Frontalieri, partita la conta

di ELSA FARINELLISvizzera-referendum

Detto e fatto. La conta dei frontalieri è partita ai valichi doganali ticinesi. Il direttore del dipartimento del territorio lo aveva reso noto negli scorsi giorni: per conoscere meglio il fenomeno della mobilità transfrontaliera, è scattato il rilevamento statistico alle nostre dogane per registrare i passaggi veicolari.

In prima fila tra i controllori c’era anche lo stesso direttore del Dipartimento, Claudio Zali, operativo al valico  Stabio-Gaggiolo. In ottobre e novembre – riferisce il Corriere del Ticino – sarà realizzata un’inchiesta rivolta direttamente ai conducenti delle automobili con targhe delle vicine Province italiane, che saranno intervistati sul loro itinerario in direzione del posto di lavoro.

Ma cosa accadrebbe in Italia se le auto straniere o quelle con conducenti stranieri venissero fermate e fosse verificate le destinazioni degli immigrati?

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment