Fornero, la riforma delle pensioni è entrata in vigore oggi

di REDAZIONE

La riforma e’ entrata in vigore, da oggi si va in pensione con un’eta’ maggiore: gli uomini a 66 anni e 3 mesi, le donne a 62 anni e 3 mesi. Si e’ passati al sistema contributivo ‘puro’, spariscono le pensioni di anzianita’ e le ‘finestre’. Insomma: parte la nuova previdenza. Lo ha ricordato il presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua, ai microfoni di ‘Start’ su RadioRai1. “L’eta’ pensionabile e’ agganciata all’aspettativa di vita – ha detto – perche’ per fortuna si vive di piu’, quindi si lavorera’ di piu’ e si percepira’ una pensione per piu’ tempo”. ( “La riforma e’ cominciata vent’anni fa con Amato, poi con Dini e tutti i governi che si sono susseguiti. Di fatto la riforma Monti-Fornero, chiude un ciclo di transizione molto lungo”, ha aggiunto Mastrapasqua. A chi gli chiedeva se il sistema sara’ sostenibile dalle singole persone ha poi risposto: “Serve la ‘seconda gamba’ della pensione complementare, che in Europa e’ molto diffusa ma che in Italia stanta ancora a decollare. Su questo tutti (Inps, assicurazioni e banche) devono lavorare”. Mastrapasqua ha anche ricordato un dato “allarmante”: nel Vecchio Continente, ha sottolineato, “la media di coloro che hanno la pensione complementare e’ di circa il 91%, in Italia e’ il 23%. Un delta troppo ampio sul quale bisogna riflettere per capire quali sono gli errori che sono stati fatti”

MASTRAPASQUA, GRAZIE A CONTROLLI CALA EVASIONE CONTRIBUTIVA 
Nella lotta all’evasione contributiva l’Inps ha recuperato nel 2012 piu’ di 6,5 miliardi di euro, un dato simile a quello dell’anno precedente. Lo ha detto il presidente dell’Istituto, Antonio Mastrapasqua, ai microfoni di ‘Start’ su RadioRai.
Mastrapasqua ha sottolineato che grazie ai maggiori controlli si e’ ridotto parallelamente, “in maniera consistente”, il tasso di evasione. “Abbiamo avuto un incremento di circa 5 miliardi di euro di versamenti spontanei – ha affermato -. Una cifra molto importante in un momento di crisi”.

MASTRAPASQUA, SU PENSIONI ILLECITE STIAMO SCOPRENDO TUTTI 
“Stiamo scoprendo praticamente tutti e nel 2013 completermeo il monitoraggio” dei cittadini che percepiscono in maniera illegittima la pensione di un parente ormai deceduto. Lo ha detto il presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua, commentando a ‘Start’ su Radio Rai i risultati dell’indagine ‘post mortem’ avviata dall’Istituto in collaborazione con le forze dell’ordine. “La maggior parte delle persone scoperte – ha aggiunto ricordando che nel 2012 sono state denunciate 615 persone – ha gia’ aderito al piano di rateizzazione, perche’ pretendiamo la restituzione di quanto versato”.

FONTE ORIGINALE: www.agi.it

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. Albert says:

    Ma questa signora conoesce il lavoro sulle navi??? Non puo permettersi assolutamente di generalizzare.
    La questione dei lavori disagiati perche’ e’ sempre accantonata??????? Gli italiani subiscono come al solito.

  2. lina says:

    io non ce l.ho con la fornero da quanto siede sul quel scranno?pensate forse che una riforma delle pensioni si fa in 3 e quattrotto?lei ha solo fatto quello che altri avrebbero dovuto fare e che non hanno fatto xchè ci sarebbe voluto coraggio e sopprattutto perdita di voti.Chi avesse approvato quella legge avrebbe firmato la sua condanna a morte in termine di voti.Non dimentichiamo che le bozze e gli approfondimenti c.erano da prima e da anni.Conclusione è terrificante pensare di dover lavorare finchè respiri Mi chiedo siamo nati x vivere o solo finalizzati a morire?

  3. antonio says:

    la sig.fornero con la sua mediocre mentalità,non ha considerato che chi ha perso il lavoro qualche anno prima dei 60 anni,ha pochissime possibilità di trovare un’altra occupazione (se è una donna,sicuramente nessuna).considerando che gli ammortizzatori sociali quando ci sono,durano al massimo 6 mesi,provi a spiegare a tutti questi disgraziati come potranno vivere fino a 66 anni senza lavoro e senza pensione?sopratutto le donne che hanno speso la loro vita fra lavoro e famiglia,hanno versato comunque i contributi,ed ora si ritrovano condannate alla miseria.ma tutto questo non la preoccupa più di tanto…sulla sua tavola il pane non mancherà mai,ormai il vitalizio è assicurato,complimenti da antonio.

  4. red wolf says:

    se la sig fornero lavorerebbe sule navi da carico o petroliere vorrei vedere come farebbe siamo una categoria che a 55 anni e gia vecchia noi a 60 anni non si arriva lei a gia ucciso molte persone e cosi che guadagna sulle pensioni complimenti fare tutta un erba un fascio e molto facile per chi a pianto e preso per il culo gli lavoratori spero che paghi molto presto auguri per gli omicidi di massa

Leave a Comment