia tra i vari movimenti indipendentisti e autonomisti, chiediamo ai costituzionalisti, giuristi ed esperti di farsi avanti per redigere una bozza di costituzione adottabile in futuro dalle vere patrie italiche divenute finalmente indipendenti, e proponiamo l’ideazione di un vademecum comune, ma magari con copertina personalizzabile, che i diversi movimenti possano poi sottoporre al pubblico per convincerlo ad aderire all’idea indipendentista.

Ci sentiamo, infine, di dare la nostra adesione ad una eventuale “tavola rotonda” de l’Indipendenza, proposta dal direttore Gianluca Marchi, ma prima chiediamo che sia ben ponderata perchè le difficoltà di una simile impresa non sono poche: innanzitutto come e dove riunire i partecipanti, soprattutto qualora aderissero anche amici dal sud (una soluzione potrebbero essere le video conferenze?); in secondo luogo, bisognerebbe garantire che la confederazione dei movimenti, che noi crediamo sicuramente necessaria per poter far valere le nostre ragioni in maniera più forte contro l’invasore italiano, non finisca per diventare una seconda Lega Nord.

Rimaniamo in attesa degli sviluppi e, nel frattempo, inviamo saluti indipendentisti.

Ufficio Politico Fronte Indipendentista Lombardia

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. quesito says:

    ” Dopo il resoconto fattoci dal nostro rappresentante, Gian Mario Marcante, alla Convention dei movimenti indipendentisti e autonomisti promossa dal vostro giornale a Jesolo, intendiamo mostrare la nostra viva soddisfazione per l’ottima riuscita della stessa. ”

    Per caso è questa la conferenza che giudicate di OTTIMA RIUSCITA ?

    http://www.youtube.com/watch?v=CDlOP2bW-_s

    • Leonardo says:

      Il fatto di aver cacciato un idiota, che non ha capito nemmeno quel che si diceva, è la dimostrazione che gli imbecilli non avevano diritto di parola. Non a caso, la Lega Sud Ausonia e gli Insorgenti civili hanno parlato e ricevuto applausi.

Leave a Comment