FONTANA: LEGA D’ATTACCO, DENTRO E FUORI IL PARLAMENTO

di REDAZIONE

Una Lega d’attacco, pronta a riprendersi il territorio mettendo come garanti gli stessi elettori, contemporaneamente fuori e dentro al Parlamento e capace, se necessario, di escludere dalle politiche del 2013 il figlio del capo, Renzo. A due settimane dal congresso federale, Attilio Fontana, sindaco di Varese e consulente fidato dell’ex ministro dell’Interno Roberto Maroni, spiega all’Adnkronos come ripartira’ la Lega targata ‘Bobo’ e perche’ e’ vitale affidargli la cabina di regia per farla tornare protagonista. ”La Lega purtroppo -spiega- ha avuto personaggi che si sono dimostrati uguali a quelli di altri partiti e che hanno causato la recente cura dimagrante determinata da situazioni che nessuno puo’ nascondere. Cura che pero’ e’ l’inizio della ripresa”. Perche’ secondo Fontana ”solo noi sappiamo interpretare i malumori del nord e dare risposte”. La Lega dunque ripartira’ da qui. ”Noi -dice- non abbiamo mai perso l’identita” padana e abbiamo sempre sostenuto che i motivi per i quali facciamo politica sono sostanzialmente legati ai veri grandi problemi del nord. Quindi continueremo a combattere per risolvere i veri grandi problemi del nord che purtroppo, e qui c’e’ il riconoscimento di un certo insuccesso, ad oggi non sono stati ancora risolti”.

”E’ necessario -dice- e’ l’unica speranza, e’ la persona migliore non della Lega, ma di tutto il panorama politico italiano. Con Maroni siamo di fronte a una persona che credo abbia riscosso la maggiore credibilita” nel nostro paese in tutti i ruoli pubblici che ha svolto; credo ci sia ogni titolo di garanzia perche’ le cose vadano nel modo migliore e nel modo piu’ democratico”. Con Maroni, secondo Fontana si tornera’ al progetto originario della Lega, piu’ lontana dai palazzi romani che hanno finito per sfiancarla. ”Purtroppo -dice- non eravamo soli al governo e quindi anche la Lega ha dovuto subire certi rallentamenti, certi condizionamenti del centralismo romano e dell’imperante meridionalismo”. Per questo Fontana propone di stare contemporaneamente ”dentro e fuori dal Parlamento. Puo’ essere un’ipotesi, si decidera’ dopo il congresso, ma sono dell’idea che si debba essere assenti, pur ottenendo le nomine; deve essere un’assenza strategica come fanno tutti i grandi partiti autonomisti, dalla Spagna alla Germania”.

Fonte originale: AdnKronos

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

11 Comments

  1. Amelia says:

    Quote
    Quanto pro-capite al Nored, Centro e Sud.
    Credo che la Lega, la Ns. Lega, ove dicendo Lega, si richiama una parola astrusa, nella quale si devono tutelare, TUTELARE, gli interessi del Nord, dei Settentrionali, dei lavoratori, (Nordici, Meridionali, Marocchini, albanesi, Rumeni), che lavorano, producono, pagano sempre a Nord.
    Spero e ripongo fiducia che si ricrei quello spirito nordista, (visto sul Pò), che Bossi creò, ma poi , non ebbe il coraggio di praticare.
    unquote
    SI DEVE SEMPRE RIMARCARe..urlare..quanto la Lombardia e le altre regio ni del nord mandano a roma.e quanto roma restituisce alla Lombardia..E’ giusto questo?
    In un condominio TUTTI devono pagare..QUESTO è un motivo politico per cui battersi e ottenere come minimo un federalismo fiscale come nei paesi civili

  2. giorgio masocco says:

    IMU. Cara redazione, approfitto su questo articolo, anche se avrei preferito Fontana meno politico e più leghista, persona che stimo dagli albori, per porvi una domanda che ‘mi fa o non mi fa dormire la notte’, magari aprite un dibattito.

