Fratelli d’Italia e Forza Italia, l’emblema dell’anti democrazia!

GRANDE NORD INDIPENDENZA VENETORICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

di ROBERTO AGIRMO  – E giù la maschera! L’assessore Regionale Elena Donazzan esponente di spicco di Forza Italia e Raffaele Zanon noto esponente di Fratelli d’Italia, hanno gettato la maschera ed hanno palesato pubblicamente da che parte stanno! Ovvero NON dalla parte della democrazia.

L’esponente di FdI sul suo profilo FB scriveva: #iostoconespaña una,grande y libre.

Il referendum in Lombardia e Veneto è ammesso dalla CosTituzione e non mette in discussione l’unità della Nazione. Quello in #Catalogna è separatista e anticostituzionale.  La “forzista” in un intervista ha rilasciato la medesima dichiarazione!

Tradotto in parole povere:

Se un Popolo, quello Catalano, chiamato alle urne dal suo governo regionale (liberamente eletto) vuole esprimersi per dare voce ad una domanda sulla “LIBERTA” e questa domanda non è prevista nella costituzione di uno stato accentratore, è giusta la repressione!

Donazzan e Zanon hanno implicitamente affermato che usare il manganello e la forza sia stata l’ovvia conseguenza ad un atto “incostituzionale”, come se le costituzioni, siano dei dogmi di fede e non pezzi di carta scritti in epoche lontane dall’oggi e figlie di una storia viziata da lotte, con vincitori ( legislatori ) e sconfitti.

Vorrei ricordare a questi politici cosi “anti democratici” due cose:

  1. La desinenza della parola Democrazia: democrazia(dal greco antico: δῆμος, démos, “popolo” e κράτος, krátos, “potere”) etimologicamente significa “governo del popolo“, ovvero sistema di governo in cui la sovranità è esercitata, direttamente o indirettamente, dal popolo, generalmente identificato con l’insieme dei cittadini che ricorrono ad una votazione.
  2. Un testo di un documento del 4 luglio 1776

Quando nel corso di eventi umani, sorge la necessità che un popolo sciolga i legami politici che lo hanno stretto a un altro popolo e assuma tra le potenze della terra lo stato di potenza separata e uguale a cui le Leggi della Natura e del Dio della Natura gli danno diritto, un conveniente riguardo alle opinioni dell’umanità richiede che quel popolo dichiari le ragioni per cui è costretto alla secessione.

 

CHI ACCETTA E PRETENDE D’ARGINARE UN POPOLO CON I MOSCHETTI, E’ SOLO UN FASCISTA o un COMUNISTA STATALISTA. ( che pari sono e la storia lo ha dimostrato.)

*Roberto Agirmo

Direttivo Nazionale InV

Co-Fondatore Grande Nord

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

6 Comments

  1. Giuseppe says:

    Ma cosa volete farci se là maggioranza dei veneti e dei lombardi continua a votare partiti come Forza Italia o PD?

  2. Paolo Rossi says:

    Lo dico da anni: dove c’è scritto Italia (e dove c’è il Triculore) la fregatura è garantita!

    Alitalia, Equitalia, Telecom Italia, Trenitalia, SviluppoItalia…

  3. caterina says:

    L’ignoranza di tanti politici e’ senza limiti, al punto di diventare indecente… poveri noi se ce li troviamo sulla testa come loro aspirano! … e purtroppo anche quelli che non lo sono si comportano fregandosene delle responsabilità’ di rappresentanza e pensando solo a se stessi… per ambizione e per personali e lucrosi interessi.

    • luigi bandiera says:

      La causa di tutto questo vomito istituzionale e’ dovuto al peccato originale. Cioe’, da come e’ stato fatto lo stato trikolorito.
      Bisogna rifare il progetto di sana pianta o finir male.
      Si dovrebbe partire da exnovo politicamente.
      Rifare in toto la carta piu’ “bella” del mondo (aggiornarla ai tempi).
      E pensare di piu’ ai popoli e meno allo stato di fatto con nome interessante quale URKE (Unione delle Repubblike Kattokomunisteislamike Europee).
      Tre religioni al komando ke fanno politika a tutto spiano e ma vala’, fiano fiano… col suo chiodo in testa per sentire solo la sua di voce. Demoniokratikamente ben s’intende vuole una legge che incrimini. Non bastasse la mancina… per dirla alla boldrina maniera.
      Come il caso GIANNI SCARPA… non e’ reato pensare di far pulizia e ordine in casa propria.
      Per certi KOMUNISTI si.
      Ecco del perche’ nelle stazioni e nei palazzi occupati abusivamente l’e’ il contrario.

      Mama i turki..!
      —-

  4. luigi bandiera says:

    Diventa sempre piu’ facile e anche ad ampio raggio fare il “MAGO”.
    La mia e’ ormai una ripetizione continua.
    Cambiassero i FATTI cambierei e farei fatica a fare il “mago” ma i FATTI NON CAMBIANO
    per cui oltre a rimanere “mago” mi tocca di ripetermi.
    Sempre piu’ belle da vedere, i fatti ce le mostrano.
    Tutta colpa della testa o dell’intellighenzia..!
    Preghiamo.

Leave a Comment