Francia, affittasi la Sorbona per coprire i conti in rosso

di FRANCO POSSENTI

Set cinematografici, ‘summer school’ per costi estivi e lezioni private per fare cassa: in tempi di crisi le università di Francia – un quarto delle quali in rosso secondo il quotidiano Le Figaro – approfittano della chiusura estiva per raggranellare un po’ di soldi affittando a peso d’oro i propri locali, soprattutto quelli piu’ belli.

La Sorbona, per esempio, grazie ai suoi antichi interni monumentali e tutelati per l’alto valore storico si presta come ”set per film d’epoca o polizieschi” (la cappella ospita la tomba del cardinale Richelieu), spiegano nella celebre universita’ parigina. Questo tipo di eventi, oltre ad essere redditizio, contribuisce a fare pubblicita’ al prestigio internazionale dell’ateneo. Qui sono gia’ state girate alcune scene del film ‘Hugo Cabret’ di Martin Scorsese ma anche ’36, quai des Orfevres’ di Olivier Marchal. Oltre ad ‘Adele Blanc-Sec’ di Luc Besson. L’affitto delle sale può essere fatturato fino a 19.000 ero al giorno e alcune produzioni restano anche un mese intero. Spetta al regista garantire la protezione degli interni, tra statue, opere d’arte e soffitti affrescati. E’ una ricetta scelta anche in altri atenei francesi: la Facoltà di Scienze Sociali di Tolosa, nel sud del Paese, ha accolto a caro prezzo per due giorni a metà luglio, il backstage del telefilm ‘Nome de code Rose’ prodotto da Besson. ”Questo tipo di eventi e’ un’eccezione e non fa parte di una vera e propria strategia dell’universita’. Infatti l’abbiamo fatto pagare salato”, precisa il direttore del patrimonio, Michel Ramongassie’, per il quale l’affitto delle sale porta nelle casse dell’ateneo circa 10.000 euro l’anno.

Lezioni private e summer school sono un altro modo adottato dalle università francesi per cercare di risanare i conti: la facoltà di diritto di Parigi, Paris Pantheon Assas, per la prima volta, quest’anno, dal 16 luglio al 25 agosto organizza una master class di 110 ore di corso per 1.600 euro a persona, per aiutare a preparare l’esame di abilitazione all’esercizio della professione di avvocato. L’Università di Angers mette le sue aule a disposizione della ricerca in medicina, farmacia e scienza, organizzando per dieci giorni un ciclo di conferenze con relatori di fama internazionale. ”Questa iniziativa serve per avere visibilita’ e permette di attrarre finaziamenti verso alcuni laboratori, come di recente, quello per la lotta contro il cancro”, spiega la preside della facolta’ di Medicina, Isabelle Richard. Nel 2007, la legge sull’autonomia finanziaria degli atenei voluta dall’ex presidente Nicolas Sarkozy, aveva sollevato un’ondata di scioperi con universita’ occupate e studenti e professori in piazza.

Insomma, quando la gestione pubblica lascia solo buchi nel bilancio, non resta che ricorrere al mercato…

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment