FONTANA: CHE COMMISSARINO TUTTI I COMUNI CON I PREFETTI

 

L’incontro ANCI Lombardia di oggi è un passo in avanti verso la disgregazione dello Stato italiano, nonostante il titolo del convegno; la situazione per i nostri Comuni è estremamente grave e peggiorerà ogni giorno che passa. La presa di posizione di molti sindaci e amministratori locali contro le politiche asfissianti dello Stato italiano è un piccolo ma fondamentale passo per la presa di coscienza generale della questione lombarda, che può essere risolta unicamente con l’indipendenza della Lombardia da ottenersi tramite referendum sotto tutela degli organi sovranazionali.”  Questo il commento del portavoce di pro Lombardia indipendenza, Giovanni Roversi, dopo il convegno organizzato da ANCI Lombardia stamane.

Il commento del sindaco della capitale lombarda, Giuliano Pisapia, è altrettanto deciso: “Dalla legittima difesa dobbiamo passare all’azione, alla mobilitazione, alla scelta e alla proposta politica con risvolti sociali e giuridici: il disagio sociale è allo stremo, adesso siamo costretti a dare una sberla dopo l’altra ai nostri cittadini per responsabilità non nostre“.

Conclude amaramente Attilio Fontana, sindaco di Varese e Presidente di ANCI Lombardia “Che ci commissionino tutti, con dei prefetti, che vengano loro a decidere tutto, così si prendono loro gli insulti dei cittadini che sono allo stremo. Lo hanno già fatto con le province, lo facciano anche con i Comuni.

Una provocazione che rilancia la lettera ricevuta proprio dal portavoce del movimento indipendentista all’incontro ANCI di Travagliato (BS).

La sfida nei confronti dello Stato italiano per salvaguardare la sopravvivenza economica delle nostre famiglie, delle nostre imprese e dei nostri Comuni non si deve assolutamente concludere con l’incontro di oggi”  – prosegue Roversi – “nel nostro piccolo stiamo portando queste questioni all’attenzione dei Lombardi ogni giorno, come dimostrano le nostre tematiche per le prossime elezioni comunali. Spiace però constatare che la quasi totalità delle altre liste preferisce perdersi nelle solite polemiche da tifosi, come i famosi polli di Renzo dei Promessi Sposi che si beccavano tra loro mentre li stavano portando in pentola. “

Prende la parola anche Giorgio Veneziani, candidato proprio per il movimento indipendentista alle prossime elezioni di Gussago (Brescia): “La nuova IMU è una vera rapina, e i cittadini gussaghesi lo stanno scoprendo grazie alle informazioni che stiamo facendo arrivare loro; senza contare altri colpi bassi come il possibile aumento dell’addizionale IRPEF, o la nuova normativa sulla tassa dei rifiuti. Se l’elettorato gussaghese ci darà fiducia, ci adopereremo per consegnare loro gli strumenti  per opporsi a questo scempio: un referendum sulle questioni fiscali, come succede nella vicina Svizzera, sarà la nostra prima iniziativa da nuova giunta comunale di Gussago.”

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

6 Comments

  1. Federico Genesin says:

    Trasea Peto!!! Giusto!!!

  2. Neni says:

    roberto, sono anche detti lecca-lecca.Il carnevale e8 citnociamo e si da inizio al trasformismo carnacialesco.pierferdinando casini :”i partiti non sono il fine ma un mezzo. Questo e8 il compito della politica” .. ed il comandante schettinoC.S.:”chess’ e8 una strunzata, o’ veramente”

  3. ADRIANO says:

    IO MI CHIEDO COME FACCIA IL SINDACO TOSI DI VERONA A NON VERGOGNARSI AD AVERE UN PREFETTO NAPOLETANO. PER NON PARLARE DI TUTTI I DIRIGENTI PUBBLICI MERIDIONALI CHE CI RITROVIAMO IN VENETO GRAZIE A CONCORSI TRUCCATI, ESEMPIO NEL DICEMBRE 2009 X 350 POSTI MAGISTRATURA ITALIANA IN TUTTE LE REGIONI PASSARONO GLI ESAMI SCRITTI 180 A NAPOLI, 110 A PALERMO, MOLTI ROMANI E 2 A MILANO. L’ASSOCIAZIONE “AVVOCATI SENZA FRONTIERE “PRESENTO’ DENUNCIA SENZA ALCUN RISULTATO.
    LEGA NORD,PERCHE’ HAI PERMESSO QUESTA COLONIZZAZIONE INGIUSTA NEI POSTI CHIAVE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE NELLE REGIONI DEL NORD?

  4. Lucafly says:

    Ma la lega con il Ciarlatano”Bossi Bacia palle” non doveva cacciare tutti i prefetti
    considerati guardiani dell’impero romano da Calderoli il medico con specializzazione in chirurgia maxillo-facciale: traduzione faccia di tolla o di merda dipende dai punti di vista.
    e cosi sia.

    • Krissy says:

      In vece delle province bebvraero dovuto abolire tutta la pletora di enti intermedi che non servono a niente e sono gli effettivi centri di spreco. Nella manovra non si fa alcun cenno agli stipendi di parlamentari e relativi vitalizi. Monti cosec non risolve niente

  5. Trasea Peto says:

    In realtà i Prefetti comandano da prima del 1861, esistono e dominano dai tempi del criminale Napoleone: il Prefetto è lo Stato centrale/centralista.

    Per fare una scoreggia bisogna aspettare la circolare dal Prefetto che ne dia il suo assenso, i Comuni sono solamente gli esecutori di ordini imposti. Sindaci ed elezioni comunali(ma anche provinciali e regionali) sono una farsa perché tutto o quasi viene deciso dallo Stato italia.

    Farsi commissariare in massa i Comuni sarebbe una ottima iniziativa per mettere in luce l’invadenza dello Stato.

    Lo Stato maccheronico funziona all’esatto contrario della Svizzera…

Leave a Comment