Francia, Macron Presidente. Le Pen al 34,5%. La protesta populista non porta all’Eliseo

epa05946110 (FILE) A file picture dated 17 April 2017 shows French presidential election candidate from the centrist 'En Marche!' (Onward!) political party, Emmanuel Macron (C) gesturing toward the audience after making his speech, during his political campaign rally at the AccorHotels Arena, in Paris, France. Emmanuel Macron's campaign announced on 05 May 2017 it has been the victim of hacking after nine gigabyte of emails purporting to belong to the campaign were posted online. EPA/YOAN VALAT

Emmanuel Macron è stato eletto presidente della Repubblica francese con il 65,5% dei voti contro il 34,5% dei voti di Marine Le Pen, secondo una proiezione di Sofres per Tf1.

“Oggi inizia una nuova era di speranza e fiducia per la Francia”: così su Twitter il nuovo presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron alla Afp, che lo riferisce in un tweet. “Difenderò l’Europa, la comunanza di destini che si sono dati i nostri popoli“, ha detto Macron aggiungendo: “Ricostruirò il legame tra l’Europa e i popoli che la compongono, tra l’Europa e i suoi cittadini”.

“Mi rivolgo a tutti voi – ha detto il nuovo presidente francese -, qualunque sia stata la vostra scelta. Non nego le difficoltà economiche, sociali, l’abbattimento morale. In questo momento voglio rivolgere il mio saluto repubblicano al mio avversario, la signora Le Pen”. Dal suo quartier generale, Macron ha dichiarato di essere “cosciente delle divisioni che hanno portato a voti estremi” e di “rispettarle”.

“Il presidente della Repubblica è Emmanuel Macron”. All’annuncio dato dalla televisione francese, i circa 5.000 militanti di ‘En marche!’ riuniti davanti al Louvre di Parigi sono esplosi in un boato di gioia e in un tripudio di tricolori francesi. Macron li raggiungerà dopo le 21 per festeggiare con loro sul grande palco installato al centro dell’esplanade che si sta riempiendo sempre di più.

 

Ho telefonato a Macron per congratularmi. Gli ho fatto gli auguri per le immense sfide che si troverà di fronte“: queste le prime parole di Marine Le Pen dopo i risultati. “I francesi hanno scelto la continuità”, ha detto ammettendo la sconfitta. “Per noi è un risultato storico” che “pone il fronte patriottico come prima forza d’opposizione”, ha aggiunto ancora Marine Le Pen. “Voglio rassicurare i francesi che hanno scelto di darmi il loro voto. Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno seguito e hanno fatto una scelta coraggiosa e fondamentale”, ha aggiunto. “Voglio ringraziare gli 11 milioni di francesi che mi hanno accordato la loro fiducia”, ha detto Marine Le Pen. “Lavorerò per raccogliere ancora più persone tra coloro che vogliono scegliere la Francia”.

Con oltre il 25%, l’astensionismo raggiunge un record storico dal 1969: è quanto scrive l’Express. E’ invece record storico assoluto di schede bianche, il 12%.

Immediate le reazioni dei leader di tutto il mondo alla elezione di Emmanuel Macron.  “Auguri di cuore a Emmanuel Macron. La sua vittoria è una vittoria per un’Europa unita”: ha scritto su Twitter il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert. “Congratulazioni a Emmanuel Macron! Contento che i francesi abbiano scelto un avvenire europeo”, ora “insieme per un’Europa più forte e più giusta”, è il messaggio del presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker. “Congratulazioni a Emmanuel Macron, contiamo su una Francia che contribuisca a cambiare l’Unione per riavvicinarla ai cittadini!”, scrive su Twitter il presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani. Anche Theresa May si è affrettata a felicitarsi con Emmanuel Macron per l’elezione a presidente della Francia. “Congratulazioni a Emmanuel Macron e ai francesi che hanno scelto la Libertà, l’Uguaglianza e la Fraternità e detto ‘no’ alla tirannia delle ‘fake news'”, dice il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk su Twitter dopo l’elezione di Macron all’Eliseo. Matteo Renzi su Twitter: “La vittoria di #Macron scrive una straordinaria pagina di speranza per la Francia e per l’Europa. #EnMarche! #incammino”.  “Evviva #Macron Presidente. Una speranza si aggira per l’Europa“, scrive il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. Castagno 12 says:

    In campagna elettorale Marine Le Pen aveva detto:
    “La Francia sarà governata da una donna, io o la Merkel”
    A meno di 24 ore dalla elezione del nuovo Presidente è arrivata la notizia:
    “Il primo viaggio all’estero di Macron sarà a Berlino”.
    I francesi sono serviti, come pure i populisti dell’area Ue.
    .
    Non poteva tacere Berlusconi (Mondialista DOC);
    “Eletto Macron, bene. Ora rifondiamo l’Europa”. Anche lui !
    Vogliono rifondare l’Europa tollerando l’invasione. Non fanno neanche ridere.
    Ma i più ci credono e ci condannano.

  2. RENZO says:

    Per i francesi che hanno “sbagliato ” a votare vale la stessa regola che vige per tutti… Padani compresi……
    A certa gente è più facile metterglielo nel didietro che in testa…. e ormai la sindrome di Stoccolma lì ha devastati!
    WSM

  3. Castagno 12 says:

    EMERGONO GLI INGLESI.
    MA I FRANCESI, COME GLI AUSTRIACI E GLI OLANDESI, “LIBERI” DI UBBIDIRE, HANNO CONFERMATO IL LORO PADRONE, L’UE !

  4. Castagno 12 says:

    I fattii dicono che NON ci condannano i politici, ma quei cittadini irresponsabili che approvano quei politici che sono al servizio della Globalizzazione, a danno del Paese che rappresentano.
    Cittadini mentalmente condizionati, che negano la loro fiducia a chi prospetta il ritorno alla moneta nazionale ed il raggiungimento della Sovranità.
    Cittadini ai quali il Sistema è riuscito a togliere la volontà e l’autostima.
    I mantenuti, gl’incapaci, i tremebondi, gl’insicuri avvertono sempre l’esigenza di intrupparsi nel “GREGGE ” più grosso. Si sentono più protetti, SI’, da chi li spolpa.
    Ora ci vengono a dire che “L’EUROPA E’ DA RIFONDARE “.
    Solo per farla sopravvivere e per completare la nostra SOTTOMISSIONE.
    Lorsignori devono conservare i privilegi acquisiti, ma i cittadini non hanno ancora capito che questo SuperStato non è governabile democraticamente. ?
    Che potrà essere gestito solo da una Dittatura sempre più pesante ?
    La sua Banca Centrale, la BCE, è PRIVATA ed è controllata dalla famiglia Rothschild.
    Mi sapete dire DI COSA SONO SOVRANI I POPOLI DELL’UE ?
    Ma per i TONTI non sarà sufficiente neppure la seguente considerazione:
    ” PER MIGLIORARE, PER RIFONDARE QUESTA BARCOLLANTE EUROPA, LA FANNO INVADERE ? “.
    Temo proprio che LA MANIPOLAZIONE DELLE MENTI SIA IRREVERSIBILE.

Reply to RENZO Cancel Reply