    IMU : versamenti : quanto al Nord, quanto al centro, quanto al Sud, quanto nelle Regioni a Statuto Speciale, (anche le province).

    Quanto pro-capite al Nored, Centro e Sud.

    Credo che la Lega, la Ns. Lega, ove dicendo Lega, si richiama una parola astrusa, nella quale si devono tutelare, TUTELARE, gli interessi del Nord, dei Settentrionali, dei lavoratori, (Nordici, Meridionali, Marocchini, albanesi, Rumeni), che lavorano, producono, pagano sempre a Nord.

    Spero e ripongo fiducia che si ricrei quello spirito nordista, (visto sul Pò), che Bossi creò, ma poi per la merda sotto il culo, non ebbe il coraggio di praticare.

    W il Nord, W San Marco, W gli Eroi del Campanile

  3. scapati says:

    Fontana, quello che fa delle belle interviste sulla Padania che sono meglio dei fumetti di Superciuck!!!!! Da ammazzarsi dalle risate!

  4. salvalaggio says:

    Ma per risolvere i problemi del Nord, caro Fontana, basta xche continuiatev a piazzare in Rai i vostri raccomandati di ferro e farli direttori, così vedete che la realtà cambia….Avete il controllo totale dell’informazione… mi vien da ridere!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Peccato che in media le tramssioni leghiste facciano 30-40 ascoltatori (roba che in qualsiasi posto del mondo chiudevano le stesse trasmissioni in due minuti…) e soprattutto fanno girare le balle a 15 milioni di persone per volta…..Augri geni della politica!!!!

  5. lorenzo says:

    come ´possibile solamente pensare a eleggere il trota?
    quello che e´successo nella lega e´gia´stato dimenticato?
    Maroni fara´bene ritonare alle origini e slegarsi definitivamente dalla fmiglia bossi.
    Tutti parlano come se il programma della lega sia stato un successo. Non e´stato raggiunto alcun obiettivo.
    Forse sarebbe meglio ritornare al progetto di Miglio e abbandonare le fantasie del bossi. .

  6. Giacomo says:

    Dichiarazione molto autorevole e credibile. Ci sentiamo rassicurati. Mi raccomando, se necessario, escludete dalle politiche il figlio del capo, l’avannotto Renzo.

  7. Giacomo says:

    e credibile. Ci sentiamo rassicurati. Mi raccomando, se necessario, escludete dalle politiche il figlio del capo, l’avannotto Renzo.

  8. Unione Cisalpina says:

    hanno smarrito la strada della rivoluzione padanista, dell’indipendentismo e della dignità stessa d’uomini leali…

    kontinuano a “bugiardare” in funzione della karega …

    parlano e pensano ankòra italiano … si sentono italiani kuando evokano il Paese, parola dietro kui si naskondono e maskerando la loro vokazione italika … sono l’emblema dell’italiota (cisalpino idiota ke si krede italiano)… sono una vera skifezza …

    mah, mi kiedo, siamo fatti proprio kosì noi cisalpini !? … se sì, non abbiamo speranza d’indipendenza e libertà dal giogo amministrativo e politiko italiko …

    • Unione Cisalpina says:

      preciso ed aggiungo :”

      mah, mi kiedo, siamo fatti proprio kosì noi cisalpini !? … se sì, non abbiamo speranza d’indipendenza e libertà dal giogo amministrativo, politiko e RELIGIOSO romano_italiko …

  9. Lucafly says:

    Attilio Fontana, SEMPLICEMENTE un altro PARASSITA.
    Amen.

  10. Domenico says:

    ….”se necessario, di escludere dalle politiche del 2013 il figlio del capo, Renzo”……
    Come sarebbe a dire “se necessario”?
    Nel bresciano, e non solo, i voti scenderanno a zero se ripresentano la trota

Leave a Comment