FORUM PA, INUTILE SFILATA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

di GIORGIO CALABRESE

Presidente Monti, un altro piccolo sforzo. Dopo aver stoppato la realizzazione (con allegati sprechi) delle Olimpiadi 2020, Le chiediamo di intervenire su una cosetta che nulla ha a che vedere con le dimensioni olimpiche, ma che almeno darebbe un ulteriore segnale di risparmio: fermi anche la manifestazione Forum della Pubblica Amministrazione.

Spieghiamo di che si tratta per i non addetti ai lavori, cercando di fare anche un calcolo spannometrico di quanto costa alle casse pubbliche.

Da circa 20 anni, nel mese di maggio, per 4/5 giorni, in una landa desolata, lontana da Dio e dagli uomini, situata tra Roma e Fiumicino, denominata “Nuova Fiera di Roma”, l’ amministrazione pubblica autocelebra i propri trionfi. La fiera, denominata appunto Forum PA, si estende per migliaia di metri quadri, ospita (dati 2011) circa 300 amministrazioni pubbliche (tutti i ministeri, naturalmente, e le agenzie, gli enti, i comuni, le province, le regioni), e qualche azienda privata desiderosa di pagare marchette all’amministrazione datrice di commesse.

Calcolando che ogni stand fieristico (traduzione: accrocco in legno, polistirolo, compensato) ha in media una dimensione di 70 metri quadri, il costo complessivo, considerando anche il costo dell’area da pagare all’ ente organizzatore  (Istituto Mides S.r.l. – Via Alberico II, 33 – 00193 Roma) è pari a circa 20 milioni di euro.

A questi costi, è da aggiungere anche quello per la realizzazione e distribuzione di prodotti cartacei (traduzione: brochure/depliant ritirati dai visitatori e che si ritrovano in gran parte nei cestini rifiuti all’uscita dell’ente fieristico). Calcolando una spesa minima tipografica di 3.000 euro ad espositore, siamo a circa 1 milione di euro.

Ma ancora ci manca qualcosa: il costo delle giornate perse dal personale delle amministrazioni per il presidio (traduzione: bivaccare allo stand guardando i siti internet di interesse extra lavorativo) e il costo dei taxi per arrivare alla landa desolata. Quindi possiamo conteggiare realisticamente 2 persone al giorno, per 4 giorni, per 300 stand: totale 2.400 giornate con un costo prevedibile di circa 200.000 euro, che con le corse dei taxi (40 euro a botta) fanno altri 100.000 euro.

A che punto siamo? Diciamo, e ci teniamo stretti, a 22 milioni di euro. E per fare cosa? Per celebrare ogni anno, da 20 anni, gli incredibili risultati raggiunti dalla Pubblica amministrazione, in termini di “efficienza ed efficacia”, di soluzioni innovative, di auspicabili semplificazioni  a favore dei cittadini. Autocelebrarli, in realtà, perché il pubblico è fatto quasi esclusivamente da personale della PA e da politici e politicanti delle varie amministrazioni che si mettono in mostra.

Forse, e giriamo la domanda direttamente al Prof. Monti, la migliore pubblicità per il funzionamento della P.A. sarebbe quella che per 4 giorni, i dipendenti impegnati rimanessero al loro posto, facendo quanto previsto dalla legge, rispondendo nel miglior modo possibile ai cittadini. E sarebbe anche pubblicità gratuita.

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. Alberto Rossi says:

    Concordo in pieno, il ForumPA è una autentica pagliacciata all’italiana, ci sono stato un anno e sono rimasto scandalizzato da cotanto sperpero di danari nostri.

    Naturalmente la maggior parte delle amministrazioni locali presenti, oltre ai ministeri e enti centrali, erano tutte del centro sud e per mostrare come innovazioni autentiche cag…. che da noi in Lombardia, Veneto e EMilia Romagna abbiamo già da molti anni senza tanta enfasi ne pompa magna.
    E poi tutti quei meridionali straffottenti in giacca e cravatta ignoranti come cani, incapaci di mettere insieme un soggetto e un verbo, che tentavano di spiegare le stronzate mostrate.

    E’ uno spreco insopportabile che deve cessare.
    Avete ragione, lanciamo un appello per la chiusura di ForumPA.

Leave a Comment