FISCO, ITALIA E SVIZZERA INTENSIFICANO GLI INCONTRI

di REDAZIONE

La prossima settimana si terrà una serie di riunioni tecniche del gruppo di lavoro italo-svizzero che mira a giungere quanto prima a un accordo fiscale tra Roma e Berna. “Stiamo lavorando, la prossima settimana ci saranno una serie di riunioni del gruppo di lavoro”, dice a Reuters una fonte del governo italiano.

Un segnale che le trattative sul pacchetto fiscale -comprensivo, tra l’altro, di un accordo sulla tassazione dei capitali italiani ignoti al Fisco detenuti nelle banche svizzere – stanno subendo un’ accelerazione. Fino a settembre, infatti, si era proceduto al ritmo di un incontro al mese.

Il valore dei conti italiani ignoti al fisco depositati presso gli istituti di credito svizzeri è stimato tra i 120 e i 150 miliardi di euro.

Un accordo con la Svizzera, attraverso la definizione di un’aliquota ‘una tantum’ e poi di un’altra ritenuta a regime – sul modello delle intese già siglate da Berna con altri Paesi – consentirebbe allo Stato italiano di mettere le mani su un ‘tesoretto’ utile in un momento in cui sono allo studio diverse soluzioni per ridurre il debito pubblico. (Reuters)

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. liugi II says:

    Quindi non è più sicura neanche la Svizzera?

Leave a Comment